indietro      avanti 
società comunicazione filosofia e storia letteratura e arti scienze


testi a cura di Sfefano Gensini e Giancarlo Schirru

LEGENDA

PENSIERO
 

sostantivo maschile

LA CITAZIONE 

"Comune a tutti è il pensiero."

Eraclito

IL FILM

"INCONTRI RAVVICINATI DEL TERZO TIPO"  


Steven Spielberg

(1977)

La parola italiana pensiero fa parte di un gruppo di sostantivi e aggettivi provenienti dal francese antico o dal provenzale e caratterizzati dalla terminazione in -iere o -iero: tra questi figurano, ad esempio, cavaliere, sentiero, guerriero, leggero.

Per pensiero il punto di partenza è il provenzale pensier, sostantivo derivato dal verbo pensar che continua per via semidotta il latino pensare.

E’ interessante osservare che il significato più consueto di questo termine nasce da una metafora: in latino pensare voleva dire infatti pesare con cura: da questo significato fisico, materiale, si è passati al senso di pesare con la mente e dunque, appunto, pensare.

Con il termine pensiero si intende un'attività psichica che consente di formare contenuti mentali: dalla conoscenza della realtà esterna percepita attraverso i sensi e l'esperienza fino alla costruzione di schemi razionali e astratti.

Tradizionalmente il pensiero è considerato il segno distintivo di una qualità innata, l'intelligenza, e quindi dell'uomo. Anzi è il principale elemento di distinzione tra la mente umana e quella degli altri esseri animati.

La parola pensiero non è applicata però, nella lingua contemporanea, alla sola attività razionale generalmente intesa: talvolta infatti intendiamo con pensiero le idee e gli orientamenti ideali di un periodo storico o di una nazione; o anche l’insieme dei modi e degli strumenti che una determinata cultura possiede per indagare e conoscere il mondo.

Quest’uso della parola si è affermato solo nel Settecento e rimanda alla consapevolezza, diffusasi in quel periodo, della storicità delle idee, delle istituzioni e degli strumenti intellettuali.

Allo stesso modo, le analogie dei modi di pensare riscontrati in popoli ed etnie diverse sembravano annunciare un paesaggio di valori universali, tali da fondare la società umana nel suo insieme.

E’ in questo senso che il filosofo italiano Giambattista Vico osservava: ‘Finalmente unite più nazioni di lingue diverse in pensieri uniformi per ragione di guerre, allianze, commerzi, nacque il diritto naturale del genere umano’.

LEGENDA

verdescuro.jpg (646 byte)  

 

verdemedio.jpg (646 byte)

verdemedio.jpg (646 byte)

  verdechiaro.jpg (646 byte)

pensier
pensar
pensare
=pesare con cura
=pesare con la mente






attività psichica che consente di formare contenuti mentali

verdescuro.jpg (646 byte)

realtà
senso
esperienza
segno
intelligenza
uomo
elemento
lingua
idea

orientamenti ideali di un periodo storico o di una nazione
l’insieme dei modi e degli strumenti che una determinata cultura possiede per indagare e conoscere il mondo

verdescuro.jpg (646 byte)

istituzione
popolo
valore
diritto