aiuto

chi siamo
link
  NORMATIVA




Contratto collettivo nazionale integrativo comparto scuola 1998/2001

Clicca qui per salvare il documento in rtf

 

.....OMISSIS......

Particolari tipologie di situazione

Art. 5
Scuole collocate in aree a forte processo immigratorio.

1. Al fine di sostenere l’opera del personale della scuola impegnato a favorire la piena accoglienza e l’integrazione degli alunni e degli adulti provenienti dagli altri Paesi, e/o nomadi, iscritti alle sezioni, alle classi e ai corsi delle scuole di ogni ordine e grado funzionanti nelle aree a forte processo immigratorio e in particolare dei docenti impegnati nell’insegnamento della lingua italiana, il fondo di istituto delle predette scuole è incrementato da specifiche risorse assegnate secondo le modalità disciplinate dal successivo art. 29 del presente contratto.

2. Considerata la necessità di accogliere le differenze linguistiche e culturali come valore da porre a fondamento del rispetto reciproco, dello scambio tra le culture e della tolleranza e di favorire e promuovere iniziative volte all’accoglienza e alla tutela della cultura e delle lingua di origine, le parti entro il 30 gennaio 2000 avvieranno una sede di confronto per l’attuazione dell’ art. 36 della Legge 6.3.1998, n. 40.

......OMISSIS......

 

Formazione

Art. 19
Formazione per gli insegnanti delle scuole collocate nelle aree a forte processo immigratorio o frequentate da nomadi

1. Per gli insegnanti delle scuole collocate nelle aree a forte processo immigratorio, tenendo conto delle esperienze già realizzate l’Amministrazione promuove l’organizzazione delle seguenti attività formative:

  • pronto intervento linguistico,
  • corsi specifici sull’insegnamento della lingua italiana ad alunni e adulti di lingua nativa diversa dall’italiano,
  • approfondimento delle tematiche dell’educazione interculturale,
  • produzione e diffusione di materiali didattici.

2. A seguito di specifiche intese, i corsi per l’insegnamento della lingua italiana ad allievi ed adulti di lingua nativa diversa dall’italiano, possono anche essere offerti dall’Università come corsi di perfezionamento. Per la predisposizione di materiali per il pronto intervento linguistico e per la messa a disposizione di risorse didattiche si fa ricorso alle tecnologie della comunicazione e dell’informazione.

3. Per l’impostazione e l’organizzazione delle attività le scuole e l’Amministrazione si avvalgono della collaborazione di soggetti qualificati e/o accreditati, cooperano con le iniziative già realizzate o in corso da parte degli enti locali, delle associazioni espressione delle comunità di immigrati, delle organizzazioni non governative e delle associazioni di volontariato riconosciute.

4. Al fine di potenziare le iniziative di formazione l’Amministrazione realizzerà le opportune intese per avere accesso alle risorse previste dalla Legge n. 40 del 6.3.1998 per le politiche dell’immigrazione.

.......OMISSIS.....

Torna su

 



aiuto  chi siamo   link  
RaiEduLab