aiuto

chi siamo
link
  NODI



12. Adulti e famiglie

Introduzione
Approfondimenti
Normative
Progetti

Introduzione

Il processo educativo, nella società della conoscenza, non si rivolge solo alle giovani generazioni ma riguarda ogni età. La scuola, attraverso la sua testimonianza, l'attiva relazione con il territorio, il rapporto con i genitori e con le famiglie può diventare il luogo dove si costruisce una nuova percezione sociale.
L'educazione interculturale costituisce una nuova dimensione di vita sulla quale formare l'intera opinione pubblica.
I media generalisti hanno influenzato ed informato la pubblica opinione ma tale influsso è di fatto legato più ad eventi occasionali e drammatici, che pure hanno una loro importanza, piuttosto che ad un nuova dimensione strutturale che riguarda non solo le giovani generazioni ma che interpella ogni uomo e donna
Le molteplici iniziative di educazione degli adulti, proposte e realizzate da una pluralità di soggetti, richiedono un orizzonte comune. La consapevolezza della necessità della formazione continua, con occasioni formali ed informali, è oggi un dato acquisito. Il diritto all'apprendimento durante tutto l'arco della vita si esercita tuttavia in maniera appropriata quando avviene attraverso la dimensione dell'educazione interculturale indipendentemente dai contenuti proposti. Fattore di crescita dell'adulto è dunque l'intenzionale azione della scuola tesa a far sì che ogni proposta formativa si collochi sullo sfondo della dimensione interculturale come elemento insostituibile per la formazione di una opinione pubblica capace di leggere criticamente e di intervenire positivamente sui processi di globalizzazione e di costruzione di una società multiculturale.
L'educazione degli adulti perde la sola connotazione 'compensativa', che per troppo tempo ha caratterizzato gli interventi e l'apprendimento in età adulta, e diviene un diritto di ogni persona. Naturalmente sono e saranno presenti alcune 'emergenze' relative a situazioni di svantaggio e marginalità ma è importante vedere come le attività formative per gli adulti possano rivolgersi a tutti e possano intraprendere, insieme ai classici corsi di italiano per adulti immigrati, iniziative di educazione interculturale mirate ad alfabetizzare, sulle questioni connesse alla società multiculturale, un'opinione pubblica forse ancora legata a stereotipi derivati principalmente da quanto emerge dai mezzi di comunicazione di massa.

Torna su

Approfondimenti

Alessandro Bosi - Gente di strada nella cittą di culture
Aluisi Tosolini - Italiano: la lingua della strada
Duccio Demetrio - Lavoro interculturale e narrazione
Walter De Liva - Apprendere con il mediatore linguistico nelle scuole della Provincia di Udine

Torna su

Normative

LEGGE 6 MARZO 1998, n. 40

DPR 394/1999

Circolare Ministeriale n. 455 del 18 novembre 1998
Scambi educativi con l’estero – semplificazione della modulistica

Torna su

Progetti

Centri Territoriali, educazione degli adulti, centri interculturali
Rapporti con le famiglie
Accoglienza, integrazione, e relazioni interpersonali
I mediatori linguistico-culturali

Torna su


aiuto  chi siamo   link  
RaiEduLab