indietro      avanti   

società

comunicazione

filosofia e storia

letteratura e arti

scienze

 

 

testi a cura di Ignazio Baldelli e Ugo Vignuzzi

LEGENDA

ETA’
 

sostantivo femminile              

LA CITAZIONE 

"Non ho l'età, non ho l'età per amarti."

Gigliola Cinquetti

IL FILM

"KOYAANISQATSI"

Godfrey Reggio

(1983)

La parola età è una di quelle che ci permettono la riscoperta di concezioni antichissime, alle radici della nostra storia culturale.

Il termine deriva dall’accusativo latino aetatem, il cui nucleo più antico, aevitatem, si è formato su aevum.

Aevum - da cui ha avuto origine il nostro evo - indicava la durata di tempo, più o meno lunga.

Dalla stessa fonte attraverso aeviternum, abbiamo eterno e da aevum si ha la parola eone.

In primo luogo, età rinvia alla durata della vita umana, intesa come punto d’arrivo di un arco temporale, e in questo senso pensiamo a frasi come i segni dell’età o essere d’età.

Di qui, la parola passa ad indicare gli anni della vita di un uomo.

In generale si parla di tenera età, età matura, età avanzata, e, in modo più specifico, di infanzia, adolescenza, giovinezza e vecchiaia.

Con il prolungarsi della durata della vita, oggi riferendosi agli anziani si parla non solo della terza età, ma anche di una quarta età: la vecchiezza estrema.

Il termine età viene impiegato anche con riferimento a un numero preciso di anni trascorso dalla nascita: tutti ci troviamo, nel corso della vita, a dover compilare moduli, nei quali accanto al sesso o alla residenza, ci viene richiesta l’età, cioè quanti anni abbiamo.

In statistica e sociologia si distinguono le diverse classi di età, e più in generale ci si riferisce alla maggiore età o ai limiti d’età.

La somma di anni di un arco temporale è stata trasferita dagli uomini agli animali, e poi alle cose inanimate.

Ci si può riferire all’età di un vino, di un quadro, oppure di un reperto archeologico o di un fossile.

Gli astronomi sono arrivati a cercare di misurare l’età della Terra o del sole, e persino dell’universo.

Questa tendenza a una sorta di classificazione del tempo, ha sempre avuto una notevole rilevanza nella storia dell’umanità.

Nel passato ci si è riferiti alle età della luna, vale a dire alle fasi lunari viste in corrispondenza dei diversi periodi della vita, e anche Dante ricordava che le età della vita umana sono quattro.

Una parola in stretto collegamento con età è epoca.

Questo termine si può utilizzare in riferimento agli uomini di una stessa epoca, cioè di una stessa generazione.

Con il valore di epoca, il termine età può giungere a significare periodi di tempo piuttosto lunghi.

Si parla di età del Re Sole o di Età Moderna, e il Medio Evo viene anche chiamato col sinonimo di Età di Mezzo.

Diventano età anche epoche preistoriche, paleontologiche o geologiche, come l’Età della Pietra o l’Età Paleozoica.

Queste denominazioni, ormai, segnano solo alcune tappe di una linea temporale vista come continua evoluzione e progresso.

Si tratta di una concezione molto distante da quelle antiche.

In passato, era comune paragonare le età del mondo a quelle umane, favoleggiando di una iniziale età dell’oro come mitica memoria della giovinezza della Terra.

LEGENDA

gjhhgj gdf gjgjmgh

 

nn  xcv aetas, atis
aevitas, atis
aevum, i
=evo

nn durata
tempo
ffff nn vvvvv

nn durata della vita

nn segni dell'età
essere d'età

nnn vita
uomo

nnn tenera età   
età matura
età avanzata

nnn infanzia
giovinezza
vecchiaia

nnn terza età        
quarta età

nnn numero

nnn classi di età
maggiore età
limiti d'età

nnn somma di anni di un arco
temporale
ffff nnn xvvxvxv

nnn animale         
terra         
storia         
epoca        
generazione
fffff nnn vvvvvv

nnn età moderna        
età di mezzo        
età della pietra        
età paleozoica
fffff nnn vvvvvv

bb mondo

bb età dell'oro

bb memoria