indietro    avanti
società comunicazione filosofia e storia letteratura e arti scienze


testi a cura di Daniele Gambarara e Domenico Lamedica

LEGENDA

BORSA
 

sostantivo
femminile

LA CITAZIONE 

"La borsa recupera quasi il 5 per cento, ancora in calo Wall Street."

da 'La Repubblica' mercoledì 29 Aprile 1998

IL FILM

"WALL STREET"  

Oliver Stone

(1987)

In italiano esistono due diverse parole di eguale suono, due omonimi: borsa, nel senso di contenitore a busta o a sacco, che deriva dal latino bursa, bisaccia; e borsa come luogo di contrattazioni finanziarie o economiche.

Questa parola borsa in accezione economica deriva dal francese bourse. Nel XIV secolo la Bourse era il nome di una piazza di Bruges, città del Belgio, dove i commercianti si riunivano per fare affari.

Il nome del luogo derivava dal cognome di una nobile famiglia di origine veneziana, i Della Borsa (in fiammingo Van der Burse), che offrivano il loro palazzo e la piazza antistante ai commercianti. Così, i luoghi in cui si riunivano i commercianti cominciarono a chiamarsi bourses.

La parola borsa entra in italiano alla fine del Cinquecento. Dal punto di vista dell’economia, le borse sono mercati speciali organizzati in vista di un fine specifico: attraverso l’accentramento della domanda e dell’offerta e la facilitazione delle contrattazioni, si tende al livellamento dei prezzi.

Le borse sono nate come organizzazioni spontanee e private e molte lo sono ancora. Nei paesi europei, in genere, sono enti pubblici o sono sottoposte alla sorveglianza di enti pubblici e le loro attività e poteri sono regolamentati per legge.

Le borse funzionano come i mercati; hanno orari fissi e rigidamente sincronizzati al livello nazionale. Chi compra incontra chi vende e dalla media delle contrattazioni si stabilisce, a fine giornata, un prezzo standard o di listino che fissa il valore degli oggetti scambiati.

Il listino porta i prezzi di riferimento nazionali o internazionali validi per tutti gli operatori del settore. Su questi prezzi si regola il mercato della compravendita fino alla successiva seduta di borsa e all’uscita del nuovo listino.

Una volta le contrattazioni si svolgevano direttamente fra i proprietari dei beni e gli acquirenti, e dovevano svolgersi ad alta voce, alla grida, perché tutti gli interessati potessero sentire e intervenire nello scambio e i prezzi fissati fossero pubblici.

Oggi in borsa operano agenti che per svolgere il loro lavoro hanno delega a rappresentare i proprietari e gli acquirenti.

Gli agenti continuano a lavorare alla grida, ma ormai gli scambi avvengono in gran parte attraverso il mercato telematico che permette agli operatori di partecipare alle contrattazioni contemporaneamente in più borse del mondo.

In borsa non vanno solo coloro che desiderano vendere o acquistare beni e servizi; vi sono infatti anche coloro che giocano o speculano in borsa. Costoro comprano beni o servizi a prezzi bassi e li rivendono, quando il loro prezzo aumenta. Il guadagno o la perdita consistono nella differenza fra prezzo di acquisto e prezzo di vendita.

Vi sono numerosi tipi di borsa. La borsa merci, dove si svolgono aste di certi tipi di merci come carni, oro, diamanti; la borsa noli, dove si fissano le tariffe per il noleggio delle navi e degli aerei; la borsa valori o borsa finanziaria.

Presso la borsa valori il sistema produttivo, cioè le industrie, le banche, le amministrazioni statali, cerca capitali per finanziare le proprie attività. In cambio offre partecipazione agli utili sotto forma di dividendi azionari o di interessi.

In borsa vengono scambiati titoli di stato come buoni del tesoro e certificati di credito, obbligazioni pubbliche e private come le cartelle di credito fondiario edilizio e azioni di società.

In borsa valori, infine, si scambiano anche le valute e si fissano quotidianamente i cambi fra la moneta nazionale e le principali monete dei paesi esteri.

Il cambio è un indice importante delle condizioni di salute dell’economia di un paese e dello stato delle sue relazioni economiche con il resto del mondo.

LEGENDA





 

verdemedio.jpg (646 byte)

verdemedio.jpg (646 byte)

contenitore a busta o a sacco
luogo di contrattazioni

 

bursa, ae
=bisaccia




finanziarie o economiche





bourse

verdescuro.jpg (646 byte)

famiglia
economia



mercato speciale






verdescuro.jpg (646 byte)

paese
potere
legge
mercato
valore







verdescuro.jpg (4751 byte)

seduta di borsa








 

verdescuro.jpg (4751 byte)

lavoro

















borsa valori









industria
relazione
mondo

verdescuro.jpg (646 byte)

verdechiaro.jpg (646 byte)