aiuto

chi siamo
link
  SINTESI


Progetti europei, scambi, gemellaggi

In questa sezione appaiono alcuni dei progetti presenti nel cd rom Educazione interculturale,
realizzato dal Ministero della pubblica istruzione e distribuito a tutte le scuole.
Di ciascun progetto è possibile scaricare in formato RTF (Rich Text Format, leggibile
da qualsiasi programma di videoscrittura) un riassunto più dettagliato o "espansione".

Scuola Elementare e materna

 

DIREZIONE DIDATTICA BOTRICELLO
CATANZARO

Via Nazionale 281
CAP 88070
tel. 0961 963213

espansione: apri/salva file in formato RTF

La Direzione Didattica di Botricello ha messo in atto, nella cornice del Progetto Socrates (Comenius, Azione 1), il progetto "Ori di Calabria: mito e realtà della Magna Grecia" con le seguenti finalità:

  • rafforzare lo spirito di cittadinanza europea valorizzando nel contempo il patrimonio culturale e l’identità di appartenenza specifica
  • rendere la scuola capace di interagire in modo da valorizzare forme di originalità
  • favorire l’interazione culturale
  • promozione della dimensione multiculturale dell’istruzione attraverso differenze e somiglianze nei modi di conoscere nelle diverse culture
  • attenzione alla psicologia transculturale: rapporto tra sviluppo psicologico e diversità delle culture, per favorire educazione all’ascolto e al rispetto degli altri, al fine di rimuovere pregiudizi, superare etnocentrismo, creare antidoti a sentimenti xenofobi.

Al progetto partecipano scuole di Spagna e Grecia.

DIREZIONE DIDATTICA III CIRCOLO - SASSARI

P.zza Sacro Cuore, 16
CAP 07100
Tel. 079 241380
Fax 079 2590051
Posta elettronica: marcfumi@tin.it
Internet:
http://dante.bdp.it/
~ssee0001

espansione: apri/salva file in formato RTF

Nel progetto "Bambini del Mediterraneo" sono coinvolte altre due scuole:

  • Escola Proa - Barcellona
  • Escole Forcioli Conti - Ajaccio

situate nell’area mediterranea, in regioni autonome con presenza di lingue regionali e locali. Scopo del progetto è di evidenziare i notevoli punti in comune che, nonostante la peculiarità delle singole zone geografiche prese in esame, esistono tra le tre aree.

DIREZIONE DIDATTICA "G. GONELLA" MILLESIMO
SAVONA

P.zza Libertà, 4
CAP 17017
Tel. e fax 019 564019

espansione: apri/salva file in formato RTF

Hanno preso parte al progetto Comenius Az. 1 "Mare Nostrum":

  • la scuola elementare di Rocchetta di Cairo (SV),
  • il Col. Legi Public Son Oliva di Palma de Mallorca, Spagna
  • l’école elementaire J. Prévert di Antibes, Francia.

Le attività svolte nell’anno scolastico 1997/98 hanno previsto la ricerca, l’analisi e la rielaborazione di elementi della cultura mediterranea locale: balli, canzoni, letteratura popolare infantile, giochi, ricette legate alle tradizioni.

Scuola Media di I grado

 

SCUOLA MEDIA "G. GALILEI"
MONOPOLI - BARI

Via Europa Libera 3
CAP 70043
Tel e Fax 080 8872073

espansione: apri/salva file in formato RTF

L’istituto ha realizzato il progetto interculturale "Takim" consistente in un gemellaggio con le scuole albanese (scuole di Vranisht/Kuc e Berat). Il gemellaggio ha previsto acoglienza di docenti e alunni di Berat, scambio culturale con la scuola italo-albanese di San Demetrio C., vistie alle scuole gemellate, dotazione di arredo e materiale didattico.
Dall’esperienza del gemellaggio è nata l’esigenza di un corso di aggiornamento a rete con 16 scuole coinvolte.

SCUOLA MEDIA STATALE "G. BIANCO" DI FASANO (BRINDISI)

Largo Pitagora, 3
CAP. 72015
Tel. e fax 080 4413171
Posta elettronica: mediabianco@mailbox.
media.it

Sito internet:
www.geocities.com/
Atheus/Itaca/6535/

espansione: apri/salva file in formato RTF

L’esperienza di questa scuola Polo, in materia di educazione interculturale e più specificamente nell’ambito dell’apprendimento dell’italiano come seconda lingua, si può così sintetizzare: la scuola ha collaborato fin dalla primavera del 1991 con l’IRRSAE - PUGLIA all’interno di un lungo percorso di formazione e di ricerca-azione sul tema dell’Educazione Interculturale. Nelle varie fasi del progetto, realizzato in collaborazione con la Dir. Gen. Degli Scambi Culturali e con la Comunità Europea, sono stati definiti specifici curricoli interculturali incentrati su diverse discipline: dalla lingua italiana alla storia, dalla geografia alla musica, dalla religione all’educazione all’immagine, fino al settore scientifico.
Da quanto predisposto in ambito formativo e di ricerca sono stati realizzati diversi progetti didattici, anche di tipo sperimentale. I più significativi:

  • "Dei, eroi, uomini" realizzazione scenica dei principali miti dei Popoli della Terra, con la tecnica del teatro delle ombre;
  • "Epos" rappresentazione in chiave interculturale di episodi tratti da poemi omerici;
  • "La civiltà araba" con percorso ipertestuale interattivo (ricerca di parole/espressioni presenti nella nostra lingua);
  • "Giochi della storia" simulazioni di vicende, incontri e scontri dei Popoli del passato, in collaborazione con l’Università agli Studi di Bari;
  • Seminario di ricerca-azione per la costruzione di un curricolo linguistico;
  • Comenius Az. 1 "Io appartengo alla razza umana" sulla valorizzazione della diversità come risorsa;
  • "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare" (Sepulveda) laboratorio teatrale per valorizzare la presenza di un’alunna albanese.

Istituti di istruzione superiore

 

LICEO CLASSICO E LINGUISTICO "ARISTOFANE"
ROMA

Via Monte Resegone, 3
CAP 00139
Tel. 06 8181809 - 87181718
Fax 06 87198329
Posta elettronica:
aristof@tin.it
aristofane@yahoo.com
mcastrio@tin.it
aristofane@tin.it

espansione: apri/salva file in formato RTF

Il Liceo Aristofane, nel biennio 1995/97, ha aderito al Progetto Comenius dal titolo "Il mare, fonte di vita e cultura" che ha coinvolto diverse classi con alunni compresi tra i 16 e i 17 anni.
Per l’anno scolastico 1995/96, oggetto del PEE è stato l’aspetto gastronomico e folcloristico del mare.
Gli alunni coinvolti hanno svolto una ricerca dal titolo "Il pesce sulla mensa, nei libri e nel rito" e hanno individuato, in base alle testimonianze di diversi autori, il ruolo che, col passare del tempo, il pesce ha rivestito nell’antichità greca e romana, considerato di volta in volta come cibo, come "ingrediente" e strumento di magia o come oggetto di sacrificio.
Altri argomenti di ricerca e studio sono stati "La pesca e il mare nel Medioevo"; "Il mare e la navigazione nei secoli XV e XVI"; "Le Marinerie adriatiche del XIX secolo", intese come le ultime espressioni storiche marinare; "il valore nutrizionale del pesce".
Nell’anno scolastico 1996/97, oggetto dell’indagine è stato il mare nel suo ruolo di ispirazione letteraria. Si citano alcune ricerche: "Il mare come luogo di immaginazione ha esaminato il ruolo essenziale del mare nell’Odissea; L’analisi dei libri I - III - V dell’Eneide, ha sottolineato il valore semantico della parola chiave "mare" per poi evidenziare il rapporto tra mare e dolore.

LICEO CLASSICO " M. DELFICO" - TERAMO

P.zza Dante, 20
CAP. 64100
Tel. 0861 250664
Fax 0861 250663
e-mail: icclte@tin.it
bteodor@tin.it

espansione: apri/salva file in formato RTF

Il progetto formativo per immigrati, in partnership tra la scuola promotrice, l’A.N.F.E. e altra Agenzia formativa che operano nel territorio, si rivolge a persone esposte al rischio di emarginazione sociale e di esclusione dal mercato del lavoro. Vengono realizzate attività di aggiornamento, formazione e orientamento per migliorare conoscenze e competenze linguistiche, sviluppare capacità personali e abilità professionali anche in riferimento alle esperienze di studio e lavoro compiute nei vari Paesi di origine; fornire strumenti per orientarsi e informarsi in una società complessa.
La metodologia didattica si basa sull’utilizzo di prodotti multimediali e di materiali formativi decisamente innovativi, con uso di computer per l’insegnamento e l’apprendimento.
Il liceo, nell’ambito del Programma Socrates (Progetto Comenius Azione 1) realizza il progetto "La lingua materna nelle scuole europee e in quelle nazionali". Al progetto partecipano scuole di ogni ordine e grado (522 studenti e 40 docenti) di Danimarca, Italia, Lussemburgo, Belgio e Portogallo.

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE "L. DA VINCI"
TRAPANI

P.za XXI Aprile
CAP 91100
Tel. 0923 29498
Fax 0923 23982
Posta elettronica: itisp@cinet.it
Internet: www.cinet.it/itistp/mdia/
default.htm

espansione: apri/salva file in formato RTF

Il progetto "Modulo didattico sull’influenza araba nel sud dell’Europa" è rivolto agli allievi delle scuole secondarie dell’Unione Europea e ha durata triennale.
Si svolge in cooperazione con altri quattro partner rispettivamente una scuola spagnola e due portoghesi.

Proposti da enti e associazioni

 

CENTRO DOCUMENTAZIONE CD/LEI - BOLOGNA

Via Libia, 53
CAP 40127
Tel. 051 300812 - 340856
Fax 051 397306
Posta elettronica:
Miriam.
Traversi@comune.bologna.it

Internet:
www.media.comune.bologna
.it/cdi_cdh_cdlei/sitocdlei

espansione: apri/salva file in formato RTF

Il CD/LEI è nato nel 1991 dall'intesa fra Provveditorato di Bologna, Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Università di Bologna, Comune e Provincia di Bologna, Sindacati.
Il Centro svolge un'attività di divulgazione e sperimentazione destinata a sostenere il lavoro di coloro che operano nell'ambito dell'Educazione Interculturale, attraverso seminari, corsi di aggiornamento, iniziative pubbliche, consulenze pedagogiche. Inoltre, presso il CD/LEI, esiste una banca dati che raccoglie referenze bibliografiche, cataloghi di audiovisivi e materiali didattici, riferimenti ad associazioni e gruppi attivi sul tema. Il Centro svolge attività di formazione, informazione e consulenza. Partecipa a numerosi Progetti sulla Multicultura a livello europeo, nazionale e locale. Il progetto di alfabetizzazione per gli alunni stranieri nuovi arrivati, si propone di sviluppare nei ragazzi di origine e lingua straniera, non ancora stabilmente iscritti nel percorso di scolarizzazione italiano, una conoscenza della lingua italiana che permetta loro di partecipare in modo proficuo alle attività delle proprie classi di appartenenza. L’approccio metodologico è di tipo funzionale-comunicativo. La lingua infatti soddisfa vari scopi e varie funzioni che acquistano maggior significato a scuola, realtà nella quale vengono utilizzate sia in un contesto educativo generale che di apprendimento dei linguaggi specifici delle singole discipline.

PROGETTO MILIA - GENOVA

Referente : Daniela Debetto
Posta elettronica:
daniebe@tin.it

espansione: apri/salva file in formato RTF

Il progetto MILIA è promosso dalla Direzione Generale Scambi Culturali del Ministero della Pubblica Istruzione, d’intesa con il Ministero degli Affari Esteri. È un progetto di formazione a distanza per l’insegnamento dell’italiano L2 nei paesi europei ed extraeuropei.
I destinatari naturali di MILIA sono gli insegnanti dei Corsi di lingua e cultura italiana e gli insegnanti delle Scuole italiane all’estero; la gamma dei destinatari può tuttavia essere allargata agli insegnanti stranieri di italiano lingua seconda, agli insegnanti di italiano L2 in Italia, ai formatori dei docenti di italiano lingua seconda e a chi, a diverso titolo, opera in Enti, Istituti, finalizzati all’insegnamento, alla diffusione, al sostegno della lingua italiana all’estero.
MILIA nasce nell’ambito del Piano nazionale di aggiornamento del 1992 e viene affidato all’IRRSAE della Liguria, presso il quale si è costituito un comitato tecnico-scientifico che rappresenta, oltre che l’Amministrazione stessa, ambiti di esperienza diversi nel campo dell’insegnamento dell’italiano L2 e della formazione degli insegnanti. MILIA è proseguito negli anni successivi e si è realizzato nella produzione di un pacchetto di formazione costituito da sedici Moduli, due Videoprogrammi, una Guida e un Glossario. I materiali MILIA sono stati sperimentati in itinere in seminari rivolti a dirigenti scolastici e docenti di italiano all’estero. Il progetto MILIA ha carattere modulare, in quanto ogni volume ha significato completo ed autonomo nei riguardi del tema trattato ma consente soprattutto la possibilità di seguire percorsi sequenziali, utilizzando i materiali in itinerari diversi a seconda delle esigenze.
Ogni volume, quindi, costituisce la tappa di un itinerario di ricerca più ampio che segue il criterio delle risposte a bisogni specifici di formazione degli insegnanti per i quali il progetto è nato. Filo conduttore sono le esperienze di aggiornamento già avvenute e nelle quali i componenti del comitato tecnico-scientifico e gli autori dei moduli sono stati, nell’ambito delle rispettive competenze, committenti, organizzatori, elaboratori di progetti, docenti e conduttori di gruppo. I materiali MILIA hanno pertanto organizzato linguaggi ed esperienze diverse in un percorso che avrà ulteriori sviluppi. MILIA si caratterizza, infatti, per le sue radici multidisciplinari, con contributi provenienti dalle aree della linguistica, della sociolinguistica, della glottodidattica, della psicologia dell’apprendimento, dell’antropologia.

CIDIS ( CENTRO INFORMAZIONE, DOCUMENTAZIONE E INIZIATIVA PER LO SVILUPPO)
PERUGIA

Via della Viola, 1
CAP. 06122
tel. 075 5720895 - 5735673

espansione: apri/salva file in formato RTF

Associazione senza scopo di lucro, costituita nel 1987, già attiva dal 1985 nel campo della cooperazione internazionale e dell’educazione interculturale. Riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri come idonea a gestire interventi nei Paesi del Sud del mondo. Collabora ad iniziative e progetti della Commissione dell’Unione Europea e realizza attività, per conto e in collaborazione, con numerose amministrazioni locali.
Il CIDIS persegue una duplice finalità: far conoscere e mantenere vivo l’impegno del Nord del mondo verso i Paesi del Sud e far conoscere la complessità delle questioni di una società occidentale ormai strutturalmente multietnica. Si è fatto promotore di iniziative di informazione e sensibilizzazione per la promozione di una nuova cultura che contribuisca ad affermare il principio dello sviluppo umano allo scopo di rendere, soprattutto i giovani, più consapevoli della complessità dei problemi del mondo attuale.
Presso il Centro di documentazione CIDIS "Pagine aperte" possono essere reperiti sull’argomento diversi volumi, dispense, guide, video.
Il Centro ISI - SCUOLA ha sede presso il CIDIS di Perugia e intende fornire informazioni e servizio di consulenza alle famiglie immigrate per un orientamento sul sistema scolastico italiano, per un aiuto ad affrontare difficoltà comunicativo-linguistiche, per la salvaguardia della cultura di origine nell’iter formativo dei figli. A questo scopo il Centro mette a disposizione delle famiglie esperti e mediatori culturali. Si organizza con laboratori permanenti per il sostegno scolastico dei bambini immigrati, con laboratori di lingua e cultura di origine e con attività ludiche e di creatività.

RUE - RISORSE UMANE EUROPA
UDINE

c/o ITI "A. Malignani"
Viale L. Da Vinci, 10
CAP 33100
Tel. 0432 46361
Fax 0432 545420
Posta elettronica:
rue@malignani.ud.it
sito internet:
http://www.rue.it

espansione: apri/salva file in formato RTF

Associazione non profit costituita a Udine nel 1992, è un servizio di promozione europea della Regione Friuli Venezia Giulia (L.R. 6/89).
Disimpegna attività di sportello per il programma "Gioventù per l’Europa" e, per incarico della Regione, coordina seminari e laboratori per gli studenti delle scuole superiori (Conoscere l’Euro).
E’ partner per il biennio 1999/2000 di progetti europei della rete Socrates (Intermedia, Mediadores Interculturais - progetto Comenius, az. 2) e della rete Leonardo (M.C.E., Mediatore Culturale Europeo). Dal 1998, associata all’ASGI (Associazione di Studi Giuridici sull’Immigrazione); coordina laboratori di formazione giuridica sulla condizione dello straniero. L’Associazione è attiva nel campo dell’educazione interculturale e dell’educazione all’accoglienza di alunni stranieri extracomunitari nella scuola della Provincia di Udine. Coordina, a partire dal 1993, interventi di mediazione linguistica e di prima accoglienza, mediante progetti approvati dal Ministero dell’Interno a favore degli sfollati dell’ex Yugoslavia, accolti per motivi umanitari e, dal 1995, in convenzione con la provincia di Udine e numerosi Comuni, a favore di minori extracomunitari.
Dal 1997 è aperto, presso l’I.T.I. A. Malignani di Udine, un laboratorio permanente di formazione dei mediatori linguistici e degli operatori sociali; dal 1998 è convenzionato con l’associazione RUE per l’attuazione di un "Progetto per l’integrazione sociale e le diversità culturali dei minori stranieri e delle loro famiglie in Provincia di Udine".
La Regione Friuli V. G. ha affidato a RUE un incarico di ricerca su "Donne immigrate e diritti di cittadinanza", attivato nel mese di febbraio 1999. Per conto dell’ERMI coordina un laboratorio di lingua italiana per minori albanesi e Kosovari, iscritti nelle scuole udinesi.

 

aiuto  chi siamo   link  
RaiEduLab