indietro    avanti
società comunicazione filosofia e storia letteratura e arti scienze


testi a cura di Daniele Gambarara e Domenico Lamedica

LEGENDA

MISURA
 

sostantivo
femminile

LA CITAZIONE 

"La massima misura di tempo è la Kalpa nella cronologia indù, equivale a 4.320 milioni di anni."

Guinness dei Primati

IL FILM

"TOTO’ A COLORI"  

Steno

(1952)

La parola italiana misura deriva dal latino mensura, che proviene a sua volta dal verbo metiri, cioè misurare.

In termini scientifici, la misura è il numero che esprime il valore del rapporto di una grandezza rispetto a un’altra assunta come campione, l’unità di misura.

L’atto del misurare permette di avere un’idea esatta delle caratteristiche fisiche degli oggetti.

L’esperienza, l’immagine mentale che si ha della realtà è influenzata dai dati numerici che la descrivono secondo sistemi convenzionali di misura o di conto.

Le unità e i sistemi di misura che sono stati utilizzati nel corso della storia sono innumerevoli, mentre poche e fondamentali sono le grandezze comunemente oggetto di misura.

Tra queste, le principali sono lo spazio, il tempo e la quantità, con le loro derivazioni - come il volume e il valore - e combinazioni , come la velocità.

L’importanza delle misure nel fare quotidiano è testimoniata dall’esistenza di professioni il cui obiettivo è quello di fornire misure esatte: i geometri, ad esempio, effettuano misurazioni di edifici e terreni, e i topografi misurano e descrivono il territorio ottenendo i dati per la realizzazione delle carte geografiche e topografiche.

La geometria, in origine, era una tecnica utilizzata per misurare i campi, e soltanto in seguito ha acquisito il linguaggio dell’aritmetica e della matematica diventando una scienza esatta.

Tra gli usi figurati del termine misura, i più comuni si riferiscono a mestieri artigianali: gli abiti, ad esempio, possono essere confezionati su misura, e per poter costruire mobili che dovranno essere adattati alle pareti di un’abitazione è necessario prendere le misure.

In ambito sportivo, nel pugilato e nella scherma, la misura è la giusta distanza dall’avversario che permette l’attacco e la difesa.

Di una città vivibile, si può dire che è a misura d’uomo.

Un altro significato di misura è quello di regola di comportamento sociale, e in questa accezione la parola è sinonimo di autocontrollo, semplicità, equilibrio e precisione.

Si può perdere la misura o andare fuor di misura quando si eccede in qualcosa, e di chi si dilunga troppo in discorsi o attività si può dire che non ha la misura del tempo.

Il vocabolo misura si ritrova anche nel linguaggio del diritto. Con l’espressione misure repressive ci si riferisce a quei provvedimenti che un giudice può adottare nei confronti di un soggetto ritenuto pericoloso, o nell’applicazione della legge stessa.

In politica, il termine misura ha invece il valore di decisione, e in questo caso si parla di misure amministrative, urgenti o estreme, mentre nell’ambito della musica con misura o battuta si intende quell’unità che limita le divisioni regolari del tempo musicale.

LEGENDA

verdemedio.jpg (646 byte) mensura, ae
metiri

numero che esprime il valore del rapporto di una grandezza rispetto a un'altra assunta come campione

unità di misura

idea
esperienza
realtà
storia

sistemi di misura
verdescuro.jpg (646 byte)

spazio
tempo
valore
fare

misurazione

 

 



geometria
aritmetica
matematica

 

 

su misura
prendere le misure




città
a misura d'uomo
regola di comportamento sociale
equilibrio
precisione




perdere la misura
andare fuor di misura
misura del tempo


diritto
espressione



misure repressive






legge

 

 

misure amministrative


musica

unità che limita le divisioni regolari del tempo musicale