indietro      avanti 
società comunicazione filosofia e storia letteratura e arti scienze


testi a cura di Maurizio Dardano e Gianluca Frenguelli

LEGENDA

DRAMMA
 

Sostantivo maschile

 

LA CITAZIONE 

"Di più delle mille tragedie scritte tra il 500 e il 400 a.C. ne sono sopravvissute solo 31 di 3 soli autori drammatici."

Oscar Gross Brockett

IL FILM

"SCARPETTE ROSSE"  


M.Powell e E.Pressburger

(1948)

Il greco drama significa propriamente azione e deriva da dran, fare. Attraverso il latino tardo drama il vocabolo giunge nella nostra lingua piuttosto tardi: le prime attestazioni risalgono infatti al Seicento.

In senso lato il termine indica qualunque componimento letterario destinato alla rappresentazione sulla scena. Comprende quindi, oltre al dramma propriamente detto, la tragedia, la commedia, la farsa. Come ricorda Ugo Foscolo, ‘ciascun dramma dello stesso poeta, se ha genio, riesce necessariamente più o meno diverso dall’altro’.

Con significato più particolare dramma può indicare anche un componimento teatrale moderno che riguarda una vicenda dolorosa che, nascendo da un conflitto, ha momenti di forte tensione.

Storicamente si distinguono quattro tipi fondamentali di dramma.

Il primo è il dramma satiresco, un’antica forma di rappresentazione del teatro greco, nella quale il coro era composto di attori vestiti da satiri. Il dramma satiresco ha la stessa struttura della tragedia, però l’argomento e i personaggi appartengono alla mitologia popolare e la conclusione è lieta. La presenza dei satiri conferisce all’insieme toni comici e grotteschi.

Il secondo tipo è costituito dal dramma liturgico, nato dalla tradizione liturgica romana imposta da Carlo Magno a tutto l’Occidente. Accanto al dramma liturgico si sviluppa ben presto il tropo, una composizione risultante dall’applicazione di parole al vocalizzo di un canto liturgico o anche dall’interpolazione in canti liturgici di nuovi testi con propria melodia.

Il terzo tipo di dramma è il dramma pastorale, di tradizione bucolica, che si sviluppa dall’egloga a partire dal XVI secolo. Nel dramma pastorale, che ebbe fortuna per qualche decennio, i protagonisti sono pastori, ninfe, satiri. Tra i drammi più famosi ricordiamo l’Aminta di Torquato Tasso.

Il quarto tipo è il dramma moderno, che nasce nel periodo illuministico, con i drammaturghi Gotthold Lessing e Denis Diderot e si pone accanto alla tragedia e alla commedia classica. Anticipazioni del dramma moderno si trovano in alcuni elementi drammatici della commedia di Molière e nella cosiddetta commedia lacrimosa.

Successivamente il dramma prese in considerazione i problemi dell’uomo moderno, penetrando nel suo inconscio con gli strumenti della psicanalisi. Lo stacco rispetto ai toni eroici della tragedia è netto. Pensiamo alle opere di Henrik Ibsen e a quelle di Luigi Pirandello che riempivano le platee dopo la lunga crisi del dramma segnata dal romanticismo che invece prediligeva la storia.

Ma in senso figurato, dramma può indicare una vicenda o una situazione di estrema gravità, che ha sviluppi dolorosi, sul piano personale o sociale: parliamo spesso di dramma della fame nel mondo o di dramma della droga, e della disoccupazione.

Con valore iperbolico, dramma può indicare una situazione che presenta delle difficoltà e che è vissuta con esasperazione: così nella piccola cronaca dei giornali si consumano drammi, quasi ogni giorno. Fare drammi vuol dire reagire con eccessiva emotività a eventi di normale amministrazione.

L’accrescitivo drammone ha invece valore spregiativo: indica un’opera, anche non teatrale, che abusa dei luoghi comuni del dramma, enfatizzandoli fino a far perdere loro ogni effetto.




LEGENDA



 

verdemedio.jpg (646 byte)

verdemedio.jpg (646 byte)

drama, tos
=azione
dran
=fare

lingua

componimento letterario destinato alla rappresentazione sulla scena

tragedia
commedia

verdescuro.jpg (646 byte)

componimento teatrale moderno che riguarda una vicenda dolorosa

 

verdescuro.jpg (4751 byte)


dramma satiresco

verdescuro.jpg (4751 byte)

teatro
attore

verdescuro.jpg (4751 byte)


dramma liturgico

verdescuro.jpg (4751 byte)

tradizione
canto

 

verdescuro.jpg (4751 byte)


dramma pastorale

verdescuro.jpg (4751 byte)

protagonista


verdescuro.jpg (4751 byte)


dramma moderno

 

 

 

verdescuro.jpg (4751 byte)

uomo, inconscio
psicanalisi
storia


 

verdescuro.jpg (4751 byte)

vicenda o situazione di estrema gravità

 

 

verdescuro.jpg (4751 byte)


fare drammi

verdescuro.jpg (4751 byte)

evento

verdescuro.jpg (4751 byte)

drammone

verdescuro.jpg (4751 byte)

opera