indietro      avanti 
società comunicazione filosofia e storia letteratura e arti scienze


testi a cura di Tullio De Mauro e Luca Lorenzetti

LEGENDA

INFORMAZIONE
 

sostantivo    femminile

 

LA CITAZIONE 

"Information Overload"

Living Colors

IL FILM

"SOSTIENE PEREIRA "  


Roberto Faenza

(1995)

Informazione è un termine che proviene dal latino informatio che significava idea, rappresentazione e poi anche istruzione, formazione scolastica, educazione. Informatio a sua volta derivava dal verbo latino informare, cioè dare forma.

I significati latini si conservarono a lungo nell'italiano colto e letterario. Dante usava informazione nel senso di formazione, atto del dar forma, del modellare. Già nel Trecento al significato di formazione si affiancarono quello di istruzione e quelli più diffusi oggi, che hanno tutti a che fare col concetto di notizia.

L'informazione infatti è sia l'atto del comunicare e del ricevere notizie, sia la notizia stessa, sia la condizione di chi è informato. Di solito l'informazione ha un mittente: l'impiegato dell'ufficio informazioni, l'informatore che parla col poliziotto, l'autore del libro dove possiamo trovare informazioni sull'argomento che ci interessa.

In altri casi si prendono informazioni su qualcuno senza che costui ne sappia niente. Questo c il compito dei servizi di informazioni militari, o dell'investigatore privato che si documenta con fotografie.

In ambito giuridico esiste anche l'informazione di garanzia, con cui un pubblico ministero avvisa chi è indagato e chi ha subito un reato che si stanno svolgendo delle indagini su di loro.

Nel linguaggio scientifico, l'informazione è il segnale inviato secondo un codice da una trasmittente a una ricevente. Questo tipo di informazione è l'oggetto di una teoria matematica che si trova anche alla base dell'informatica. La stessa parola informatica, di origine francese, è un'abbreviazione di informazione automatica, cioè di trattamento automatico dell'informazione.

Nella nostra società l'informazione non è più solo la singola notizia, ma anche tutto il sistema di produzione, diffusione e vendita delle notizie. In questo senso l'informazione coincide con l'insieme dei mezzi di comunicazione di massa, stampa, editoria, radio e televisione, mentre tocca solo in parte i mezzi di comunicazione personali, come il telefono e le reti di computer.

Questo genere di informazione è nato in epoca moderna. Esso presuppone una comunità nazionale, o che possa condividere lingua, cultura e interessi.

Attraverso l'aumento del numero di persone raggiunte dall'informazione pubblica si può leggere la storia dei mass media, dalle gazzette di paese ai giornali locali e nazionali fino alla televisione satellitare. Tuttavia, non bisogna confondere la potenza dei mezzi con la quantità o con la qualità dell'informazione.

La quantità di informazione di un messaggio dipende dalla quantità di messaggi che si sarebbero potuti scegliere in alternativa. Quando un organo di informazione, riguardo a un certo fatto, dice esattamente ciò che ci aspetteremmo, significa che l'informazione che ci trasmette è uguale a zero.

La qualità dell'informazione, poi, dovrebbe dipendere da ciò che si dice e non da quanto forte lo si dice. I mass media hanno un'autorità che nessuna persona può avere. Se Orson Welles, quando organizzò la burla radiofonica sullo sbarco dei marziani sulla terra, ne avesse parlato in un bar, l'avrebbero preso per matto, ma lo disse alla radio, e tutta l'America ci credette.

Nessuno stato, democrazia o dittatura che sia, può fare a meno del consenso dei cittadini. Nel corso del nostro secolo si è visto che il metodo migliore per creare consenso è il controllo dell'informazione.

E per questo motivo che la libertà di un paese si misura anche dalla qualità della sua informazione, dal suo pluralismo, dalla chiarezza del confine tra il ruolo della politica e quello della stampa. Più è intensa infatti la circolazione di informazioni diverse, più e garantita la libertà dei singoli.

LEGENDA


verdemedio.jpg (646 byte) informatio, onis
=idea
=rappresentazione
=istruzione
=formazione scolastica
=educazione
informare
=dare forma

notizia

verdescuro.jpg (646 byte)

comunicare

verdescuro.jpg (646 byte)verdescuro.jpg (646 byte)


ufficio informazioni

verdescuro.jpg (4751 byte)
verdescuro.jpg (646 byte)

informatore


servizi di informazioni militari

fotografia


informazione di garanzia

segnale inviato secondo un codice da una trasmittente a una ricevente

informatica

sistema di produzione, diffusione e vendita delle notizie

stampa
editoria
radio
televisione
telefono
lingua
cultura


informazione pubblica

leggere
giornale



organo di informazione

 

 

 

 



democrazia
dittatura


controllo dell’informazione

 

libertà
paese
politica