aiuto

chi siamo
link
  ALBANESE


Albanese

In questa sezione appaiono alcuni dei progetti presenti nel cd rom Educazione interculturale,
realizzato dal Ministero della pubblica istruzione e distribuito a tutte le scuole.
Di ciascun progetto è possibile scaricare in formato RTF (Rich Text Format, leggibile
da qualsiasi programma di videoscrittura) un riassunto più dettagliato o "espansione".


DIREZIONE DIDATTICA "S. CATERINA"
CAGLIARI

Via Canelles, 1
CAP. 09124
Tel. 070 662525
fax 070 652017
e-mail: mmuron@tin.it

espansione: apri/salva file in formato RTF

Il progetto "Noi cittadini del mondo", in atto nel Circolo dall’anno scolastico 1996/97 e svolto in collaborazione con Enti Pubblici e Privati, è stato adeguato ai contenuti valoriali del D.Lgs n. 286 del 25 luglio 1998 in rapporto all’istituzione dei cittadini extracomunitari presenti nel territorio italiano. Nel circolo sono presenti diversi alunni appartenenti a gruppi etnici non europei (Cina, Albania, India, Indonesia, Perù, Danimarca, Senegal, Camerun, Germania, Giappone), per i quali si è ravvisata la necessità di attivare strategie di intervento didattico che prevedono:

  • prima alfabetizzazione, con lo scopo di promuovere la comunicazione e favorire la conoscenza delle diverse culture;
  • contatti con le famiglie di origine straniera e formazione adeguata dei docenti coinvolti nelle esperienze con formazione di gruppi di studio della lingua italiana come L2.

L’organizzazione didattica ha previsto la formazione di gruppi di studio della lingua italiana come L2 e la realizzazione di attività che permettessero la conoscenza di alcuni aspetti relativi al vissuto esperenziale del bambino. Il laboratorio bilingue ha potuto fruire dell’apporto delle risorse interne al circolo in quanto sono presenti docenti con specifiche competenze nella lingua inglese, francese e spagnola.
Il progetto di educazione interculturale ha fornito alla scuola una opportunità di apertura e allargamento degli spazi culturali in previsione della costruzione di una coscienza multiculturale che predilige la visione di un "Villaggio globale".

CIRCOLO DIDATTICO 27°
"G. CAGLIERO"
ROMA

Largo Volumnia,11
CAP. 00181
Tel. e fax 06 7803254

espansione: apri/salva file in formato RTF

La scuola Cagliero si caratterizza come una scuola d’accoglienza e conta tra i suoi utenti un elevato numero di bambini provenienti da molti Paesi del mondo. Le diversità di ognuno si riscoprono nella varietà delle opportunità formative offerte agli insegnanti. Il progetto, di durata triennale, "Verbalia Tantum, ovvero le parole di tutti ", nasce dall’esigenza di offrire strumenti per l’apprendimento della lingua italiana come L2. La presenza di un elevato numero di alunni di lingua cinese nelle classi coinvolte ha orientato la scelta della lingua da comparare a quella italiana e la difficoltà comunicativa ha fatto nascere l’esigenza di partire da difficoltà fonetiche più che da quelle di scrittura. Il progetto coinvolge alunni di scuola elementare e media con la presenza di bambini stranieri (cinesi, russi, albanesi, indiani, marocchini...) al fine di favorire il superamento del disagio e l’acquisizione delle abilità linguistiche e per un migliore inserimento sociale. Prevede l’utilizzo di mezzi informatici e multimediali per la ricerca e lo scambio telematico.
Un secondo progetto "La ricchezza della diversità" ha come obiettivo quello dell’accoglienza e dell’integrazione degli alunni stranieri in prevalenza extracomunitari e zingari. La fase dell’accoglienza, attraverso l’educazione al dialogo sia con gli alunni che con i genitori, un momento di promozione relazionale. Per promozione relazionale si intende: programmare l’aspetto ludico come conoscenza reciproca, curare il dialogo verbale sulle esperienze significative dei bambini, relazionare costruttivamente con i genitori nel rispetto dei reciproci ruoli.

 

ISTITUTO COMPRENSIVO URURI
CAMPOBASSO

Via Provinciale
CAP. 86049
Tel. e fax 0874830139

espansione: apri/salva file in formato RTF

Ururi è un paese di origine albanese (i primi albanesi si insediarono nel territorio ururese nel XV secolo); quindi la comunità ha conservato una propria identità linguistica, etnica e culturale che rischia di disperdersi.
Negli ultimi anni, nel Paese si sono insediate molte famiglie di albanesi per le ultime vicende storiche e socio - politiche dell’Albania. Circa il 7% degli alunni dell’Istituto Comprensivo di Ururi sono albanesi di recente immigrazione e continuano i nuovi arrivi. Abbiamo così la compresenza di due lingue simili: l'alabanese moderno e l'Arbrëshë originario, cioè il dialetto parlato ancora ad Ururi.
Nell’ambito del progetto 1A "Nuove tecnologie didattiche 97-2000" e in avvio della "sperimentazione dell’autonomia", l’Istituto Comprensivo di Ururi ha realizzato "URURI in CD.ROM" nel quale viene dato risalto alla ricerca multimediale per la conoscenza, per il confronto interculturale e per la valorizzazione degli aspetti storici ed etnico-linguistici di Ururi . Il CD ROM è a disposizione delle Istituzioni e delle Autorità superiori.
L’Istituto comprensivo di Ururi, in collaborazione con il Comune e con l’Università "La Sapienza" di Roma, ha presentato alla regione Molise un progetto di "recupero e valorizzazione della tradizione etnico - linguistica Ururi", ai sensi della legge Regionale n. 15/97 (tutela e valorizzazione delle minoranze etnico - linguistiche del Molise).
Nell'ambito del progetto accoglienza sono state programmate attività didattiche miranti all'integrazione di alunni albanesi e all'arricchimento formativo dei nostri alunni: scambi di conoscenze, di giochi, canti tipici dei rispettivi paesi.
Nell'ambito del progetto "Recupero della dispersione scolastica e degli insuccessi formativi" sono state inserite attività didattiche specifiche per facilitare l'apprendimento . In particolare attività linguistiche atte a migliorare la conoscenza della lingua italiana ed effettuare interessanti confronti tra albanese standard e dialetto arbrëshë.

 

SCUOLA MEDIA STATALE "G. BIANCO" DI FASANO (BRINDISI)

Largo Pitagora, 3
CAP. 72015
Tel. e fax 080 4413171
Posta elettronica: mediabianco@mailbox.
media.it

Sito internet:
www.geocities.com/
Atheus/Itaca/6535/

espansione: apri/salva file in formato RTF

L’esperienza di questa scuola Polo, in materia di educazione interculturale e più specificamente nell’ambito dell’apprendimento dell’italiano come seconda lingua, si può così sintetizzare: la scuola ha collaborato fin dalla primavera del 1991 con l’IRRSAE - PUGLIA all’interno di un lungo percorso di formazione e di ricerca-azione sul tema dell’Educazione Interculturale. Nelle varie fasi del progetto, realizzato in collaborazione con la Dir. Gen. Degli Scambi Culturali e con la Comunità Europea, sono stati definiti specifici curricoli interculturali incentrati su diverse discipline: dalla lingua italiana alla storia, dalla geografia alla musica, dalla religione all’educazione all’immagine, fino al settore scientifico.
Da quanto predisposto in ambito formativo e di ricerca sono stati realizzati diversi progetti didattici, anche di tipo sperimentale. I più significativi:

  • "Dei, eroi, uomini" realizzazione scenica dei principali miti dei Popoli della Terra, con la tecnica del teatro delle ombre;
  • "Epos" rappresentazione in chiave interculturale di episodi tratti da poemi omerici;
  • "La civiltà araba" con percorso ipertestuale interattivo (ricerca di parole/espressioni presenti nella nostra lingua);
  • "Giochi della storia" simulazioni di vicende, incontri e scontri dei Popoli del passato, in collaborazione con l’Università agli Studi di Bari;
  • Seminario di ricerca-azione per la costruzione di un curricolo linguistico;
  • Comenius Az. 1 "Io appartengo alla razza umana" sulla valorizzazione della diversità come risorsa;
  • "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare" (Sepulveda) laboratorio teatrale per valorizzare la presenza di un’alunna albanese.

SCUOLA MEDIA STATALE "A LORENZETTI" di ROSIA (SOVICILLE) - SIENA

CAP. 53018
Via della Murata, 12
Tel. 0577 345040
Fax 0577 345798
Posta elettronica: lorenzetti@ftbcc.it

espansione: apri/salva file in formato RTF

Gli alunni stranieri, provenienti per la maggior parte dall’Albania e dalla ex Jugoslavia, sono presenti, nelle classi di scuola materna, elementare e media, in numero piuttosto consistente ed in prospettiva crescente. La loro ignoranza della lingua italiana, l’eterogeneità dei tempi del loro ingresso nella scuola, la povertà dei loro curricoli, ne rendono estremamente difficile l’integrazione. Per questo motivo gli insegnanti, i capi di istituto e gli amministratori locali sono impegnati nell’elaborazione di un Progetto integrato di Area, capace di dare risposta ai bisogni degli alunni immigrati. Il Progetto "Integrazione linguistica e culturale degli alunni stranieri" (anno scolastico 1999/2000), attuato dalla scuola media A. Lorenzetti, è svolto in collegamento con le scuole elementari del territorio si articola in tre fasi:

  1. Fase Organizzativa , finalizzata all’accoglienza
  2. Fase Attuativa di laboratori (sviluppo competenze in italiano a vari livelli), recupero disciplinare, attività di intercultura
  3. Fase di verifica, con l’elaborazione di schede, analisi dei dati, colloqui con i ragazzi e le loro famiglie.

L’attuazione del PIA prevede l’organizzazione di un corso di aggiornamento per gli insegnanti sulle tematiche dell’interculturalità, da effettuarsi ad inizio del prossimo anno.

aiuto  chi siamo   link  
RaiEduLab