indietro      avanti 
società comunicazione filosofia e storia letteratura e arti scienze


testi a cura di Sfefano Gensini e Giancarlo Schirru

LEGENDA

ESPERIENZA
 

sostantivo femminile

LA CITAZIONE 

"Mi butto continuamente in situazioni e esperienze nuove, e proprio questo è il problema."

Erica Jong

IL FILM

"IL TAGLIAERBE"  


Brett Leonard

(1992)

La parola esperienza proviene per via colta dal sostantivo latino experientia, a sua volta derivato da experiens, participio presente del verbo experiri, cioè provare, sperimentare.

Il termine, come avviene spesso per gli adattamenti dotti, non ha mutato sostanzialmente il suo significato da quello della corrispondente forma latina: indica infatti lo sperimentare o il conoscere direttamente un aspetto della realtà.

Nella tradizione filosofica il termine ha avuto un significato molto specifico, ristretto alla conoscenza ottenuta dal solo mondo fisico, intesa come separata dalla ragione e dall'idea: indica cioè quel tipo di conoscenza che parte dell’attività dei sensi.

Nel linguaggio comune, la parola ha però usi più vari e indica in modo generico la conoscenza del mondo ottenuta attraverso la vita quotidiana, il rapporto con le cose e gli altri.

Esperienza vuol dire in fondo aver attraversato una serie di eventi che, accumulati, hanno sviluppato un arricchimento interiore e una crescita morale. Per questo tendiamo ad associare l'esperienza alla maturità o alla vecchiaia.

Oppure associamo il termine a ogni singolo atto che ha permesso di conoscere un particolare aspetto del mondo o della vita: ad esempio un viaggio, una difficoltà, un’avventura amorosa.

O ancora intendiamo per esperienza la perizia che si raggiunge attraverso la consuetudine o l’applicazione costante in una determinata tecnica o in una professione.

Molto più complesso è invece il significato di esperienza nell'ambito della logica e della scienza contemporanee: se infatti per l’uomo del Rinascimento il fatto osservabile attraverso i sensi si contrapponeva ai dati acquisiti con la lettura dei classici o con la ragione, nella scienza del nostro secolo vengono condotti esperimenti in cui i fenomeni non sono osservati direttamente, ma derivano da operazioni molto complesse che comportano calcoli matematici, deduzioni, astrazioni.

Pensiamo ad esempio alle prove che sostengono le diverse teorie sulla struttura dell’atomo condotte su grandezze soltanto ipotizzate perché non osservabili.

Come si vede quindi per l’uomo del nostro tempo il confine tra la sfera dell'esperienza e quella del pensiero o della razionalità non può essere tracciato con nettezza.

LEGENDA






 

verdemedio.jpg (646 byte)

verdemedio.jpg (646 byte)

experientia, ae
experiens, entis
experiri
=provare
=sperimentare


sperimentare

verdescuro.jpg (646 byte)

conoscere
realtà
idea
senso


conoscenza del mondo ottenuta attraverso la vita quotidiana


verdescuro.jpg (646 byte)

evento
vecchiaia
mondo
viaggio








verdescuro.jpg (4751 byte)

perizia


uomo
atomo
pensiero