indietro      avanti 
società comunicazione filosofia e storia letteratura e arti scienze


testi a cura di Sfefano Gensini e Giancarlo Schirru

LEGENDA

ANGELO
 

sostantivo maschile

LA CITAZIONE 

"Con lei anche un angelo perderebbe la pazienza."

da ‘Zio Vania’ di Anton Cecov

IL FILM

"LA VITA E’ MERAVIGLIOSA"  


Peter Weir

(1946)

L'origine della parola italiana angelo è costituita dal greco anghelos, che significava in origine messaggero, ma che nella terminologia della religione cristiana di lingua greca era usato come corrispettivo dell'ebraico mal'ak: indicava quindi quei servitori che, nell'Antico Testamento, formano le schiere celesti, circondano il trono di Dio e sono da lui inviati come messi agli uomini.

La forma greca fu dapprima adattata nel latino angelus, da cui deriva successivamente, col significato biblico-cristiano, il termine italiano.

La nozione di angelo si precisò soprattutto nella teologia medievale: in età patristica si diffonde l'opinione che i diavoli siano stati originariamente angeli, e che a seguito della loro ribellione a Dio furono precipitati nell'inferno.

Inoltre, nella descrizione della struttura del cosmo, alla figura angelica sono attribuite caratteristiche che il filosofo greco Aristotele aveva postulato, nel suo sistema, per le intelligenze motrici dei cieli.

Così nella riflessione filosofica, l'angelo assume la dimensione di un puro spirito in contemplazione dell'intelletto divino.

Parallelamente si è diffusa la credenza, già presente in alcune religioni del Medio Oriente, dell'esistenza degli angeli custodi, cioè di particolari protettori affidati da Dio a ciascun individuo: la loro azione nel distogliere gli uomini dagli influssi del male si può avvertire da piccoli segnali, anche solo a livello inconscio.

Ancora durante la cristianità medievale, nell'arte sacra e nella fede popolare, prende forma l'immagine più concreta e sensibile dell'angelo raffigurato come giovane alato.

Il termine angelo ha così potuto assumere anche un uso metaforico per indicare una persona dai tratti delicati e spirituali, un individuo di purezza, virtù e doti morali eccezionali, o comunque è divenuto un termine comparativo per qualificare il bello e la bontà.


LEGENDA





 

verdemedio.jpg (646 byte)

verdemedio.jpg (646 byte)

anghelos, ou
=messaggero

religione
lingua

verdescuro.jpg (646 byte)

mal’ak

servitori che formano le schiere celesti

verdescuro.jpg (646 byte)

uomo

verdescuro.jpg (4751 byte)

angelus, i

diavolo
intelligenza

puro spirito

verdescuro.jpg (646 byte)

divino

angelo custode

inconscio
arte
fede

persona dai tratti delicati e spirituali

bello