indietro    avanti
società comunicazione filosofia e storia letteratura e arti scienze


testi a cura di Daniele Gambarara e Domenico Lamedica

LEGENDA

MATEMATICA
 

sostantivo
femminile

LA CITAZIONE 

"I computer di oggi non hanno molto a che fare con la matematica."

Crichton

IL FILM

"L’APPARTAMENTO"  

Billy Wilder

(1960)

La parola matematica deriva dal greco mathema che significa insegnamento.

Nell’antica Grecia con mathematikè tékhne, si intendeva l’arte di imparare con metodo e logica, e il termine mathematikos indicava colui che desidera apprendere, l’allievo.

L’origine della matematica come scienza risale al 2500 avanti Cristo: infatti, dal ritrovamento di alcune tavole di creta si hanno testimonianze di un’attività matematica già in Mesopotamia.

Tali tecniche giunsero in Grecia attraverso l’Egitto. Le teorie matematiche odierne, soprattutto il sistema decimale, sono il frutto di metodi matematici provenienti dall’India e dall’Arabia.

Alcune importanti tecniche di calcolo, come gli algoritmi, si devono a studiosi arabi e medievali.

In italiano il vocabolo matematico entra alla fine del Duecento, attraverso il latino mathematicum, con il senso di mago o astrologo, un valore che si conserva fino al Cinquecento.

Agli inizi del Settecento matematica acquistò il suo significato attuale, che è quello di disciplina che studia le proprietà dei numeri e le applica alle altre scienze.

La matematica più conosciuta e diffusa è quella elementare, che comprende l’aritmetica, l’algebra e la geometria.

Nelle facoltà scientifiche si insegna la matematica superiore, mentre la matematica applicata si utilizza soprattutto in ingegneria come strumento di calcolo e di misura.

Esiste anche la matematica pura o astratta, che non ha applicazioni pratiche ed è riservata a studiosi e specialisti.

Il plurale matematiche o scienze matematiche si usa per indicare il complesso di queste scienze.

Per il suo sviluppo uniforme e privo di contraddizioni interne, la matematica è considerata la disciplina più rigorosa tra quelle che si occupano di idee astratte.

Alla matematica è collegata una forma di pensiero logica ed oggettiva, e si contrappone all’opinione che è soggettiva.

In questo senso si dice comunemente che la matematica non è un’opinione.

Un ragionamento inconfutabile si può definire matematico così come un fatto che, date certe premesse, si verifica puntualmente.

LEGENDA


 

verdemedio.jpg (646 byte)

verdemedio.jpg (646 byte)

mathema, tos
=insegnamento
mathematikè tékhne
=arte di imparare con metodo e logica
mathematikos
=colui che desidera apprendere

mathematicus, i
=mago
=astrologo

 

 

 

 

verdescuro.jpg (4751 byte)

verdechiaro.jpg (646 byte)





valore

 

 

disciplina che studia le proprietà dei numeri e le applica alle altre scienze

verdescuro.jpg (646 byte)

aritmetica
geometria


verdescuro.jpg (4751 byte)







matematica superiore
matematica applicata



misura

 


matematica pura
matematica astratta

 


matematiche


verdescuro.jpg (4751 byte)


scienze matematiche

idea
forma
pensiero





la matematica non e' un'opinione