aiuto

chi siamo
link
  NORMATIVA




MIUR
Dipartimento per i Servizi nel Territorio
Direzione Generale per l'Organizzazione dei Servizi nel Territorio
Ufficio Quarto

Circolare n. 155
Prot. n. 520, 26 ottobre 2001


Roma, 26 ottobre 2001

Oggetto: Scuole collocate in zone a forte processo immigratorio (artt.5 e 29 del C.C.N.I. -Comparto Scuola- 1999) - Anno scolastico 2001/02

Con la presente si forniscono, per l'anno scolastico 2001/2002, i criteri per l'assegnazione alle istituzioni scolastiche del fondo (£. 10.000.000.000=diecimiliardi) di cui agli artt.5 e 29 del vigente Contratto Collettivo Nazionale Integrativo - Comparto Scuola, volto a sostenere l'azione del personale scolastico impegnato a favorire l'accoglienza e l'integrazione degli alunni immigrati e/o nomadi.

Tale stanziamento è ripartito tra gli Uffici Scolastici Regionali sulla base dei dati acquisiti dal Sistema informativo del MIUR relativi all'a.s. 2000/2001 secondo i seguenti criteri:
· il 70% della somma è assegnato in base al numero delle scuole aventi una percentuale di alunni stranieri e/o nomadi iscritti superiore al 10% della popolazione scolastica degli istituti stessi,
· il 30% sulla base del numero di alunni stranieri e/o nomadi presenti sul territorio regionale. La quota del 30% è raddoppiata nei casi in cui, pur in presenza di un rilevante numero di alunni stranieri diffusi sul territorio, non sia applicabile il criterio del 70%.
I Direttori degli Uffici Scolastici Regionali, previa informazione preventiva alle OO.SS., provvederanno a ripartire i fondi in parola tra le Istituzioni scolastiche interessate, secondo i seguenti criteri di massima:
· presenza di alunni stranieri e/o nomadi iscritti, superiore al 10% della popolazione scolastica degli istituti stessi;
· situazioni particolari e/o di emergenza, in presenza di un numero significativo di alunni stranieri;
· iniziative per la progettazione e lo studio di strategie specifiche per l'accoglienza e l'integrazione;
· progetti di accoglienza e di integrazione per i quali sia richiesta la prosecuzione per il permanere delle esigenze.
Nella fase di ripartizione delle risorse alle scuole, gli Uffici Scolastici Regionali dovranno destinare la quota del 30% alle scuole che non siano già destinatarie di risorse contrattuali provenienti da fondi diversi da quelli di cui agli artt. 5 e 29 del citato CCNI .

Gli Uffici Scolastici Regionali in indirizzo faranno pervenire alla scrivente Direzione Generale una relazione finale sui provvedimenti adottati, sulle modalità di utilizzo dei fondi sopraindicati da parte delle istituzioni scolastiche e sui risultati conseguiti, avendo cura di coordinare questi interventi con quelli previsti dalla legge 482/99 (C.M 89 del 21/5/2001). A questo scopo sarà inviata entro il corrente anno una apposita scheda di rilevazione al fine di consentire a questa Direzione di avere un quadro complessivo della utilizzazione delle varie tipologie di finanziamenti destinate agli alunni stranieri.

Si comunica, infine, che i fondi in questione, ricompresi nello stanziamento finalizzato al miglioramento dell'offerta formativa, sono stati accreditati, nella quota del 50% agli Uffici Scolastici provinciali, dall'Ufficio X della Direzione Generale del Personale della Scuola e dell'Amministrazione con il riparto dei fondi iscritti al capitolo 2087 - compensi e indennità per il miglioramento dell'offerta formativa.
Comunicazione in tal senso è stata data dall'Ufficio X con la nota del 24.9.2001.
Il Ministero del Tesoro con il decreto 31434 del 7.5.2001 ha destinato, in termini di competenza e cassa, l'ulteriore quota dello stanziamento del capitolo 2087 a decorrere dal 1° luglio u.s..
Lo scrivente Ufficio è a disposizione per ogni informazione ed eventuali chiarimenti (Ufficio IV - Dir. Gen. Organizzazione Servizi nel territorio - Viale Trastevere 76/A, 00153 ROMA -fax. 06/58492486 - e-mail: dgelem.div3@istruzione.it).
IL DIRETTORE GENERALE
F.to Silvana RICCIO

Allegati
1. Testo dell'intesa tra questa Amministrazione e le OOSS del comparto scuola

2. Tabella con la ripartizione dei fondi, al lordo, assegnati a ciascun Ufficio Scolastico Regionale

Torna su



aiuto  chi siamo   link  
RaiEduLab