aiuto

chi siamo
link
  SINTESI


Aggiornamento e documentazione

In questa sezione appaiono alcuni dei progetti presenti nel cd rom Educazione interculturale,
realizzato dal Ministero della pubblica istruzione e distribuito a tutte le scuole.
Di ciascun progetto è possibile scaricare in formato RTF (Rich Text Format, leggibile
da qualsiasi programma di videoscrittura) un riassunto più dettagliato o "espansione".

Scuola Elementare e materna

 

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO
VARESE

Via F. Morandi, 12
CAP: 21100
Tel. 0332 283752
Fax 0332 281649
Posta elettronica: primocir@tin.it

espansione: apri/salva file in formato RTF

Il progetto "Dal disagio al benessere nell’integrazione culturale", ideato dal 1994 si è concretizzato nel 1995 con l’utilizzo di un docente che ha svolto attività di laboratorio - con la presenza di quattordici alunni stranieri (dodici classi) - .in tre scuole elementari e in due sezioni di scuola materna.
Sono state progettate attività di gioco (approccio ludomatico) per sviluppare la creatività, la capacità di ascolto, finalizzate al riconoscimento delle emozioni e degli stati d’animo dell’altro.
Nel 1996, in due plessi, è stato istituito un corso di italiano per i genitori stranieri e sono state realizzate quattro mostre con percorsi interculturali.
Nel 1997 è stata coinvolta, in maniera intensiva, una sola scuola con 100 alunni ed è stato potenziato il corso per i genitori (8 ore settimanali). Nel 1998/99 il progetto è stato esteso a tutto il territorio cittadino con attività in rete.
E’ stato aperto, inoltre, uno sportello, a cui possono accedere tutti gli insegnanti, per consentire scambi con altre scuole e per reperire materiale presso Ambasciate, Consolati e Biblioteche.

Scuola Media di I grado

 

SCUOLA MEDIA "G. GALILEI"
MONOPOLI - BARI

Via Europa Libera 3
CAP 70043
Tel e Fax 080 8872073

espansione: apri/salva file in formato RTF

L’istituto ha realizzato il progetto interculturale "Takim" consistente in un gemellaggio con le scuole albanese (scuole di Vranisht/Kuc e Berat).
Il gemellaggio ha previsto acoglienza di docenti e alunni di Berat, scambio culturale con la scuola italo-albanese di San Demetrio C., vistie alle scuole gemellate, dotazione di arredo e materiale didattico.
Dall’esperienza del gemellaggio è nata l’esigenza di un corso di aggiornamento a rete con 16 scuole coinvolte.

Proposti da enti e associazioni

 

I.C.S (ISTITUTO COOPERAZIONE E SVILUPPO) - ALESSANDRIA

Piazza Basile
CAP 15100
Tel. 0131 232640
Fax 0131 235497

espansione: apri/salva file in formato RTF

L’ICS è un consorzio di Enti Locali, costituito secondo la L. n° 49/1987, cui partecipano la Provincia di Alessandria e i Comuni di Alessandria, Castelnuovo Scrivia, Novi Ligure, Ovada e Valenza Po. L’Istituto promuove iniziative di cooperazione internazionale e di educazione interculturale. Presso l’ICS è istituito il servizio denominato "Sportello per l’accoglienza e l’inserimento degli alunni stranieri", rivolto al personale della scuola, agli operatori dei servizi territoriali e ai genitori. Lo sportello fornisce consulenza su tutte le problematiche concernenti l’integrazione degli alunni stranieri.
L’Istituto ha, inoltre , avviato con alcune scuole del territorio vari progetti di educazione interculturale, e corsi di alfabetizzazione per adulti:

  • la Direzione didattica del VII Circolo sta svolgendo un progetto "Per una scuola dell’accoglienza, nessuno escluso" che prevede laboratori linguistici per l’insegnamento dell’italiano come L2 e un corso di alfabetizzazione per adulti;
  • la scuola elementare "Carducci" di Valenza ha realizzato un progetto per l’insegnamento dell’italiano come L2;
  • la scuola media statale "F.M. Baxilio" di Castelnuovo Scrivia sta attuando un progetto "Culture a confronto" per l’inserimento di extracomunitari che deve essere inteso come momento di arricchimento del percorso educativo e didattico.

CENTRO VOLONTARI MARCHIGIANI
ANCONA

P.zza S. Maria, 4
CAP 60121
Tel. 071 202074
fax .071 202933
e-mail : escicvm@tin.it

espansione: apri/salva file in formato RTF

Il Centro è costituito essenzialmente da volontari che, con un lavoro costante di sensibilizzazione alla mondialità e alla cooperazione tra Nord e Sud del mondo - in tutte le Marche e in particolare ad Ancona - contribuiscono alla diffusione della non violenza, della solidarietà e della pace.
Nel campo dell’educazione allo sviluppo, il Centro si avvale della collaborazione del gruppo ESCI che da anni svolge attività di formazione per insegnanti e formatori, si occupa della costruzione di unità didattiche da inserire nella programmazione scolastica.

CENTRO DOCUMENTAZIONE CD/LEI - BOLOGNA

Via Cà Selvatica, 7
CAP 40123
Tel. 051 6443358 (resp)
/345 (segr) /346 (biblioteca)
Fax 051 6443316
Posta elettronica:
Miriam.
Traversi@comune.bologna.it

cdleisegreteria@comune.
bologna.it

espansione: apri/salva file in formato RTF

Il CD/LEI è nato nel 1991 dall'intesa fra Provveditorato di Bologna, Dipartimento di Scienze dell'Educazione dell'Università di Bologna, Comune e Provincia di Bologna, Sindacati.
Il Centro svolge un'attività di divulgazione e sperimentazione destinata a sostenere il lavoro di coloro che operano nell'ambito dell'Educazione Interculturale, attraverso seminari, corsi di aggiornamento, iniziative pubbliche, consulenze pedagogiche. Inoltre, presso il CD/LEI, esiste una banca dati che raccoglie referenze bibliografiche, cataloghi di audiovisivi e materiali didattici, riferimenti ad associazioni e gruppi attivi sul tema. Il Centro svolge attività di formazione, informazione e consulenza. Partecipa a numerosi Progetti sulla Multicultura a livello europeo, nazionale e locale. Il progetto di alfabetizzazione per gli alunni stranieri nuovi arrivati, si propone di sviluppare nei ragazzi di origine e lingua straniera, non ancora stabilmente iscritti nel percorso di scolarizzazione italiano, una conoscenza della lingua italiana che permetta loro di partecipare in modo proficuo alle attività delle proprie classi di appartenenza. L’approccio metodologico è di tipo funzionale-comunicativo. La lingua infatti soddisfa vari scopi e varie funzioni che acquistano maggior significato a scuola, realtà nella quale vengono utilizzate sia in un contesto educativo generale che di apprendimento dei linguaggi specifici delle singole discipline.

CENTRO INTERNAZIONALE STUDENTI LA PIRA - ONLUS
FIRENZE

Via De’ Pescioni, 3
CAP 50123
Tel. 055 213557
Fax 055 219749
Posta elettronica:
clapira@mercurio.it
Sito internet:
www.webcom97.com/lapira

espansione: apri/salva file in formato RTF

L’Associazione Volontari del Centro Internazionale Studenti G. La Pira (Associazione di Volontariato - ONLUS), istituita a Firenze nel 1978, è divenuta riferimento sicuro per un gran numero di giovani provenienti da tutto il mondo. Finalità prioritarie sono: favorire la conoscenza delle diverse culture e lo scambio di idee fra giovani di tutto il mondo; sostenere gli studenti esteri durante il periodo di formazione scolastica ed universitaria.
Per quanto riguarda i servizi e l’assistenza forniti dal Centro, sono attivi:

  • una Segreteria che coordina le varie attività;
  • un Servizio Alloggi, che favorisce il reperimento di alloggi gratuiti o in affitto e gestisce in proprio tre case di accoglienza;
  • un Servizio Sanitario, a disposizione per fornire aiuto e orientamento, in collaborazione col Centro Medico Stenone;
  • un Servizio Sociale, che gestisce un fondo proprio per aiuti economici;
  • una Biblioteca, Emeroteca e Videoteca, fornite di 5.000 volumi, un centinaio di audiocassette di musica etnica, vari film africani e abbonamenti a circa 50 riviste nazionali e internazionali (Centro di Documentazione Interculturale);
  • Corsi di Lingua e Cultura italiana strutturati su tre livelli di apprendimento della durata di 120 ore mensili, frequentati da giovani dai 18 ai 30 anni, provenienti da 80 Paesi (il 90% dal Sud del Mondo e dall’Est Europeo). Gli insegnanti, circa 40, svolgono attività di volontariato e sono in genere docenti di lingue straniere o di lingua italiana presso scuole elementari e medie. Attualmente, in collaborazione con l’Università di Siena, si tiene un corso di formazione per gli insegnanti;
  • Corso di Storia dell’Arte integrato da una serie di visite guidate alle maggiori opere d’arte della città e della Toscana;
  • Ufficio Legale, offre consulenza e informazioni gratuite sui diritti/doveri dei cittadini immigrati;
  • Corso di inglese su due livelli;
  • un Notiziario Internazionale (Mondonews), in sei lingue e in collaborazione con l’emittente toscana Radio Monte Serra.

FONDAZIONE CARIPLO - ISMU
MILANO

Foro Buonaparte, 22
CAP 20121
Tel. 02 72023375
Fax 02 876042
Posta elettronica: ismu@ismu.org

espansione: apri/salva file in formato RTF

La Fondazione Cariplo per le Iniziative e lo Studio sulla Multietnicità promuove e sostiene iniziative di studio e intervento sui diversi aspetti relativi alla società multietnica. Si propone come struttura di servizio rivolta a enti e istituzioni pubbliche, al mondo del volontariato, agli operatori scolastici e sociali, a studenti e studiosi. L’attività si articola in quattro aree principali:

  • la documentazione, che consiste nella raccolta sistematica dei materiali esistenti, in ambito nazionale e internazionale;
  • la promozione di ricerche e studi;
  • la formazione che comprende attività di supporto, rivolte a utenze qualificate di enti pubblici e privati;
  • l’informazione attraverso seminari, convegni e la stampa di pubblicazioni sui temi della multietnicità.

L’obiettivo di questo progetto è offrire a operatori socio-educativi, genitori e allievi momenti di riflessione sui propri modelli culturali e diffondere informazioni sulle diverse culture e sulle relazioni tra i popoli in prospettiva interculturale. Prevede:

  • corsi di formazione in scuole di ogni ordine e grado
  • seminari di studio sui temi dell’intercultura in collaborazione con enti pubblici e privati
  • convegni nazionali e internazionali
  • produzione, diffusione e presentazione di materiali per la scuola
  • monitoraggio della presenza degli alunni stranieri (Lombardia)

Temi privilegiati della formazione sono: accoglienza e inserimento, antropologia culturale, comunicazione artistico espressiva e visuale, culture e tradizioni orali, discriminazione e razzismo, Europa e interculturalità, famiglia e scuola, letterature e società multietniche insegnamento e apprendimento dell’italiano come seconda lingua, le letterature straniere e le "nuove letterature".

CENTRO COME
MILANO

V.le Piceno, 60
CAP 20100
Tel. 02 77403144 -3113 - 3114
Fax 02 77403173

 

Il Centro è un servizio della Cooperativa "Farsi Prossimo" della Caritas Ambrosiana e del settore Servizi Sociali della Provincia di Milano. Il Centro ha iniziato l’attività nel maggio 1994 e l’apertura al pubblico nel settembre 1994. Gli obiettivi che intende raggiungere sono:

  • creare le condizioni nei servizi, nei luoghi di vita, nelle istituzioni, negli operatori affinché si rendano possibili l’accoglienza e l’integrazione dei bambini stranieri e delle loro famiglie e promuovere l’incontro e il confronto tra le culture;
  • fornire ai minori stranieri e alle loro famiglie, strumenti di conoscenza e informazione per potersi orientare e inserire nella società italiana;
  • tutelare, attraverso un’integrazione tra risorse dei servizi pubblici e del volontariato, i minori più "vulnerabili" e in condizione di marginalità.
  • Il Centro si rivolge ad insegnanti e dirigenti scolastici, ad operatori di comunità e dei servizi pubblici e privati, a studenti, a volontari, alle famiglie e ai minori stranieri ai quali destina molteplici servizi: consulenza e informazione su aspetti socio-sanitari e assistenziali, educativi e culturali; inserimento scolastico di minori stranieri; consulenza alla progettazione di interventi in ambito educativo-culturale e socio-assintenziale; attività di formazione e aggiornamento che prevedono l’organizzazione di seminari sui temi dell’educazione interculturale e dell’insegnamento dell’italiano come L2; elaborazione di strumenti e materiali per l’integrazione e l’educazione interculturale; realizzazione di azioni, ricerche e progetti mirati (mediazione linguistico-culturale, progetti per adolescenti stranieri, scaffale multiculturale con libri in lingue di origine).

    MANITESE - CRES
    MILANO

    Piazza Gambara, 7/9
    CAP. 20146
    Tel. 02 4075165
    Fax 02 4046890
    Posta elettronica:
    Sito Internet:

    espansione: apri/salva file in formato RTF

    E’ un’Organizzazione non Governativa di cooperazione allo sviluppo-ONLUS, opera dal 1964 a livello nazionale e internazionale per favorire l’instaurazione di nuovi rapporti tra i popoli, fondati sulla giustizia, la solidarietà, il rispetto delle diverse entità culturali. Realizza progetti di solidarietà nel Sud del Mondo e svolge una costante opera di informazione, di educazione allo sviluppo e di pressione politica.
    Le attività in ambito scolastico, finalizzate all’educazione allo sviluppo, ai diritti, all’interculturalità, all’ambiente, sono curate dal CRES (Centro Ricerca Educazione allo Sviluppo), un’Associazione professionale di insegnanti dei diversi ordini di scuola e di esperti in scienze dell’educazione, attraverso iniziative di aggiornamento e pubblicazioni a supporto del lavoro degli insegnanti.

    LA SINTESI EDITRICE
    MILANO

    Via Giuseppe Meda, 7
    CAP 20136
    Tel. 02 8321725
    Fax 02 8393350
    Posta elettronica: lasintesi@iol.it

    espansione: apri/salva file in formato RTF

    "Sintesi" è una società di servizi editoriali, promozione e comunicazione aziendale che oltre a collaborare con le principali case editrici italiane, pubblica testi finalizzati alla divulgazione della conoscenza della religione islamica (per esempio il testo "L’Islam e l’Italia", in collaborazione con l’IRRSAE Lombardia) e realizza progetti multimediali, come il corso didattico " Vivere l’Islam in Europa".

    CENTRO D.A.R.I. - SERVIZIO INTERCULTURA
    PADOVA

    Via De Cristoforis, 2 (zona Stanga)
    CAP. 35100
    Tel. e Fax 049 8073100
    Posta elettronica:
    dari@provincia.padova.it
    Internet: www.provincia.padova.it/
    PROVVEDITORATO/
    CENTRODARI/dari.htm

    espansione: apri/salva file in formato RTF

    Il Servizio Interculturale del Centro, per quanto riguarda l’insegnamento dell’Italiano come L2 svolge le seguenti attività:

    1. Consulenza didattica agli insegnanti ed elaborazione di strategie d’accoglienza e d’intervento nelle classi con alunni stranieri;
    2. Coordinamento di progetti interistituzionali (Servizi Educativi del Comune e Provveditorato agli Studi) d’intervento di supporto linguistico ad allievi stranieri;
    3. Coordinamento di progetti d’intervento di supporto linguistico ad allievi stranieri di associazioni di volontariato;
    4. Interventi formativi per insegnanti.
    5. Raccolta di materiale didattico e bibliografico.

    CIDIS ( CENTRO INFORMAZIONE, DOCUMENTAZIONE E INIZIATIVA PER LO SVILUPPO)
    PERUGIA

    Via della Viola, 1
    CAP. 06122
    tel. 075 5720895 - 5735673

    espansione: apri/salva file in formato RTF

    Associazione senza scopo di lucro, costituita nel 1987, già attiva dal 1985 nel campo della cooperazione internazionale e dell’educazione interculturale. Riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri come idonea a gestire interventi nei Paesi del Sud del mondo. Collabora ad iniziative e progetti della Commissione dell’Unione Europea e realizza attività, per conto e in collaborazione, con numerose amministrazioni locali.
    Il CIDIS persegue una duplice finalità: far conoscere e mantenere vivo l’impegno del Nord del mondo verso i Paesi del Sud e far conoscere la complessità delle questioni di una società occidentale ormai strutturalmente multietnica. Si è fatto promotore di iniziative di informazione e sensibilizzazione per la promozione di una nuova cultura che contribuisca ad affermare il principio dello sviluppo umano allo scopo di rendere, soprattutto i giovani, più consapevoli della complessità dei problemi del mondo attuale.
    Presso il Centro di documentazione CIDIS "Pagine aperte" possono essere reperiti sull’argomento diversi volumi, dispense, guide, video.
    Il Centro ISI - SCUOLA ha sede presso il CIDIS di Perugia e intende fornire informazioni e servizio di consulenza alle famiglie immigrate per un orientamento sul sistema scolastico italiano, per un aiuto ad affrontare difficoltà comunicativo-linguistiche, per la salvaguardia della cultura di origine nell’iter formativo dei figli. A questo scopo il Centro mette a disposizione delle famiglie esperti e mediatori culturali. Si organizza con laboratori permanenti per il sostegno scolastico dei bambini immigrati, con laboratori di lingua e cultura di origine e con attività ludiche e di creatività.

    CENTRO STUDI BAHA’I
    ROMA

    Via Stoppani, 10
    CAP. 00100
    Tel. 06 8079647
    Fax 06 8070184
    Posta elettronica: nsa.italy@agora.stm.it

    espansione: apri/salva file in formato RTF

    LA Baha’i International Community è un’organizzazione non governativa che comprende e rappresenta l’insieme delle persone nel mondo appartenenti alla fede Baha’i. Ad essa appartengono uomini e donne di più di 2100 gruppi etnici e quasi ogni nazionalità, classe economica, professione.
    Il progetto "La Terra è un solo Paese" che i Baha’i’ desiderano proporre, riguarda la consulenza e la formazione di insegnanti dei vari ordini scolastici, in grado non solo di impartire la conoscenza di una lingua straniera, ma di accompagnare tale capacità ad una visione che tenga conto dell’inserimento e dello sviluppo di un individuo in un contesto sociale diverso dal suo, ma nel pieno rispetto della sua identità. Tale lavoro concorrerà alla creazione di una reale ed equilibrata società multiculturale.
    Il progetto, rivolto agli insegnanti della Scuola per l’Infanzia, ha come obiettivo facilitare l’apprendimento della lingua italiana e l’integrazione all’interno della classe. Vengono approfonditi i temi della visione Baha’i con la lettura di alcuni articoli della Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e dell’Infanzia; si è realizzato un laboratorio linguistico, individuale e di gruppo, per l’apprendimento della "lingua seconda", creando un ambiente accogliente ed utilizzando le risorse umane e materiali presenti nella scuola. Per gli insegnanti di scuola elementare, l’obiettivo è il medesimo con maggior attenzione all’apprendimento della lingua per favorire l’integrazione dei bambini stranieri e dei loro genitori.

    ASAL O.N.G. PER LO SVILUPPO
    ROMA

    Via Tacito, 10
    CAP. 00193
    Tel. 06 3235388 - 3235372
    Fax 06 3235389

    espansione : apri/salva file in formato RTF

    L’ASAL (Associazione Studi America Latina) opera da oltre un ventennio nel settore della cooperazione per lo sviluppo e della solidarietà internazionale. Nel corso degli anni è andata specializzandosi in iniziative di Educazione allo Sviluppo e didattica Interculturale, lavorando soprattutto nel settore della pubblicazione e della diffusione di materiali, dell’aggiornamento degli insegnanti, dellla formazione e delll’informazione.
    Rilevante importanza rivestono gli strumenti didattici relativi all’insegnamento della geografia in un’ottica dell’interdipendenza, in particolare i materiali basati sulla carta del mondo dello sviluppo storico tedesco Arno Peters. Il gruppo degli insegnanti svolge un servizio per la diffusione, nelle scuole di ogni ordine e grado, dei temi e delle problematiche della pace, dell’interculturalità, dell’ambiente, dell’equa distribuzione delle risorse, della salute, dei rapporti Nord Sud.
    L’obiettivo generale è quello di favorire l’integrazione fra diversi soggetti e culture favorendo, anche concretamente, l’inserimento degli alunni stranieri, avendo acquisito la diversità come valore.
    Per il corrente anno (1998/99) sta realizzando sei corsi di aggiornamento (Roma, Ostia e Livorno), laboratori didattici nelle scuole dell’obbligo (Roma e Viterbo), formazione per i genitori e laboratori didattici nell’ambito di un progetto di educazione Interculturale della Regione Lazio, presso la scuola elementare Chico Mendes.
    L’ASAL organizza e gestisce un centro accoglienza per immigrati "Armadillo" in cui funzionano un asilo multietnico e un doposcuola per ragazzi della scuola dell’obbligo.

    MCE (MOVIMENTO COOPERAZIONE EDUCATIVA) - ROMA

    Via dei Piceni, 16
    CAP 00185
    Tel. 06 4457228
    Fax 06 4460386
    e-mail:
    mce@mclink.it

    espansione: apri/salva file in formato RTF

    E’ un’Associazione, di insegnanti e operatori culturali,a carattere pedagogico, didattico e socioculturale, che indirizza i suoi sforzi all’innovazione delle procedure e delle metodologie educative.
    La sua attività di ricerca e sperimentazione si esplica in tre diversi settori: la scuola nella sua quotidianità, il campo della formazione e dell’aggiornamento professionale, il terreno dell’impegno sociale con bambini e adulti in situazione di disagio e di extrascolarità.
    Alcune attività del Centro riguardano la costituzione dei Centri di formazione territoriali, il progetto Scuole Estive, il Progetto Scuola di formazione interculturale.

    AIMC (ASS. ITALIANA MAESTRI CATTOLICI)
    ROMA

    Via Clivo Monte del Gallo, 48
    CAP 00165
    Tel. 06 634651
    Fax 06 39375903
    e-mail: A.I.M.C@flashnet.it
    sito internet: http://dante.bdp.it/aimc/

    espansione: apri/salva file in formato RTF

    L’AIMC è un’Associazione nazionale di insegnanti di scuola elementare che svolge attività di formazione e aggiornamento sui temi dell’educazione interculturale nelle diverse strutture territoriali.
    Il "Progetto città senza porte" focalizza i temi dell’accoglienza e del dialogo fra culture diverse come ricchezza da riconoscere e promuovere nella scuola.

    CIR (CONSIGLIO ITALIANO PER I RIFUGIATI)
    ROMA

    Via del Velabro, 5/a
    CAP 00186
    Tel. 06 69200114 - 5
    Fax 06 69200116
    e-mail:
    c.i.r.@flashnet.it

    espansione: apri/salva file in formato RTF

    Il Consiglio Italiano per i Rifugiati è nato sul modello di simili organismi, presenti da tempo nella maggior parte dei Paesi europei, per coordinare e potenziare l’azione delle organizzazioni impegnate nella difesa dei diritti dei richiedenti asilo e dei rifugiati in Italia.
    Il Centro è strutturato in varie sezioni specializzate: servizio sociale, servizio legale, relazioni pubbliche, centro per le vittime di torture.
    Promuove incontri nelle scuole, corsi di aggiornamento e formazione sui temi dell’esilio e sulle storie di vita dei rifugiati e dei migranti.

    CENTRO INTERCULTURALE MILLEVOCI - TRENTO

    c/o Direzione didattica "Sanzio"
    Via Tommaso Gar
    CAP. 38100
    Tel. 0461 235241

    espansione: apri/salva file in formato RTF

    Il Centro si rivolge al mondo scolastico sostenendo e realizzando attività culturali e interventi formativi finalizzati all’integrazione interculturale. Si propone, tra l’altro, di favorire l’integrazione scolastica, di sostenere il lavoro dei docenti, di offrire consulenze sulla didattica interculturale.
    Il Centro ha realizzato diverse attività, tra le quali si ricordano la raccolta e l’organizzazione dei dati relativi alla presenza di alunni stranieri nelle scuole della provincia; l’organizzazione di incontri territoriali con le scuole, le associazioni, gli enti locali per monitorare problemi ed esigenze di chi lavora; la progettazione di corsi di aggiornamento per docenti e di corsi di formazione per mediatori linguistico-culturali.

    PROGETTO LITOS
    TORINO

     

    Il progetto LITOS, in atto a Torino presso il Provveditorato agli Studi, comprende diversi settori di attività:

    Settore didattico - LITOS D

    • progetti sperimentali di attività didattiche e di organizzazione scolastica flessibile nelle scuole materne, elementari e medie della città, con il funzionamento di laboratori linguistici per alunni di lingua madre non italiana e di attività di educazione interculturale rivolte alla totalità degli alunni;
    • funzionamento sistematico di un gruppo di Ricerca/Azione composto da insegnanti delle scuole pilota ed esperti;
    • produzione di materiali didattici di italiano L2 per allievi di recente arrivo a Torino e per allievi impegnati nello studio del curricolo nelle diverse discipline;
    • predisposizione ed applicazione di strumenti e procedure per la valutazione iniziale e dei progressi degli alunni.

    Settore di ricerca - LITOS R

    Sono state realizzate alcune ricerche tra loro coordinate:

    • un’indagine conoscitiva sui comportamenti e le aspirazioni linguistiche degli stranieri adulti;
    • una ricerca-gioco che vede protagonisti i ragazzi per capire e far capire il bilinguismo;
    • l’elaborazione di strumenti per la diagnosi dei bisogni educativi e dei progressi nella competenza linguistica degli allievi bilingui, che parlano a casa una lingua diversa da quella della scuola (il Profilo Bilingue Millepunti).

    Settore formazione/aggiornamento dei docenti - LITOS F/A

    • un piano sistematico di formazione continua dei docenti delle scuole primarie e secondarie sui temi generali di educazione interculturale, e per la qualificazione specifica nel campo della didattica dell’italiano L2;
    • un gruppo di Ricerca/Azione per la formazione di insegnanti referenti/esperti;
    • l’elaborazione e la verifica di materiali monografici per la formazione degli insegnanti (Progetto REPEAT - Retraining Promote Equality and Achievement).

    Attività interistituzionali - LITOS INT

    • funzionamento di un Centro Interistituzionale, il CIDISS, in collaborazione tra Provveditorato agli Studi, Comune di Torino e Regione Piemonte. Il Centro è sede di consulenza per le famiglie e per le scuole, ed è supporto ad una rete telematica fra scuole;
    • osservatorio statistico e di analisi qualitativa.

    CENTRO INTERCULTURALE DELLA CITTA’ DI TORINO

    Via P. Frattini, 11
    CAP. 10137
    Tel. 011 4429700
    Fax 011 4429719
    e-mail:
    centroic@comune.torino.it
    internet: www.comune.torino.it/
    intercultura/welcome.html

    espansione: apri/salva file in formato RTF

    Il Centro Interculturale, aperto nell’ottobre 1996, in seno all’Assessorato per la Cultura, rientra in un più complessivo programma politico che ha tra i suoi capisaldi l’integrazione socio-culturale tra i cittadini e l’implementazione del senso di appartenenza al territorio cittadino.
    Il Centro è frutto della consapevolezza che, oltre a rispondere a bisogni primari dei cittadini stranieri, occorre rispondere ai loro bisogni culturali.
    Altri uffici e settori dell’Amministrazione si occupano di cittadini stranieri, in particolare dal punto di vista assistenziale e di accompagnamento ai servizi primari (Ufficio Stranieri, Ufficio Minori, Extracomunitari e Ufficio Mondialità), con compiti di formazione per operatori dei servizi educativi.
    Il Centro valorizza le realtà di gruppi e associazioni presenti a Torino, collaborando con le associazioni in fase di programmazione e realizzazione di specifiche attività; partecipa a progetti di rete tra i vari soggetti istituzionali e non (ad es. interagendo con la Provincia di Torino sul progetto Atlante, con il Provveditorato agli Studi per corsi di alfabetizzazione per stranieri sia per corsi complementari rivolti ai cittadini stranieri che per la rassegna cinematografica "Mondi lontani e vicini"); propone attività di laboratorio per scuole e gruppi; promuove seminari, convegni, tavoli di lavoro tematici; produce materiali interculturali tra cui un calendario multietnico e multireligioso che, per quanto riguarda l’edizione del 1999, sarà dedicato al tema dei diritti umani a cinquanta anni dalla Dichiarazione Universale; realizza una rivista trimestrale denominata "Identità/Differenza" sulla quale vengono segnalate le iniziative sia del Centro, sia dei vari organismi che sono attivi sui temi dell’interculturalità; promuove la formazione interculturale.

    RUE - RISORSE UMANE EUROPA
    UDINE

    c/o ITI "A. Malignani"
    Viale L. Da Vinci, 10
    CAP 33100
    Tel. 0432 46361
    Fax 0432 545420
    Posta elettronica:
    rue@malignani.ud.it
    sito internet:
    Http://www.rue.it

    espansione: apri/salva file in formato RTF

    Associazione non profit costituita a Udine nel 1992, è un servizio di promozione europea della Regione Friuli Venezia Giulia (L.R. 6/89).
    Disimpegna attività di sportello per il programma "Gioventù per l’Europa" e, per incarico della Regione, coordina seminari e laboratori per gli studenti delle scuole superiori (Conoscere l’Euro).
    E’ partner per il biennio 1999/2000 di progetti europei della rete Socrates (Intermedia, Mediadores Interculturais - progetto Comenius, az. 2) e della rete Leonardo (M.C.E., Mediatore Culturale Europeo). Dal 1998, associata all’ASGI (Associazione di Studi Giuridici sull’Immigrazione); coordina laboratori di formazione giuridica sulla condizione dello straniero. L’Associazione è attiva nel campo dell’educazione interculturale e dell’educazione all’accoglienza di alunni stranieri extracomunitari nella scuola della Provincia di Udine.
    Coordina, a partire dal 1993, interventi di mediazione linguistica e di prima accoglienza, mediante progetti approvati dal Ministero dell’Interno a favore degli sfollati dell’ex Yugoslavia, accolti per motivi umanitari e, dal 1995, in convenzione con la provincia di Udine e numerosi Comuni, a favore di minori extracomunitari.
    Dal 1997 è aperto, presso l’I.T.I. A. Malignani di Udine, un laboratorio permanente di formazione dei mediatori linguistici e degli operatori sociali; dal 1998 è convenzionato con l’associazione RUE per l’attuazione di un "Progetto per l’integrazione sociale e le diversità culturali dei minori stranieri e delle loro famiglie in Provincia di Udine".
    La Regione Friuli V. G. ha affidato a RUE un incarico di ricerca su "Donne immigrate e diritti di cittadinanza", attivato nel mese di febbraio 1999. Per conto dell’ERMI coordina un laboratorio di lingua italiana per minori albanesi e Kosovari, iscritti nelle scuole udinesi.

     

    aiuto  chi siamo   link  
    RaiEduLab