aiuto

chi siamo
link
  SINTESI


Nomadi

In questa sezione appaiono alcuni dei progetti presenti nel cd rom Educazione interculturale,
realizzato dal Ministero della pubblica istruzione e distribuito a tutte le scuole.
Di ciascun progetto è possibile scaricare in formato RTF (Rich Text Format, leggibile
da qualsiasi programma di videoscrittura) un riassunto più dettagliato o "espansione".

Scuola Elementare e materna

 

DIREZIONE DIDATTICA STATALE "C. MARCELLO" - MILANO

Via Console Marcello, 9
CAP. 20156
Tel. 02 33002311
Fax 02 33000715

espansione: apri/salva file in formato RTF

La scuola elementare "Console Marcello" per la sua ubicazione in un quartiere periferico accoglie numerosi alunni zingari, stranieri e in condizioni di disagio. Il percorso predisposto prevede, quindi, l’innalzamento dell’offerta formativa atto a dare di più a chi ha meno e a prevenire il fenomeno della dispersione scolastica.
L’organizzazione del Progetto è garantita dalle figure dei cinque insegnanti facilitatori, di cui due coordinatori che si occupano di ogni pratica riguardante l’inserimento di alunni stranieri e zingari e che hanno il compito di gestire il laboratorio linguistico per l’apprendimento della L2 , coadiuvate dalle mediatrici Culturali Rom.

CIRCOLO DIDATTICO 27° "G. CAGLIERO"
ROMA

Largo Volumnia,11
CAP. 00181
Tel. e fax 06 7803254

espansione: apri/salva file in formato RTF

La scuola Cagliero si caratterizza come una scuola d’accoglienza e conta tra i suoi utenti un elevato numero di bambini provenienti da molti Paesi del mondo. Le diversità di ognuno si riscoprono nella varietà delle opportunità formative offerte agli insegnanti. Il progetto, di durata triennale, "Verbalia Tantum, ovvero le parole di tutti ", nasce dall’esigenza di offrire strumenti per l’apprendimento della lingua italiana come L2. La presenza di un elevato numero di alunni di lingua cinese nelle classi coinvolte ha orientato la scelta della lingua da comparare a quella italiana e la difficoltà comunicativa ha fatto nascere l’esigenza di partire da difficoltà fonetiche più che da quelle di scrittura. Il progetto coinvolge alunni di scuola elementare e media con la presenza di bambini stranieri (cinesi, russi, albanesi, indiani, marocchini...) al fine di favorire il superamento del disagio e l’acquisizione delle abilità linguistiche e per un migliore inserimento sociale. Prevede l’utilizzo di mezzi informatici e multimediali per la ricerca e lo scambio telematico.
Un secondo progetto "La ricchezza della diversità" ha come obiettivo quello dell’accoglienza e dell’integrazione degli alunni stranieri in prevalenza extracomunitari e zingari. La fase dell’accoglienza, attraverso l’educazione al dialogo sia con gli alunni che con i genitori, un momento di promozione relazionale. Per promozione relazionale si intende: programmare l’aspetto ludico come conoscenza reciproca, curare il dialogo verbale sulle esperienze significative dei bambini, relazionare costruttivamente con i genitori nel rispetto dei reciproci ruoli.

Proposti da enti e associazioni

 

COMUNE DI MODENA
SETTORE PUBBLICA ISTRUZIONE

Via Galaderna, 8
CAP 41100
Tel. 059 206782 - 206777
(Uff. Educaz. Adulti)
fax 059 206717 - 206906

espansione: apri/salva file in formato RTF

Il progetto nasce nell’aprile del 1994 e prevede interventi finalizzati a sostenere e qualificare l’inserimento scolastico di alunni stranieri nelle scuole dell’obbligo e nella scuola secondaria di primo grado. Sono stati predisposti i seguenti interventi:

  • organizzazione di un nucleo di persone volontarie, reclutate tra il personale insegnante in pensione, da utilizzare, in orario scolastico, per attività di prima alfabetizzazione in italiano L2 e nello studio/apprendimento delle discipline, sulla base di progetti individualizzati concordati con gli insegnanti di classe (attualmente sono impegnate 10 persone).
  • Organizzazione di un piccolo gruppo di mediatori linguistico-culturali stranieri per interventi nelle scuole, finalizzati a una prima accoglienza degli alunni stranieri neoarrivati e delle loro famiglie. Inizialmente il gruppo era composto da cinque mediatori: uno per la lingua e cultura cinese, due per la lingua e cultura dei Paesi Arabi, uno per l’area anglofona centroafricana, uno per la lingua e la cultura filippina, ai quali si sono affiancate, nel tempo, altre persone per offrire collaborazioni occasionali determinate dal modificarsi dei flussi migratori.
  • Convenzione tra Comune di Modena, Settore Istruzione/Servizi Sociali e Provveditorato finalizzata a promuovere la scolarizzazione degli alunni nomadi, l’accoglienza e l’inserimento scolastico degli alunni stranieri di recente immigrazione.
  • Organizzazione di corsi intensivi di italiano per alunni stranieri neoarrivati, sia durante l’estate che ad anno scolastico iniziato. In accordo con direttori e presidi è stato costituito un gruppo di lavoro per verificare le effettive esigenze delle scuole e individuare le modalità organizzative più opportune. Il modello attuato prevede:
    • un corso intensivo di I livello di 45 ore
    • tre corsi di II livello di 27 ore

Ai corsi si sono iscritti 23 alunni (scuole elementari e medie) tra i 10 e i 15 anni.

 

aiuto  chi siamo   link  
RaiEduLab