indietro      avanti 
società comunicazione filosofia e storia letteratura e arti scienze


testi a cura di Sfefano Gensini e Giancarlo Schirru LEGENDA

ETNOLOGIA
 

sostantivo femminile

LA CITAZIONE 

"Etnologia: storia delle stirpi e delle immigrazioni dei popoli."

dal Vocabolario della Lingua Italiana di Nicola Zingarelli

IL FILM

"LA GUERRA DEL FUOCO"  


Jean Jacques Annaud

(1981)

Come molte parole del lessico scientifico contemporaneo, etnologia deriva dalla composizione di due elementi greci: ethnos, che significa razza, gruppo umano, e loghia, da logos, discorso.

La definizione del termine è dunque press’a poco, discorso, studio dei gruppi e delle razze umane.

La parola etnologia è stata coniata alla fine del Settecento in Francia, nella forma ethnologie, e si è poi diffusa nella terminologia intellettuale europea, adattandosi alle singole lingue, come nome di una specifica disciplina.

Originariamente l’etnologia aveva per oggetto la classificazione dei diversi gruppi umani del pianeta, con particolare riguardo ai popoli cosiddetti primitivi, studiati soprattutto nella conformazione fisica e razziale.

Questo significato fu però ben presto soppiantato dal termine antropologia, di più antica tradizione, e la parola etnologia si specializzò, nella seconda metà dell’Ottocento, a indicare un campo di studi più ristretto: l’osservazione dei diversi stadi di civiltà raggiunti dall’uomo, la raccolta di dati attraverso l’osservazione diretta delle culture del pianeta e, infine, una spiegazione scientifica del modo in cui le innovazioni tecniche e le conoscenze del mondo si evolvono e passano da una società a un’altra.

Nella terminologia moderna l’etnologia rappresenta quindi un ramo specialistico all’interno dell’antropologia culturale o sociale: anzi, secondo la formulazione dell’antropologo francese Claude Lévi-Strauss, lo studio etnologico è la premessa indispensabile all’indagine dell’antropologia.

Come molte scienze sociali, anche l’etnologia aveva nel secolo scorso un metodo prevalentemente storico, o diacronico. Si occupava, cioè, di comparare i diversi stadi evolutivi delle singole culture e si dedicava allo studio della diffusione delle innovazioni.

Tuttavia, a partire dalle ricerche del sociologo francese Emile Durkheim sulle forme elementari della vita religiosa, pubblicate nel 1912, si è affermato un metodo attento alle relazioni che i diversi elementi di una società stabiliscono tra loro.

L’indagine si è fatta quindi più attenta alle caratteristiche di ogni gruppo umano studiato singolarmente.

Lo studio etnologico parte quindi da un’approfondita osservazione diretta della cultura indagata: i risultati della ricerca sul campo sono poi analizzati e interpretati cercando di individuare quale sia il rapporto, nel gruppo umano in questione, tra le varie componenti della sua cultura: l’organizzazione della famiglia, le tradizioni e i riti religiosi, le credenze mitologiche, la divisione sociale del lavoro, gli utensili e le conoscenze tecniche.


LEGENDA

 

verdemedio.jpg (646 byte)

verdemedio.jpg (646 byte)

ethnos, ous
=razza
loghia
logos, ou
=discorso

studio dei gruppi e delle razze umane

verdescuro.jpg (646 byte)

ethnologie

lingua
popolo
antropologia
tradizione



verdescuro.jpg (646 byte)

osservazione dei diversi stadi di civiltà raggiunti dall'uomo

verdescuro.jpg (4751 byte)

cultura
mondo
forma
relazione
elemento
ricerca
famiglia
rito
lavoro

 

 

 

 

 

 

 






verdescuro.jpg (646 byte)

 

verdechiaro.jpg (646 byte)