indietro      avanti 
società comunicazione filosofia e storia letteratura e arti scienze


testi a cura di Tullio De Mauro e Luca Lorenzetti

LEGENDA

AMICIZIA
 

sostantivo    femminile

 

LA CITAZIONE 

"Il vero amico è un altro te stesso."

Cicerone

IL FILM

"IL MUCCHIO SELVAGGIO"  


Sam Peckinpah

(1969)

La parola amicizia è ripresa direttamente dal latino amicitia, un derivato di amicus, che significava amico e a sua volta era collegato col verbo amare.

Nel suo significato principale, l’amicizia è un rapporto di affetto reciproco che lega due o più persone tra di loro. Filosofi e poeti si sono interrogati a lungo su quale sia il fondamento di questo rapporto, e ogni epoca e ogni società hanno dato risposte a questa domanda.

Ad esempio, mentre per noi l’amicizia è un sentimento, che può nascere involontariamente, come una passione, nel mondo romano l’amicizia era considerata piuttosto una manifestazione della volontà: secondo lo storico Sallustio, vissuto all’età di Giulio Cesare, ‘volere la stessa cosa e non volere la stessa cosa, solo questa è un’amicizia salda’.

L’amicizia più frequente lega persone della stessa età. Tra generazioni diverse l’amicizia non è certo impossibile, ma è diventata più difficile dopo gli anni del boom, da quando l’industrializzazione e la scuola, ritardando l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro, li hanno trasformati in un gruppo competitivo con il resto della società.

Nell’antichità classica poteva esserci amicizia, ma in un genere di rapporto che comprende anche la dimensione erotica, mentre l’amicizia come la intendiamo oggi, è fondata piuttosto sulla complicità e sulla comprensione reciproche.

L’affinità tra amicizia e amore è chiara dall’origine stessa delle due parole, entrambe legate all’azione di amare.

In realtà, il concetto di amicizia è così ampio che può estendersi a qualsiasi forma di rapporto di vicinanza. Anticamente, gli alchimisti chiamavano amicizia l’affinità di due elementi chimici, la loro attitudine a unirsi in un composto, e i grammatici studiavano le amicizie nell’alfabeto, cioè le combinazioni tra le varie lettere.

Ci può essere un’amicizia tra una persona e un animale, o tra due animali. Sono in rapporto di amicizia gli alleati nella politica interna ed estera, siano persone, partiti o Stati.

Oltre al rapporto, la parola amicizia indica anche la persona amica: le rimpatriate sono un’occasione per rivedere le vecchie amicizie.

Ancora più che l’amore, l’amicizia nasce di solito dalla consuetudine, dalla frequentazione personale. Fanno eccezione le amicizie di penna, nate e coltivate per lettera: i giornali per ragazzi dedicano spesso rubriche a questi scambi di messaggi tra persone che cercano nuovi amici.

Da qualche anno la stessa funzione di casella postale dell’amicizia la fanno le chat-lines, che permettono di contattare nuovi amici per telefono o col computer. Occasioni di conoscenza utilissime, soprattutto per chi ha difficoltà a socializzare direttamente.

Ma a queste amicizie nate per voce o per lettera manca sempre qualcosa rispetto all’ideale classico dell’amicizia, che vuole che tra amici si condividano esperienze di vita, non solo opinioni.

LEGENDA



verdemedio.jpg (646 byte) amicitia, ae
amicus, a, um
=amico
amare

rapporto di affetto reciproco che lega due o più persone

 

verdescuro.jpg (646 byte)

sentimento
passione
generazione
scuola
lavoro
comprensione
amore

 

 

 

 

 

 

 


verdescuro.jpg (646 byte)verdescuro.jpg (646 byte)

affinità di due elementi chimici

verdescuro.jpg (4751 byte)
verdescuro.jpg (646 byte)

alfabeto
lettera
animale
politica
partito

 

persona amica


amicizia di penna

giornale
messaggio
telefono
voce
vita