indietro    avanti
società comunicazione filosofia e storia letteratura e arti scienze


testi a cura di Daniele Gambarara e Domenico Lamedica

LEGENDA

GEOMETRIA
 

sostantivo
femminile

LA CITAZIONE 

"La geometria è infinita perché ogni quantità continua è divisibile all'infinito per l'uno e per l'altro verso."

Leonardo

IL FILM

"MARIA DI SCOZIA"  

John Ford

(1936)

Il significato originario della parola geometria che deriva dal greco ghe, terra e metria, misurazione è quello di misura della terra.

Dal greco la parola giunge in italiano passando per il latino.

Anticamente la geometria era una tecnica usata per misurare i campi e legata alla realtà quotidiana.

Nel III secolo avanti Cristo, il matematico greco Euclide la concepì come scienza astratta il cui oggetto era lo spazio, considerato come insieme di punti e di figure.

Oggi, con il termine geometria si intende la disciplina che si occupa della forma astratta della materia.

Nel Medioevo la geometria, insieme all’aritmetica, alla musica e all’astronomia, era una delle arti del quadrivio, che costituivano - con le arti del trivio, la grammatica, la dialettica e la retorica- le arti liberali.

Tali arti erano privilegio dei liberi, i membri delle classi dominanti che potevano dedicarsi allo studio.

Da questa tradizione proviene l’uso più comune del vocabolo, che si riferisce alla geometria come materia scolastica.

Questa scienza utilizza la matematica come forma e il numero come linguaggio, e si basa sugli assiomi, principi astratti considerati veri senza dimostrazione, e sui teoremi, che da questi derivano.

La geometria elementare si divide in piana, quella che studia le superfici, e solida, quella che si interessa dei volumi.

Nel linguaggio comune, il termine geometria è diventato sinonimo di ordine e armonia.

Si può dire, ad esempio, che saggi letterari o scientifici hanno una loro geometria espositiva, e si parla di geometrie anche in riferimento a opere musicali o architettoniche.

Discorsi logici ma astratti si possono definire geometrici, e in questo senso si parla anche di ragionamento per teoremi.

La natura astratta della geometria ha dato origine ad un particolare uso del termine: soprattutto il plurale geometrie ha acquistato il valore di intrigo, e in questo senso si chiamano geometrie politiche quelle strategie complesse che si fondano su equilibri delicati.




LEGENDA


 

verdemedio.jpg (646 byte)

verdemedio.jpg (646 byte)

ghe, ghes
=terra
metria
=misurazione
=misura della terra

tecnica usata per misurare i campi
disciplina che si occupa della forma astratta della materia

verdescuro.jpg (646 byte)

realtà
spazio
aritmetica
musica
arte

classe
tradizione
materia
matematica
numero

 

verdescuro.jpg (646 byte)

verdechiaro.jpg (646 byte)

verdescuro.jpg (646 byte)

 

 

 

verdechiaro.jpg (646 byte)


verdescuro.jpg (4751 byte)







geometria elementare
geometria piana
geometria solida
geometria espositiva



opera





geometrico




verdescuro.jpg (4751 byte)


natura


geometrie



valore
senso


geometrie politiche