RaiTorna alla Home PageMultimedi@Scuola
lezioniil corsonovitàesperienzeforummappa

lezione 1lezione 2lezione 3lezione 4lezione 5lezione 6lezione 7lezione 8lezione 9lezione 10
Rai Educationalstrumenti generali
ti trovi in: home > il corso >
F.A.Q. (domande frequenti)

Elenco delle domande più frequenti, accompagnate dalle relative risposte.


  • A chi è rivolto il corso?
    Il corso è rivolto a tutti i docenti di ogni ordine e grado che abbiano già una minima familiarità con il computer; per esempio, docenti che hanno già partecipato ai corsi di formazione 1A previsti dal PSTD
  • Come faccio per partecipare al corso?
    Per partecipare al corso è necessario iscriversi presso una scuola che funge da punto di ascolto. Se la tua scuola non si è attrezzata per svolgere le funzioni di punto di ascolto, puoi rivolgerti al punto d'ascolto più vicino. Il referente per lo sviluppo delle tecnologie didattiche del Provveditorato di competenza può indicarti qual è il punto d'ascolto attrezzato più vicino alla tua scuola.
  • A chi devo comunicare la mia adesione al corso?
    L'adesione al corso deve essere comunicata solo al dirigente scolastico del punto di ascolto prescelto (che a sua volta fornirà l'elenco dei partecipanti al Provveditorato di competenza). Non deve essere data ulteriore comunicazione né al Provveditorato, né al Ministero, né alla redazione RAI. Dato che la procedura di adesione al corso è totalmente decentrata, non esiste un modulo in questo sito per raccogliere le adesioni.
  • Posso partecipare individualmente al corso?
    NON e' possibile partecipare al corso 'individualmente' al di fuori di un punto d'ascolto. Naturalmente, nulla impedisce di seguire individualmente le lezioni televisive, indipendentemente da ogni certificazione e adesione formale, e certo speriamo che anche la pura visione delle lezioni televisive possa risultare utile agli insegnanti interessati. Ma la frequenza del corso non coincide con la sola fruizione delle lezioni televisive: richiede invece un lavoro di ulteriore approfondimento, esercitazione e discussione collettiva che può essere efficacemente condotto solo nell'ambito di un punto d'ascolto. La circolare ministeriale prevede a questo proposito che 30 delle 40 ore di attività formative previste nell'ambito del corso siano riservate proprio a queste attività, a fronte delle 10 ore delle lezioni televisive. Del resto, a parte ogni altra considerazione, la certificazione di una pura fruizione individuale delle lezioni del corso risulterebbe oggettivamente assai difficile.
  • Appartengo al personale tecnico / non docente: posso partecipare al corso?
    Il corso è stato pensato in primo luogo per soddisfare le esigenze del personale docente della scuola; nulla vieta però al dirigente scolastico, che funge da direttore del corso, di allargare la partecipazione anche alle altre componenti del personale scolastico. La redazione del corso considera anzi positivo questo allargamento, che può consentire un più efficace lavoro collettivo e permettere una discussione più ampia e articolata delle problematiche connesse all'uso didattico delle tecnologie multimediali.
  1. verificare di avere le risorse hardware e software previste per lo svolgimento del corso;
  2. comunicare la propria adesione al referente per le Tecnologie Didattiche del proprio Provveditorato agli studi.

Non sono previste altre formalità. Si ricorda che l'elenco dei referenti per le Tecnologie Didattiche dei singoli Provveditorati può essere trovato all'indirizzo Internet:
http://www.istruzione.it/innovazione_scuola/didattica/referenti.htm

  1. mettere i corsisti in condizione di seguire le lezioni trasmesse via satellite. Dovrà quindi essere dotata di un impianto televisivo satellitare con decoder digitale (in subordine è possibile registrare le trasmissioni presso privati o altri centri d'ascolto e organizzare la visione delle cassette presso il punto d'ascolto, purché entro un lasso di tempo non superiore ai 7-10 giorni dalla messa in onda), e di una televisione a grande schermo o un videoproiettore in grado di ricevere il segnale TV;
  2. mettere i corsisti in grado di esercitarsi nelle ore successive alla lezione e quindi essere dotata di almeno un computer multimediale così equipaggiato: processore di classe Pentium (consigliato Pentium II o superiore), almeno 16 Mb di RAM (consigliati 64 Mb), almeno 600Mb di disco rigido liberi, scheda audio con microfono e casse acustiche, collegamento a Internet. Ovviamente sarà preferibile la presenza di un vero e proprio laboratorio multimediale, in grado di garantire l'uso di una postazione computer come quella sopra descritta per ogni 2 o 3 partecipanti al corso. È inoltre consigliata la disponibilità di uno scanner. Se disponibili, saranno utili anche una scheda di acquisizione video, una macchina fotografica digitale e una cinepresa.
  • La mia scuola non è dotata di TV satellitare, può costituirsi lo stesso come punto di ascolto?
    Anche una scuola priva di impianto satellitare digitale può costituirsi come punto d'ascolto, se saprà organizzarsi - per esempio registrando le trasmissioni presso altri centri di ascolto o attraverso singoli insegnanti che hanno un impianto televisivo satellitare - e se la visione delle cassette registrate avverrà entro un lasso di tempo ragionevole, per esempio in settimana.
  • Qual è il calendario del corso?
    Appena il calendario completo sarà disponibile (prevedibilmente entro il 10 novembre) , sarà inserito nel nostro sito, nella sezione ad esso dedicata. In ogni caso, la prima lezione del corso è prevista per martedì 21 novembre alle ore 14.30, sul canale satellitare di RAI Educational.
  • Il Provveditorato non ha consegnato alla scuola i CD-ROM del corso, o ne ha terminato le copie. Come posso fare in questo caso per ricevere una copia dei CD-ROM?
    Ogni Provveditorato è stato fornito di un numero di copie dei CD-ROM superiore a quello delle scuole con impianto satellitare presenti nella zona di competenza. Se egualmente le copie dovessero essere terminate, consigliamo di farsi indicare dal provveditorato un punto d'ascolto fornito dei CD-ROM e organizzarne direttamente la duplicazione (i CD-ROM sono liberamente duplicabili). In ogni caso, tutti i materiali contenuti nei CD-ROM sono contenuti (o direttamente raggiungibili) all'interno di questo sito Internet. La redazione del corso, la RAI o il Ministero non hanno a disposizione ulteriori copie dei CD-ROM, e non possono organizzarne la spedizione diretta alle scuole.
  • I programmi inseriti sui CD-ROM sono considerati dalla redazione del corso / dal Ministero preferibili rispetto ad altri?
    No. I programmi sono stati selezionati ed inclusi nei CD-ROM tenendo conto della loro possibile utilità didattica e della possibilità di distribuirli liberamente, o di distribuirne liberamente versioni trial, ma né la redazione del corso né il Ministero possono o intendono suggerire l'uso di singoli programmi o strumenti rispetto ad altri. La scelta degli strumenti software da utilizzare va fatta direttamente e in assoluta libertà dai singoli utenti e dalle singole realtà scolastiche, tenuto conto dei progetti didattici avviati, del budget disponibile, del livello di preparazione e degli interessi dei docenti partecipanti, delle scelte fatte da altri insegnanti o altre scuole con le quali si intende collaborare, ecc. La redazione del corso raccomanda comunque di rivolgere una particolare attenzione ai programmi di pubblico dominio o open source¸spesso non meno validi dei più costosi programmi commerciali.
  • E' possibile fare delle copie dei CD-ROM?
    I punti d'ascolto possono duplicare liberamente i CD-ROM del corso, a condizione che le copie vengano a loro volta utilizzate nel contesto del corso o comunque in ambito didattico. Non è possibile vendere copie dei CD-ROM
  • Dove posso comprare i CD-ROM del corso?
    I CD-ROM del corso non sono in vendita. I punti d'ascolto ne otterranno copia dal Provveditorato in occasione della conferenza di servizio che precede l'avvio del corso
inizio paginacalendario corsocredits