aiuto

chi siamo
link
  SINTESI


Le situazioni di emergenza

In questa sezione appaiono alcuni dei progetti presenti nel cd rom Educazione interculturale,
realizzato dal Ministero della pubblica istruzione e distribuito a tutte le scuole.
Di ciascun progetto è possibile scaricare in formato RTF (Rich Text Format, leggibile
da qualsiasi programma di videoscrittura) un riassunto più dettagliato o "espansione".

Scuola Elementare e materna

DIREZIONE DIDATTICA III CIRCOLO "TAVERNA"
PIACENZA

Via Campesio, 39
CAP. 29100
Tel. 0523 320734
Fax 0523 306572

espansione: apri/salva file in formato RTF

"Comunicare con il mondo" è un progetto pedagogico-didattico che ha quale obiettivo fondamentale l’integrazione dei bambini stranieri nella comunità scolastica Piacentina.
Esso rappresenta, in un certo senso, il proseguimento naturale di un progetto precedentemente denominato "La città dell’amicizia", iniziato e realizzato nei primi anni novanta come risposta educativa alla grande immigrazione proveniente dai paesi della ex Jugoslavia.
"Comunicare con il mondo" cerca di attuare nuove strategie educative e di innescare un processo di collaborazione e interscambio tra scuola e mondo esterno (Enti, Istituzioni, Agenzie culturali, cooperative artistiche, mondo del volontariato).
Gli obiettivi che intende perseguire sono:

  • promuovere il dialogo e la convivenza costruttiva tra soggetti appartenenti a culture diverse;
  • offrire occasioni e stimoli per un clima relazionale positivo;
  • offrire occasioni e attività capaci di promuovere e favorire l’apprendimento della lingua italiana e di ogni altra forma espressiva;
  • promuovere e sviluppare nei bambini la formazione al gusto estetico;
  • favorire l’approccio alle tecniche teatrali, alla recitazione e ai linguaggi alternativi.
  • Il progetto si articola in quattro fasi: organizzativa-progettuale, linguistico-espressiva artistico-creativa, della rielaborazione del linguaggio teatrale.
    Un "osservatorio permanente", composto dagli insegnanti operanti nei progetti dispersione e da quelli di classe e di laboratorio, funziona come strumento di monitoraggio, di valutazione e di sintesi della situazione interculturale di tutta la scuola. Inoltre, a scadenza mensile, vengono effettuate verifiche attraverso prove scritte, questionari e schede appositamente predisposte.

    Scuola Media di I grado

    SCUOLA MEDIA "G. GALILEI"
    MONOPOLI - BARI

    Via Europa Libera 3
    CAP 70043
    Tel e Fax 080 8872073

    espansione: apri/salva file in formato RTF

    L’istituto ha realizzato il progetto interculturale "Takim" consistente in un gemellaggio con le scuole albanese (scuole di Vranisht/Kuc e Berat). Il gemellaggio ha previsto acoglienza di docenti e alunni di Berat, scambio culturale con la scuola italo-albanese di San Demetrio C., visite alle scuole gemellate, dotazione di arredo e materiale didattico.
    Dall’esperienza del gemellaggio è nata l’esigenza di un corso di aggiornamento a rete con 16 scuole coinvolte.

    Proposti da enti e associazioni

     

    CENTRO INTERNAZIONALE STUDENTI LA PIRA - ONLUS
    FIRENZE

    Via De’ Pescioni, 3
    CAP 50123
    Tel. 055 213557
    Fax 055 219749
    Posta elettronica:
    clapira@mercurio.it
    Sito internet:
    www.webcom97.com/lapira

    espansione: apri/salva file in formato RTF

    L’Associazione Volontari del Centro Internazionale Studenti G. La Pira (Associazione di Volontariato - ONLUS), istituita a Firenze nel 1978, è divenuta riferimento sicuro per un gran numero di giovani provenienti da tutto il mondo. Finalità prioritarie sono: favorire la conoscenza delle diverse culture e lo scambio di idee fra giovani di tutto il mondo; sostenere gli studenti esteri durante il periodo di formazione scolastica ed universitaria.
    Per quanto riguarda i servizi e l’assistenza forniti dal Centro, sono attivi:

    • una Segreteria che coordina le varie attività;
    • un Servizio Alloggi, che favorisce il reperimento di alloggi gratuiti o in affitto e gestisce in proprio tre case di accoglienza;
    • un Servizio Sanitario, a disposizione per fornire aiuto e orientamento, in collaborazione col Centro Medico Stenone;
    • un Servizio Sociale, che gestisce un fondo proprio per aiuti economici;
    • una Biblioteca, Emeroteca e Videoteca, fornite di 5.000 volumi, un centinaio di audiocassette di musica etnica, vari film africani e abbonamenti a circa 50 riviste nazionali e internazionali (Centro di Documentazione Interculturale);
    • Corsi di Lingua e Cultura italiana strutturati su tre livelli di apprendimento della durata di 120 ore mensili, frequentati da giovani dai 18 ai 30 anni, provenienti da 80 Paesi (il 90% dal Sud del Mondo e dall’Est Europeo). Gli insegnanti, circa 40, svolgono attività di volontariato e sono in genere docenti di lingue straniere o di lingua italiana presso scuole elementari e medie. Attualmente, in collaborazione con l’Università di Siena, si tiene un corso di formazione per gli insegnanti;
    • Corso di Storia dell’Arte integrato da una serie di visite guidate alle maggiori opere d’arte della città e della Toscana;
    • Ufficio Legale, offre consulenza e informazioni gratuite sui diritti/doveri dei cittadini immigrati;
    • Corso di inglese su due livelli;
    • un Notiziario Internazionale (Mondonews), in sei lingue e in collaborazione con l’emittente toscana Radio Monte Serra.

    RUE - RISORSE UMANE EUROPA
    UDINE

    c/o ITI "A. Malignani"
    Viale L. Da Vinci, 10
    CAP 33100
    Tel. 0432 46361
    Fax 0432 545420
    Posta elettronica:
    rue@malignani.ud.it
    sito internet:
    Http://www.rue.it

    espansione: apri/salva file in formato RTF

    Associazione non profit costituita a Udine nel 1992, è un servizio di promozione europea della Regione Friuli Venezia Giulia (L.R. 6/89).
    Disimpegna attività di sportello per il programma "Gioventù per l’Europa" e, per incarico della Regione, coordina seminari e laboratori per gli studenti delle scuole superiori (Conoscere l’Euro).
    E’ partner per il biennio 1999/2000 di progetti europei della rete Socrates (Intermedia, Mediadores Interculturais - progetto Comenius, az. 2) e della rete Leonardo (M.C.E., Mediatore Culturale Europeo). Dal 1998, associata all’ASGI (Associazione di Studi Giuridici sull’Immigrazione); coordina laboratori di formazione giuridica sulla condizione dello straniero. L’Associazione è attiva nel campo dell’educazione interculturale e dell’educazione all’accoglienza di alunni stranieri extracomunitari nella scuola della Provincia di Udine. Coordina, a partire dal 1993, interventi di mediazione linguistica e di prima accoglienza, mediante progetti approvati dal Ministero dell’Interno a favore degli sfollati dell’ex Yugoslavia, accolti per motivi umanitari e, dal 1995, in convenzione con la provincia di Udine e numerosi Comuni, a favore di minori extracomunitari.
    Dal 1997 è aperto, presso l’I.T.I. A. Malignani di Udine, un laboratorio permanente di formazione dei mediatori linguistici e degli operatori sociali; dal 1998 è convenzionato con l’associazione RUE per l’attuazione di un "Progetto per l’integrazione sociale e le diversità culturali dei minori stranieri e delle loro famiglie in Provincia di Udine".
    La Regione Friuli V. G. ha affidato a RUE un incarico di ricerca su "Donne immigrate e diritti di cittadinanza", attivato nel mese di febbraio 1999. Per conto dell’ERMI coordina un laboratorio di lingua italiana per minori albanesi e Kosovari, iscritti nelle scuole udinesi.

    CIR (CONSIGLIO ITALIANO PER I RIFUGIATI)
    ROMA

    Via del Velabro, 5/a
    CAP 00186
    Tel. 06 69200114 - 5
    Fax 06 69200116
    e-mail:
    c.i.r.@flashnet.it

    espansione: apri/salva file in formato RTF

    Il Consiglio Italiano per i Rifugiati è nato sul modello di simili organismi, presenti da tempo nella maggior parte dei Paesi europei, per coordinare e potenziare l’azione delle organizzazioni impegnate nella difesa dei diritti dei richiedenti asilo e dei rifugiati in Italia.
    Il Centro è strutturato in varie sezioni specializzate: servizio sociale, servizio legale, relazioni pubbliche, centro per le vittime di torture. Promuove incontri nelle scuole, corsi di aggiornamento e formazione sui temi dell’esilio e sulle storie di vita dei rifugiati e dei migranti.

     

    aiuto  chi siamo   link  
    RaiEduLab