indietro      avanti 
società comunicazione filosofia e storia letteratura e arti scienze


testi a cura di Maurizio Dardano e Gianluca Frenguelli

LEGENDA

MATERIA
 

sostantivo femminile

 

LA CITAZIONE 

"Siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i sogni."

William Shakespeare

IL FILM

"IL SETTIMO SIGILLO"  


Ingmar Bergman

(1956)

Il termine latino materia o materies - da cui deriva la parola italiana materia - indicava originariamente la sostanza di cui era fatta la mater: con questo vocabolo - mater - si intendeva la parte dura dell’albero in opposizione alla corteccia e alle foglie.

La materia era quindi il legno, elemento indispensabile per costruire edifici: dall’antichità e nei secoli seguenti, le travi di legno sono state - e in alcuni casi sono ancora - una componente fondamentale nella costruzione di edifici pubblici e case private.

Con materia ci si riferiva al legno per costruzione, opposto al lignum, cioè la legna da ardere, e solamente in seguito il vocabolo materia venne utilizzato per indicare qualunque tipo di materiale.

In italiano, il termine materia entra proprio con il valore di materiale o complesso di materiali forniti dalla natura o creati artificialmente, e destinati ad essere trasformati - con il lavoro dell’uomo e la sua esperienza o con l’aiuto di una macchina - in opere d’arte, prodotti industriali o artigianali, e beni di consumo.

La materia è quindi qualcosa su cui l’uomo esercita la propria capacità di fare.

Riferendosi alla materia utilizzata nell’industria e nell’artigianato, si parla di materia prima.

Se invece si pensa all’arte, la prima cosa che viene alla mente è la pietra - materia per eccellenza della scultura - dalla quale l’artista trae le sue forme, anche se - come scrive Dante: ‘la forma non s’accorda / molte fiate a l’intenzion dell’arte / perch’a risponder la materia è sorda’, ovvero molte volte la forma dell’opera non si adegua all’idea dell’artista perché la materia è restia a farsi plasmare.

Riguardo all’accezione filosofica della parola materia, bisogna fare riferimento all’antica filosofia greca, per la quale la materia è la sostanza indistinta e primordiale che sta a fondamento di tutte le cose.

Per Platone la materia è la madre delle cose naturali perché accoglie tutto in sé, ma non prende mai alcuna forma.

Platone stabilisce qui una contrapposizione tra materia e forma, un binomio che sarà ricorrente - con diverse modalità - nella riflessione filosofica e nel pensiero scientifico.

La materia è anche percepita come quel qualcosa di grezzo, informe, passivo e ricettivo di cui tutte le cose sono composte.

Nella filosofia aristotelica la materia si identifica con ciò che esiste nella realtà ma che rimane indeterminato e pronto a ricevere una forma attraverso un’azione esterna.

La materia è anche naturalmente l’elemento che costituisce tutti gli oggetti dell’universo sensibile.

Nel pensiero classico la materia spesso si contrappone allo spirito, mentre nella concezione scientifica moderna si oppone all’antimateria - che è qualcosa di simile alla normale materia, ma in cui ogni particella è sostituita dalla corrispondente antiparticella.

Il vocabolo materia non si riferisce soltanto a cose concrete: può determinare anche il tema di un discorso o di uno scritto, l’argomento di una trattazione, il contenuto o il soggetto di un’opera letteraria o scientifica.

In questi casi si parla di materia di discussione, e a tale riguardo quando si inizia a discutere di qualcosa si entra in materia, e si può continuare a parlare finché non si esaurisce la materia.

In grammatica troviamo il complemento di materia, e nelle scuole secondarie ci sono le materie scolastiche.

Infine, c’è la materia più importante, di cui tutti abbiamo bisogno per poter ragionare, ovvero la materia grigia, il cervello.



LEGENDA




 

verdemedio.jpg (646 byte)

verdemedio.jpg (646 byte)

materia, ae
materies
=sostanza di cui era fatta la mater
mater, tris
=parte dura dell’albero

elemento
costruire

 

 

 

ogni tipo di materiale

verdescuro.jpg (646 byte)

valore

verdescuro.jpg (646 byte)
verdescuro.jpg (646 byte)

materiale o complesso di materiali forniti dalla natura o creati artificialmente

verdescuro.jpg (4751 byte)

lavoro, uomo, esperienza
macchina, arte, fare
industria

 

materia prima

scultura
forma
opera
idea

 

sostanza indistinta e primordiale
madre delle cose naturali

 

 

pensiero

verdescuro.jpg (646 byte)

 

verdechiaro.jpg (646 byte)

 

realtà

 




antimateria

 

 

 

 

tema di un discorso o di uno scritto
contenuto



materia di discussione
entrare in materia
esaurire la materia
complemento di materia


scuola



materie scolastiche
materia grigia