Home Puntate Oggetti Torna ai Protagonisti Informazioni sui links Ricerca
PUNTATE
OGGETTI
PROTAGONISTI
INFORMAZIONI
RICERCA

ALDO COLONETTI

 

BIOGRAFIA

NATO A BERGAMO, NEL 1945, FILOSOFO, STORICO E TEORICO DELLA GRAFICA, GIORNALISTA, DOCENTE. LAUREATO IN FILOSOFIA CON ENZO PACI, SI IMPEGNA DAGLI ANNI SETTANTA NELLA RICERCA SUI PROBLEMI ESTETICI E SEMANTICI DELLA COMUNICAZIONE, GRAFICA E DESIGN. DOCENTE DI ESTETICA ALL'UNIVERSIT└ STATALE DI MILANO (1972-75), AUTORE DI DIVERSI ARTICOLI, ╚ DIRETTORE DAL 1985 DEL DIPARTIMENTO DI GRAFICA DELL'ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN DI MILANO. DAL 1991 DIRIGE LA RIVISTA OTTAGONO, TRIMESTRALE DI DESIGN.

INTERVISTA


D: PUĎ DESCRIVERE L'ATTUALE CONFIGURAZIONE DEI DIVERSI ISTITUTI EUROPEI DI DESIGN? ROMA, MILANO, SPAGNA. C'╚ UNA DIFFERENZA TRA LORO?

R: L'ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN ╚ UN SISTEMA DI FORMAZIONE DI TIPO UNIVERSITARIO NATO NEL '66. VIA VIA SI ╚ SVILUPPATO COME ATTIVIT└ E COME SEDE. LA SEDE STORICA DI MILANO, PER OVVIE RAGIONI, POI TORINO LEGATA SOPRATTUTTO AL FATTO DEL DESIGN DEI TRASPORTI, CAGLIARI AL TEMA DEL DESIGN DELL'AMBIENTE, ANCHE PER VOCAZIONE LOCALE. ROMA SEGUE IN MODO PI┘ SPECIFICO IL RAPPORTO TRA DESIGN E MONDO DELLA CULTURA CLASSICA. MADRID INFINE (LA SEDE SI ╚ INAUGURATA NEL 1993), HA COME TEMA DI RICERCA E DI FORMAZIONE, LA GRANDE METROPOLI. QUINDI IL DESIGN COME CONTRIBUTO PROGETTUALE AFFINCH╔ LA METROPOLI POSSA DIVENTARE UN LUOGO PI┘ VIVIBILE. QUESTE SONO LE IDENTIFICAZIONI SPECIFICHE DELLE SEDI, ANCHE SE ESISTE UN TRENO COMUNE DI RIFERIMENTO.

D: QUALI SONO LE DIVERSE PROBLEMATICHE, APPUNTO DEL DESIGN, ALL'INTERNO DI QUESTE SEDI? C'╚ UNA VISIONE COMUNE COMUNQUE?

R: S╠. FARE FORMAZIONE DI DESIGN ╚ MOLTO DIFFICILE, PERCH╔ ╚ UNA PROFESSIONE CHE SI RELAZIONA DA UN LATO CON LA CULTURA DEL PROGETTO, LA CULTURA IN SENSO LATO, E DALL'ALTRO LATO CON IL MESTIERE. CI SONO PROFESSIONI CHE SONO MESTIERI PRIMA CHE PROFESSIONI. IL DESIGN, IL GRAFICO, LO STILISTA, ANCHE L'ARCHITETTO. COSA VUOL DIRE DAL PUNTO DI VISTA FORMATIVO? CHE L'ISTITUTO DI DESIGN, COME ALTRE STRUTTURE SIMILI IN ITALIA E IN EUROPA, PUBBLICHE O PRIVATE, PRIVILEGIA IN PRIMO LUOGO UNA ISTANZA DI FORMAZIONE TEORICA SUL PROGETTO, IN SECONDO LUOGO LA BOTTEGA INTESA COME ATTIVIT└ DI FORMAZIONE E DI PROGETTAZIONE. COSA SIGNIFICA CONCRETAMENTE QUESTO? CHE I PROFESSIONISTI SONO I DOCENTI, QUINDI NON ESISTONO DOCENTI A TEMPO PIENO, ESISTONO PROFESSIONISTI CHE TRASFERISCONO LE PROPRIE CAPACIT└ PROGETTUALI A LIVELLO DIDATTICO. IN SECONDO LUOGO, LA BOTTEGA SIGNIFICA LAVORARE SU RICERCHE, PROTOTIPI E PROGETTI, MA NON ANCORA PRODOTTI PER OVVIE RAGIONI, CON AZIENDE CHE SONO CONGENIALI AD AFFIANCARSI A QUESTO TIPO DI ATTIVIT└ CURRICOLARE E FORMATIVA. LE AZIENDE SONO LE PI┘ DIVERSE. AZIENDE ITALIANE, SOPRATTUTTO STRANIERE PER TIPOLOGIA DI PRODOTTO, IN MODO TALE CHE IL PROCESSO FORMATIVO ARRIVI EFFETTIVAMENTE A UN PROGETTO-PROTOTIPO-PRODOTTO. DOPODICH╔, OVVIAMENTE, SIA LO STUDENTE CHE SI ╚ LAUREATO, SIA IL SUO PROGETTO, VENGONO AFFIDATI AL MERCATO DA TUTTI I PUNTI DI VISTA.

D: C'╚ UN OGGETTO CHE HA RICEVUTO DAL MERCATO FORTE CONSENSO?

R: S╠, LA STORIA ╚ PI┘ CHE TRENTENNALE E QUINDI OGGETTI CHE LHANNO AVUTO CONSENSI DI CRITICHE DI MERCATO CI SONO. MI RICORDO, PER ESEMPIO, CIRCA 8 O 9 ANNI FA, CON UN'AZIENDA LEADER NEL SETTORE DELLA LAVORAZIONE DELLA GOMMA, LA PROGETTAZIONE DI UN PAVIMENTO PER NON VEDENTI, DA INSERIRE NELLE GRANDI STAZIONI METROPOLITANE ITALIANE E NON SOLO. ╚ STATO POI EFFETTIVAMENTE REALIZZATO. RICORDO PI┘ RECENTEMENTE UN'ESPERIENZA CON UN'AZIENDA LEADER NEL SETTORE DEI MOTO SCOOTER IN ITALIA, ABBIAMO LAVORATO SU 3 PROTOTIPI PER USO URBANO, DUE DEI QUALI HANNO RICEVUTO IL "COMPASSO D'ORO" NELL'ULTIMA EDIZIONE DEL 1998. QUINDI DAI CONSENSI DELLA CRITICA E I CONSENSI DEL MERCATO. COME SE FOSSE QUESTO IL MOMENTO, L'ULTIMA FASE DI FORMAZIONE, ╚ STATA LA SCUOLA E IL MERCATO.

D: UNA VOLTA ESISTEVA SOLAMENTE IL POLITECNICO, LA FACOLT└ DI ARCHITETTURA, MANO A MANO SI SONO MOLTIPLICATE LE POSSIBILIT└ DI STUDIO E DI APPLICAZIONE. COME VEDE IL RAPPORTO TRA SCUOLA PRIVATA E SCUOLA PUBBLICA?

R: LA STORIA DELLA FORMAZIONE DEL DESIGN IN ITALIA ╚ UNA STORIA ABBASTANZA RECENTE. ╚ VERO, ESISTE LA FACOLT└ DI ARCHITETTURA DA MOLTI DECENNI, PERĎ ╚ ANCHE VERO CHE I NOSTRI DESIGNER PI┘ FAMOSI NON SONO ARCHITETTI, HANNO AVUTO LA FORMAZIONE LATERALE. RECENTEMENTE ╚ NATA LA PRIMA ESPERIENZA PUBBLICA PRESSO IL POLITECNICO DI MILANO, UN CORSO DI LAUREA DI DISEGNO INDUSTRIALE. ESISTEVANO GI└ PRECEDENTEMENTE - L'ISTITUTO CHE IO DIRIGO - ESPERIENZE DI CARATTERE PRIVATO. IO CREDO CHE NELLA FORMAZIONE IN GENERALE, MA SOPRATTUTTO NELL'AMBITO DELLA FORMAZIONE DEI MESTIERI, IL PRIVATO ABBIA ALCUNE CARATTERISTICHE CHE NON HA IL PUBBLICO, NON TANTO LA QUALIT└, CHE ╚ SIMILE, ANALOGA, QUANTO LA FLESSIBILIT└ NEI RAPPORTI CON IL MERCATO, CON LA DISPONIBILIT└ DELLE IMPRESE, CON LA POSSIBILIT└ DI DECIDERE IN TEMPI MOLTO VELOCI ALCUNI ASPETTI DEL PROCESSO FORMATIVO. ╚ ANCHE VERO CHE IN QUESTI ULTIMI ANNI, PROPRIO SULLA SOLLECITAZIONE DI REALT└ COME QUELLE CHE DIRIGO O ALTRE, ANCHE LA STRUTTURA PUBBLICA HA ASSUNTO, COME POSSO DIRE, DEGLI ATTEGGIAMENTI DI STRUTTURA PI┘ FLESSIBILE. DETTO QUESTO, IO CREDO CHE IL PROCESSO FORMATIVO DI QUESTA PROFESSIONE POSSA ESSERE SVOLTA BENE, SIA DAL PRIVATO CHE DAL PUBBLICO. ╚ NECESSARIO PERĎ CHE CI SIANO ALCUNI PRINCIPI FONDAMENTALI, OVVERO, NON ╚ SUFFICIENTE UNA FORMAZIONE ACCADEMICA, ╚ FONDAMENTALE UNA FORMAZIONE SUL TERRITORIO COMPLETO E QUINDI IL TERRITORIO COMPLETO SONO I PROFESSIONISTI, IL MERCATO, LA PRODUZIONE. ALTRIMENTI FORMIAMO DESIGNER ILLUSI OPPURE UN PO' PRESUNTUOSI.
((MESTIERE))

D: CERTO. MA SECONDO LEI DESIGNER SI NASCE O SI DIVENTA?

R: IO CREDO CHE ESISTANO DELLE FORMAZIONI, CHE ESISTANO DEI MESTIERI CHE SI POSSONO IMPARARE AL DI L└ DELLE PROPRIE CAPACIT└ O DELLE PROPRIE ATTITUDINI. CREDO CHE ESISTANO POI DELLE PROFESSIONI E DEI MESTIERI PER I QUALI ╚ NECESSARIO AVERE NON DICO DELLE ATTITUDINI GENETICHE, OVVIAMENTE NON ╚ QUESTO, MA UN PO' DI CURIOSIT└ E UN PO' DI PASSIONE, E UN PO' DI INTRAPRENDENZA. ECCO, QUINDI, ALLA DOMANDA SI NASCE O SI DIVENTA, CREDO CHE PER QUESTO TIPO DI PROFESSIONE OCCORRA AVERE DELLE ATTITUDINI, COME DICEVO, CULTURALI ARTISTICHE, NON NECESSARIAMENTE DI TIPO TECNICO, E IN SECONDO LUOGO, SI PUĎ DIVENTARE, CON MOLTA FATICA. CON MOLTA FATICA PERCH╔ ╚ UN MESTIERE CHE DECLINA I DESIDERI DEL MERCATO IN PRODOTTI E PROGETTI. E IL MERCATO DEI DESIDERI, COME IL MERCATO VERO E PROPRIO, ╚ SEMPRE MOLTO DINAMICO, QUINDI ╚ DIFFICILE SIA INSEGUIRLO, SIA PROGETTARLO. QUESTA ╚ LA DIFFICOLT└. QUINDI SI DIVENTA DIREI, OLTRE CHE ESSERE UN PO' ATTENTI ALLE QUESTIONI ESTETICHE.
((ITALIA - EUROPA))

D: NELL'ISTITUTO EUROPEO, CREDO ANCHE POI NELLE ALTRE SCUOLE, CI SONO MOLTI ALLIEVI CHE PROVENGONO DA MOLTE NAZIONI. COME MAI, SECONDO LEI, IL DESIGN ITALIANO INTERESSA E HA INTERESSATO COS╠ TANTO POI IN TUTTO IL MONDO, IN QUALCHE MODO?

R: IL DESIGN ITALIANO ╚ UN FENOMENO INTERNAZIONALE E QUINDI ANCHE IL PROCESSO EDUCATIVO, PEDAGOGICO, DEL DESIGN ITALIANO HA UN APPEAL INTERNAZIONALE. NEL CASO DELL'ISTITUTO CHE DIRIGO, CIRCA IL 40% DEGLI STUDENTI PROVENGONO DA PAESI STRANIERI, EUROPEI, NORD E SUD AMERICANI E ASIATICI, COREA, TAILANDIA, INDIA E GIAPPONE. PERCH╔? IO CREDO PER DUE RAGIONI FONDAMENTALI, ALMENO NELLA ESPERIENZA CHE CONOSCO DIRETTAMENTE. IN PRIMO LUOGO, SI VA A IMPARARE UNA PROFESSIONE NEL LUOGO, NEL TERRITORIO DOVE QUESTA PROFESSIONE, QUESTA ATTIVIT└ ╚ NATA, PER CUI I LEGAMI SONO PI┘ DIRETTI E PI┘ FACILI. SULLO SFONDO C'╚ LA BOTTEGA RINASCIMENTALE, COME IMMAGINE, DIREI, O IMMAGINE PERSUASIVA. IN SECONDO LUOGO VENGONO DA NOI, PERCH╔ FORSE SIAMO PI┘ BRAVI DI ALTRE SCUOLE, MA FORSE PER UNA RAGIONE PI┘ SERIA, OVVERO IL DESIGN ITALIANO ╚ NATO, SI ╚ SVILUPPATO CERTAMENTE PER LA QUALIT└ DEL DESIGN, MA FORSE ALTRETTANTO IMPORTANTE ╚ STATA LA DISPONIBILIT└ DELL'IMPRESA. QUINDI LA POSSIBILIT└ DA PARTE DELL'IMPRESA DI RISPONDERE IN MODO FLESSIBILE, ALLE DOMANDE SPESSE VOLTE PROVOCATORIE, CHE IL DESIGN PONE ALL'IMPRESA STESSA. ESEMPI CE NE SONO INNUMEREVOLI. NOSTRI STUDENTI, MA ANCHE STAR DEL DESIGN. SE POSSO FARE UN ESEMPIO, UNA GRANDE STAR CHE ╚ PHILIPPE STARCK, LAVORA ESCLUSIVAMENTE NEL CAMPO DEL DESIGN CON LE IMPRESE ITALIANE E ALLA MIA DOMANDA, LA RISPOSTA ╚: CHE LE AZIENDE ITALIANE SONO LEGATE SEMPRE A FIGURE, A PERSONE, NON DICONO MAI NO. SI METTONO IN DISCUSSIONE A FRONTE DI UNA IDEA ANCHE PROVOCATORIA. QUESTA ╚ LA RAGIONE FORSE FONDAMENTALE, PER CUI I GIAPPONESI, PER ESEMPIO, VENGONO IN ITALIA A STUDIARE DESIGN, DA NOI E IN ALTRE SCUOLE.
((PEDAGOGIA DEI MEDIA))

D: LEI OLTRE CHE DIRETTORE DELL'ISTITUTO EUROPEO ╚ ANCHE DIRETTORE DI UNA RIVISTA STORICA COME OTTAGONO. ANCHE QUI C'╚ STATA UNA CRESCITA DEL NUMERO DI RIVISTE. COME VEDE QUESTO MOMENTO ANCHE DAL PUNTO DI VISTA DI DIRETTORE DI UNA RIVISTA BEN SPECIFICA?

R: OTTAGONO ╚ UNA RIVISTA DI DESIGN CHE ╚ NATA NEL '66, E NACQUE NEL MOMENTO DI SVILUPPO DEL FENOMENO DEL DESIGN ITALIANO. NON ╚ UN CASO CHE OTTAGONO NACQUE COME RIFERIMENTO DI ALCUNE IMPRESE IMPORTANTI DEL DESIGN ITALIANO, PER PROMUOVERSI NEL MONDO. POI ╚ DIVENTATA, NELL'ARCO DEI SUOI 33 ANNI DI STORIA, UN PRODOTTO EDITORIALE VERO E PROPRIO. IO DIRIGO LA RIVISTA OTTAGONO DAL '91. TENGO A PRECISARE CHE NON SONO UN PROGETTISTA, SONO UN FILOSOFO, CHE HA STUDIATO DESIGN. QUINDI IL MIO PUNTO DI VISTA FORSE ╚ UN OSSERVATORIO. OTTAGONO HA AVUTO E HA, AVR└ UN RUOLO OVVIAMENTE DI TIPO INFORMATIVO PER QUANTO RIGUARDA LE RICERCHE PI┘ AVANZATE, PERCH╔ SIANO COMUNICABILI ANCHE A LETTORI CHE NON RIESCONO O HANNO DIFFICOLT└ A CONOSCERE DIRETTAMENTE IL FENOMENO. CERTAMENTE UNA RIVISTA ╚ ANCHE UNA GROSSA RESPONSABILIT└; PUĎ TRASFORMARE UN PROGETTO, UN'IDEA, IN UNA SORTA DI MODA. MODA IN SENSO NEGATIVO, NON IN SENSO POSITIVO. QUINDI, UNA RIVISTA COME OTTAGONO E ALTRE, DEVONO STARE ATTENTE AFFINCH╔ NON DIVENTINO STRUMENTI MASS-MEDIATICI DI PROGETTI O DI IDEE O DI AVVENTURE PROGETTUALI CHE SONO SOLTANTO DELLE CRONACHE ROSA DEL DESIGN. QUESTO SOPRATTUTTO PENSANDO AI LETTORI IN GENERALE, E AI GIOVANI LETTORI. ╚ UNA RESPONSABILIT└ NEI RIGUARDI DEL MERCATO, MA ANCHE DI CARATTERE FORMATIVO ED ETICO. OTTAGONO CERCA OVVIAMENTE DI RISPETTARE QUESTA DOPPIA TENSIONE, GUARDARE CON ATTENZIONE AL NUOVO SENZA DIMENTICARE LE RADICI FONDAMENTALI DEL DESIGN E LE SUE CAPACIT└ E POSSIBILIT└ DI RISOLVERE QUESTIONI CONCRETE.
((TECNOLOGIE))

D: LEI PARLAVA DEL NUOVO. COME MODIFICHERANNO OTTAGONO LE NUOVE TECNOLOGIE, SE LA MODIFICHERANNO?

R: UNA RIVISTA STAMPATA SU CARTA, ARRIVA SEMPRE PI┘ TARDI RISPETTO AI MEZZI PI┘ AVANZATI DELLE TECNOLOGIE. QUINDI QUESTO ╚ UN ASPETTO CHE OCCORRE PRENDERE IN CONSIDERAZIONE. NON ╚ PI┘ LA RIVISTA IN GENERALE, UNA RIVISTA DI DESIGN, UNA RIVISTA PRONTA A RECEPIRE LA CRONACA, O ANCHE QUALCHE PICCOLA STORIA, PERCH╔ RIPETO, ╚ IMMEDIATA LA POSSIBILIT└ DA PARTE DI CHIUNQUE DI ENTRARE IN SINTONIA CON CIĎ CHE AVVIENE DAL MONDO, QUINDI LE TECNOLOGIE SONO FONDAMENTALI DAL PUNTO DI VISTA PRODUTTIVO, DAL PUNTO DI VISTA REALIZZATIVO. MA UNA RIVISTA RISPETTO ALLE TECNOLOGIE DEVE ESSERE UN LUOGO DI RIFLESSIONE O DI RIPENSAMENTO, UN PO' MENO VELOCE, UN PO' PI┘ SLOW RISPETTO ALLA VELOCIT└ FORSENNATA E DIFFICILE DA RAGGIUNGERE, CHE I MEZZI TECNOLOGICI HANNO. OVVIAMENTE NON SIGNIFICA RIFIUTARE LE TECNOLOGIE, OTTAGONO ╚ IN INTERNET, QUINDI QUALSIASI PERSONA AL MONDO PUĎ LEGGERE GLI ARTICOLI, COMPARSI NEI SUOI 33 ANNI. OVVIAMENTE IO CREDO CHE SIA FONDAMENTALE CHE UNA RIVISTA, OLTRECH╔ VIRTUALE, ABBIA UNA SUA FISICIT└, PERCH╔ UNA RIVISTA DI DESIGN ╚ ANCHE UN PRODOTTO DI DESIGN, E QUESTO ╚ UN ASPETTO CUI GUARDO CON ATTENZIONE ANCHE SE QUALCUNO PENSA CHE IL FUTURO DELLE RIVISTE SIA UN FUTURO VIRTUALE. IO NON CI CREDO.
((COMPASSO DĺORO))

D: DA MOMENTI VIRTUALI A MOMENTI REALI. LEI SI OCCUPA ANCHE DEL "COMPASSO D'ORO" E DELLA SUA NUOVA COMPOSIZIONE.

R: IL "COMPASSO D'ORO" ╚ IL PREMIO PI┘ IMPORTANTE DEL DESIGN NON SOLO ITALIANO, A LIVELLO INTERNAZIONALE. NACQUE NEL '54, PROPRIO ALL'INTERNO DI UNA GRANDE AZIENDA, CHE ERA ED ╚ RINASCENTE E IL PRIMO TITOLO ERA ESTETICA DEL PRODOTTO. QUINDI ╚ UNA COLLEZIONE STRAORDINARIA IL "COMPASSO D'ORO". SONO CIRCA 2.000 OGGETTI SELEZIONATI, DAL '54 AD OGGI, DI CUI 250 PREMIATI CON IL "COMPASSO D'ORO". ╚ UNA CARTINA TORNASOLE DEL PRODOTTO, DELLE TENDENZE, DELL'ESTETICA. TUTTA LA COLLEZIONE DEL "COMPASSO D'ORO", VIENE ORA GESTITA DALL'ADI, ASSOCIAZIONE DESIGNER ITALIANI, PER MEZZO DI UNA STRUTTURA OPERATIVA CENTRO LEGNO DI CANT┘; UNA STRUTTURA PUBBLICA CHE HA SEDE A CANT┘, UN LUOGO IMPORTANTE DELLA TRADIZIONE DEL DESIGN DEL MOBILE. PERĎ AVERE UN PATRIMONIO IN CASA NON SIGNIFICA NIENTE, SE NON SIAMO IN GRADO DI FARLO CONOSCERE IN ITALIA E NEL MONDO. DA 3 ANNI ABBIAMO MESSO A REGIME UN SISTEMA, DI COMUNICAZIONE E DI ALLESTIMENTO DEL "COMPASSO D'ORO", CHE CI CONSENTE DI ANDARE IN ITALIA O ALL'ESTERO CON DIVERSE TIPOLOGIE DAL PUNTO DI VISTA ALLESTITIVO. QUINDI, IL "COMPASSO D'ORO" ╚ SEMPRE ESISTITO E SPERO CHE SEMPRE ESISTER└, MA LA NOVIT└ ╚ LA POSSIBILIT└ DI ITINERARLO NEI LUOGHI IMPORTANTI. QUESTO DIREI ╚ UN VALORE IN PI┘. DIREI IL VALORE COMUNICATIVO, SE ╚ CORRETTO CHE PUĎ AVERE IL DESIGN ITALIANO NEL SISTEMA DEL PROGETTO INTERNAZIONALE E NAZIONALE.

D: ULTIMA DOMANDA. UNA RISPOSTA CONCISA, ANCHE CON UNA BATTUTA SE VUOLE. COME VIENE ACCOLTO NEI DIVERSI PAESI L'ARRIVO DEL "COMPASSO D'ORO"?

R: L'ARRIVO DEL "COMPASSO D'ORO" VIENE ACCOLTO DAI PAESI COME IL MEGLIO DEL NOSTRO PAESE. E QUESTO ╚ UN FATTO CHE D└ GRANDE SODDISFAZIONE PER CHI COME NOI ╚ COINVOLTO. IL MEGLIO DAL PUNTO DI VISTA, CHIAMIAMOLO DELLA "CREATIVIT└" E IL MEGLIO DEL SEGNO PRODUTTIVO ITALIANO. ╚ QUINDI ╚ UN AMBASCIATORE STRAORDINARIO, CREDO, PER IL SISTEMA PEASE. IO CREDO CHE QUESTO PAESE ABBIA TANTE QUALIT└, MA HA TRE SISTEMI DI PRODOTTI CHE ALTRI PAESI NON HANNO, CON CUI ╚ POSSIBILE FORSE FARE POLITICA ESTERA. IL DESIGN, LA MODA E IL CIBO. SONO TRE SETTORI CHE SI INTRECCIANO TRA LORO, QUINDI VIENE ACCOLTO BENE ANCHE PERCH╔ SIAMO BRAVI, BELLI E BUONI DAL PUNTO DI VISTA DEL CIBO.

ALDO COLONETTI

 

[HOME ][PUNTATE ][OGGETTI ][PROTAGONISTI ][INFORMAZIONI ][RICERCA]