Home Puntate Oggetti Torna ai Protagonisti Informazioni sui links Ricerca
PUNTATE
OGGETTI
PROTAGONISTI
INFORMAZIONI
RICERCA

PAOLA MAINO

 

BIOGRAFIA

ESPERTA DI LIBERTY, AUTRICE DI TESTI SULLĺARGOMENTO.

INTERVISTA


D: PAOLA MAINO, LEI ╚ AUTRICE, ASSIEME A I. DE GUTTRY DI TESTI DEDICATI AL LIBERTY. POTREBBE INDICARCI I MOVIMENTI ARTISTICI A ROMA IN QUELL'EPOCA, RISPETTO ALLO SCENARIO NAZIONALE ED EUROPEO?


R: DUNQUE A ROMA SI PUĎ PARLARE DI ARTI DECORATIVE, CHE ╚ L'ARGOMENTO CHE STIAMO AFFRONTANDO IN QUESTO A MOMENTO, ATTORNO A FIGURE DI ARTISTI. PERCH╔, NON ESSENDOCI L'INDUSTRIA, COME SAPPIAMO, A ROMA, IL CENTRO DELL'ATTIVIT└ FINISCE PER ESSERE UN MAESTRO, UN ARTISTA. E LA FIGURA PI┘ IMPORTANTE DEL MODERNISMO ROMANO A ROMA, ALL'INIZIO DEL SECOLO, ╚ DUILIO CAMBELLOTTI. CAMBELLOTTI ╚ UN ARTISTA. NASCE NELLA SECONDA MET└ DELL'OTTOCENTO, QUINDI ╚ ADULTO AL VOLGERE DEL SECOLO. ╚ QUELLA GENERAZIONE CHE MESCOLA L'ARTE ALL'IMPEGNO SOCIALE E POLITICO. FA PARTE, INSOMMA, DI QUEL GRUPPO ATTIVO PER IL SOCIALISMO UMANITARIO A ROMA ALL'INIZIO DEL SECOLO, CHE ╚ UN GRUPPO MOLTO IMPORTANTE CULTURALMENTE PER IL PAESE INSIEME A CENA, SIBILLA ALERAMO. UN GRUPPO CHE VA IN GIRO PER LE CAMPAGNE ROMANE CHE IN QUEL MOMENTO SONO ANCORA IN CONDIZIONI ASSOLUTAMENTE MEDIOEVALI, ANZI QUASI PREISTORICHE, E TRAE ISPIRAZIONE ESTETICA, ARTISTICA DA QUESTA POLITICA DI ASSISTENZA AI POVERI, ALLE POPOLAZIONI CHE STANNO FUORI ROMA. QUINDI QUESTO IMPEGNO SOCIALE, UMANITARIO ╚ ANCHE LA FONTE DELLA SUA ISPIRAZIONE. QUESTO ALL'INIZIO DEL SECOLO.
LUI ╚ UNA FIGURA DI GRANDE MAESTRO. CIO╚ HA UNA ATTITUDINE ALL'INSEGNAMENTO E ALLA EVOLUZIONE DELL'ALLIEVO MOLTO, MOLTO FORTE. INTANTO, ╚ ANCORA QUELLA GENERAZIONE CHE CONSIDERA L'ARTE, L'ESTETICA UNA EVOLUZIONE PERSONALE VERSO IL BELLO E IL BUONO. QUINDI, LUI VUOLE TRASMETTERE QUESTO MESSAGGIO CHE L'ARTE ╚ UNA COSA CHE ELEVA. CHE AIUTA A CRESCERE, A DIVENTARE MIGLIORI, CHE ╚ UN PO' L'IDEOLOGIA, ANCHE, DI QUELLA STESSA GENERAZIONE.
CON LUI ALL'INIZIO DEL SECOLO LAVORANO ARTISTI COME BALLA E DELLO STESSO GRUPPO DI BALLA, CHE POI DIVENTER└ UN GRANDE PITTORE FUTURISTA, PRINI. UN GRUPPO DI ARTISTI A ROMA CHE HA A CHE FARE, PER LE ARTI DECORATIVE, CON PICCOLI FORNI, PER QUANTO RIGUARDA LA CERAMICA, PICCOLE FONDERIE. CIO╚ TUTTO ╚ A LIVELLO ARTIGIANO. ROMA ╚ UNA CITT└ CHE HA UNA GRANDISSIMA TRADIZIONE ARTIGIANALE, PERCH╔ CI SONO I PAPI, HANNO FATTO LE CHIESE, I MARMI, LE FONDITURE, I BRONZI. PERĎ ╚ TUTTO ARTIGIANALE. NON C'╚ L'INDUSTRIA; C'╚ LA POLITICA. QUINDI, CASOMAI, L'INDUSTRIA DI ROMA ╚ LA POLITICA. QUINDI, GLI ARTISTI, ANCHE POI DOPO NEL CORSO DEL SECOLO, SARANNO GLI INTERLOCUTORI DELLA POLITICA, NON DELL'INDUSTRIA COME SUCCEDE APPUNTO AL NORD.
ALLORA, DICIAMO CHE CAMBELLOTTI ALL'INIZIO DEL SECOLO SI DEDICA SOPRATTUTTO A QUESTO FILONE SOCIO-UMANITARIO, IL QUALE SFOCIA, COME EVENTO COSTITUTIVO, NELLA MOSTRA DEL CINQUANTENARIO DEL '11, PERCH╔ NEL '11 VIENE FATTA UNA GRANDE MOSTRA PER I CINQUANT'ANNI DELL'UNIT└ DEL PAESE, DELL'ITALIA, A ROMA E A TORINO. A ROMA VIENE FATTA LA PARTE DELLE BELLE ARTI. E CAMBELLOTTI E QUESTO GRUPPO, CHE SI DEDICAVA ALLA ALFABETIZZAZIONE DEI CONTADINI NEI DINTORNI DI ROMA, FA UNA CAPANNA PREISTORICA CON L'AIUTO DEI CONTADINI STESSI E DENTRO A QUESTA CAPANNA CI SONO DEI MANUFATTI SIA DEI CONTADINI CHE DEGLI ARTISTI.
╚ UNA COSA MOLTO ALL'AVANGUARDIA, DICIAMO. MOLTO, MOLTO AVANZATA. NEGLI ALTRI PAESI EUROPEI, PER ESEMPIO, GLI ARTISTI SI ISPIRAVANO ALLE MASCHERE AFRICANE, ALLE ARTI ARCAICHE, PERĎ FUORI DALL'EUROPA. INVECE SUCCEDE CHE CAMBELLOTTI SI ISPIRA A UN ARCAISMO LOCALE. COSA CHE FACEVANO ANCHE I RUSSI, PER ESEMPIO. PERCH╔ I RUSSI HANNO TRATTO MOLTA ISPIRAZIONE (GLI ARTISTI RUSSI, SIA FIGURATIVI CHE ANCHE GLI ARTISTI LETTERATI E MUSICISTI SOPRATTUTTO) DALLE ORIGINE ARCAICHE DELLA PROPRIA CULTURA. E QUESTO ERA STATO UN MOVIMENTO MOLTO FORTE. TANTO ╚ VERO CHE SIA BALLA CHE CAMBELLOTTI FANNO DEI RITRATTI DI TOLSTOJ, TRAMITE GORKI CHE LO SPONSORIZZA QUA A ROMA (GORKI ╚ A ROMA IN QUEGLI ANNI). TOLSTOJ ╚ VISSUTO COME UN CAMPIONE DELLA DEDIZIONE AI POVERI. VOLEVA EMANCIPARE I CONTADINI, I SERVI DELLA GLEBA, RUSSI, E VIA DICENDO.
QUINDI, IL PRIMO NUCLEO FONDANTE DELLE ARTI DECORATIVE A ROMA AVVIENE PROPRIO NEL '11 PER DIVERSE RAGIONI. PRIMO, PERCH╔ APPUNTO LORO ESPONGONO DELLE CERAMICHE, DELLE COSE NELLA CAPANNA DELL'AGRO; SECONDO, PERCH╔ C'╚ LA SECESSIONE AUSTRIACA CHE ESPONE DELLE CERAMICHE.
LA SECESSIONE AUSTRIACA ╚ GI└ UN FATTO MOLTO IMPORTANTE, HA GI└ INFLUENZATO IL MODERNISMO IN EUROPA TANTISSIMO. CI SONO MOLTE CERAMICHE PRODOTTE DALLA WIENER WERKST─TTE, LE QUALI SONO ESPOSTE QUA DI FRONTE ALLA GALLERIA NAZIONALE D'ARTE MODERNA. TUTTI I NOSTRI ARTISTI LI VEDONO, INSIEME AI QUADRI DI KLIMT, CHE SONO L╠: PER LA PRIMA VOLTA IL PUBBLICO E GLI ARTISTI POSSONO VEDERE QUESTI QUADRI STRAORDINARI, E SONO MOLTO INFLUENZATI. NATURALMENTE C'╚ LA GUERRA, DOPO. QUINDI LA GUERRA CREA UNA FRAZIONE TEMPORALE. MOLTI MUOIONO.
DOPO LA GUERRA, LA CERAMICA ROMANA AVR└ UN FORTE IMPULSO INTORNO A CAMBELLOTTI E INTORNO A BIAGINI, CHE ╚ UN ALTRO ARTISTA, DI CUI NOI ALLE SPALLE VEDIAMO QUELLA PANTERA, CHE ╚ DELL'INIZIO DEL SECOLO. CI SAR└ UN FENOMENO DI ARTE DECORATIVA IMPORTANTE INTORNO A CAMBELLOTTI SULLA CERAMICA. SONO SEMPRE MANIFESTAZIONI LEGATE A PICCOLI NUMERI, PERCH╔ APPUNTO I FORNI ERANO PICCOLI E GLI INDUSTRIALI ERANO INDUSTRIALI CHE NON AVEVANO QUESTA SPINTA IMPRENDITORIALE FORTE CHE C'╚ AL NORD. NON DIVENTAVA UNA GRANDE FABBRICA. ERANO SEMPRE DELLE COSE LEGATE A UN ARTIGIANATO BUONO E MOLTO ISPIRATO DAGLI ARTISTI.
QUINDI, DOPO LA GUERRA (QUELL'ISPIRAZIONE ARRIVA DAL '11, DALL'IMPULSO ALL'ARCAISMO LOCALE DATO DA CAMBELLOTTI E DALLA VISTA DELLE CERAMICHE DELLA SECESSIONE), AVVIENE QUESTO FENOMENO A ROMA DELLA CERAMICA, CHE ╚ MOLTO SIGNIFICATIVO.
SEMPRE NEL '11 VIENE FATTO UN VILLINO DA QUESTO STESSO GRUPPO INTORNO A CAMBELLOTTI, UN ALTRO GRUPPO INTORNO A CAMBELLOTTI, CHE ╚ PI┘ LEGATO AL DESIGN DELL'INTERNO DELLE CASE. REALIZZANO UN VILLINO SUL LUNGOTEVERE. IN QUESTO VILLINO VI SONO DELLE VETRATE FATTE DA UN ARTIGIANO ROMANO, PICCHIARINI. QUESTO ╚ UN ALTRO EPISODIO MOLTO INTERESSANTE A ROMA, CHE SI SVOLGE NEL '11 E NEL '12 COME ESPOSIZIONE. E DI QUESTO MAESTRO VETRAIO, UNA SPECIE DI TIFFANY LOCALE, IL QUALE REALIZZA MOLTISSIME VETRATE DISEGNATE DA QUESTO GRUPPO DI ARTISTI: CAMBELLOTTI, GRASSI, BOTTAZZI. SONO TUTTI NOMI, CHE RIMANGONO PIUTTOSTO FUORI DAL GIRO COMMERCIALE PERCH╔, APPUNTO, ROMA NON HA QUESTO ASPETTO COS╠ INDUSTRIALE, FORTE.


D: CI PUĎ ILLUSTRARE I VARI SETTORI IN CUI L'OPERA DI CAMBELLOTTI SI ESPLICA?


R: ALLORA, CAMBELLOTTI ╚ ESSENZIALMENTE UNO SCULTORE. LUI LAVORA IL MARMO; HA LASCIATO MOLTE OPERE IN GESSO; LAVORA IL BRONZO. QUINDI, LA SUA IDENTIT└ DI ARTISTA ╚ LA SCULTURA. POI LUI SI ESPLICA IN TANTISSIMI CAMPI. UNO MOLTO IMPORTANTE, CHE COMINCIA NEL '14 ╚ DI SCENOGRAFIA. LUI VA A SIRACUSA NEL '14 E COMINCIA A FARE LA SCENOGRAFIA, I COSTUMI E ANCHE I MOVIMENTI DI TUTTI GLI ATTORI PER DECINE DI ANNI. LAVORA FINO AL '50, MI SEMBRA, INVENTANDO PROPRIO LA SCENOGRAFIA ALL'APERTO, CIO╚ USANDO IL PANORAMA DI SIRACUSA, DI QUESTI POSTI MOLTO BELLI PROPRIO COME DECORO. QUINDI, ╚ ANCHE UN GRANDE INNOVATORE.
OVVIAMENTE, INSIEME ALLA SCENOGRAFIA, FA ANCHE I MANIFESTI PER IL TEATRO DI SIRACUSA. FIN DALL'INIZIO DELLA SUA CARRIERA, FIN DALL'INIZIO AVEVA FATTO I MANIFESTI PER LA LUCE ELETTRICA, PER VARI PRODOTTI. POI, AVEVA DISEGNATO PROPRIO OGGETTI, OGGETTI D'USO: LAMPADE, ALL'INIZIO PROPRIO DEL MODERNISMO; POI, DURANTE LA GUERRA, DISEGNA GIOCATTOLI INSIEME ALL'OPERA NAZIONALE COMBATTENTI E A QUELLE ISTITUZIONI CHE ERANO NATE PER AIUTARE I SOLDATI MALATI O FERITI. AVEVA COMUNQUE SEMPRE FATTO MOBILI PER SE STESSO.
POI, ALL'INIZIO DEGLI ANNI VENTI, VIENE ISTITUITA A MONZA UNA BIENNALE DI ARTI DECORATIVE, INTERNAZIONALE (LA FUTURA TRIENNALE DI MILANO NDR.). TUTTE LE REGIONI ITALIANE SONO RAPPRESENTATE L╠. LUI CURA NEL '23 (PRIMA EDIZIONE DELLA BIENNALE NDR.) LA SEZIONE ROMANA E, QUINDI, INVENTA DELLE STAMPE E SI OCCUPA DELLA DECORAZIONE MURALE, DEI MOBILI, DEGLI ARAZZI. UNO DI QUESTI ARAZZI DI MONZA ╚ PROPRIO QUESTO CHE ╚ ALLE MIE SPALLE, CHE ╚ UN ARAZZO RICAMATO IN SETA SU SETA, DI SUO DISEGNO, CHE ╚ LA MET└ DI UN GRANDE ZODIACO (SOLAMENTE SEI SEGNI SI VEDONO), CHE ╚ UN MOTIVO RICORRENTE NELL'OPERA SUA, PERCH╔ CI SONO I VASI CON LO ZODIACO, GRANDI PANNELLI CON MATTONELLE. QUI LUI HA ILLUSTRATO TORO, GEMELLI, LEONE, CANCRO E VERGINE INSIEME. QUESTI ARAZZI SU SETA ERANO RICAMATI DA PERSONE A LUI VICINE. QUESTO, IN PARTICOLAR MODO, ╚ STATO RICAMATO DA MARIA TERESA SCALERO, CHE ╚ UNA SUA ALLIEVA SIA COME SCULTRICE, PITTRICE E CHE ANCHE AVEVA PRESO PARTE COME ATTRICE AD ALCUNI SPETTACOLI DI SIRACUSA. ERA LA FIGLIA DI UN MUSICISTA.
QUINDI, LUI HA FATTO PER MONZA DI TUTTO DAI VASI IN BRONZO, AI VASI IN CERAMICA, ARAZZI, MOBILI... HA FATTO GIOCATTOLI; HA DISEGNATO TAPPETI.
POI, ALLA FINE DEGLI ANNI VENTI, QUANDO LA STORIA DI MONZA UN PO' FINISCE PERCH╔ LA BIENNALE DI MONZA DIVENTA LA TRIENNALE DI MILANO, LUI VIENE INCARICATO DI FARE TUTTO L'INTERNO (E L╠ FA PROPRIO UNA DECORAZIONE TOTALE) DELL'ACQUEDOTTO PUGLIESE A BARI. QUINDI, LUI L╠ DECORA TUTTO, DAI BATTISCOPA CHE SONO A FORMA DI ACQUA CHE SCORRE (PERCH╔ L╠ IL SIMBOLO ╚ L'ACQUA), AI TAPPETI, ALLE LAMPADE, AI MOBILI, ALLE VETRATE, ALLE PORTE, ALLE MANIGLIE. TUTTO, IN MANIERA CLASSICA, MODERNISTA. E QUESTA ╚ UN'OPERA CHE ╚ GIUNTA A NOI INTATTA PERCH╔ L'ACQUEDOTTO PUGLIESE C'╚ ANCORA, PER UN MIRACOLO.
INTANTO C'╚ STATA LA GUERRA, COME SAPPIAMO, E MOLTE COSE SI SONO DISPERSE.
QUINDI, DICIAMO CHE CAMBELLOTTI, PUR ESSENDO UN ARTISTA A TUTTO TONDO NEL SENSO DEL MODERNISMO, SI INQUADRA BENISSIMO NEL MODERNISMO EUROPEO PERCH╔, DA UNA PARTE, RICUPERA QUESTI MOTIVI ARCAICI, CHE ╚ STATO UN GRANDE TEMA DEL MODERNISMO EUROPEO (COME WILLIAM MORRIS HA FATTO CON LE VETRATE MEDIOEVALI), E, DALL'ALTRA PARTE, ERA UN VERO INNOVATORE ANCHE, PERCH╔ TUTTO QUESTO VIENE RIPROPOSTO IN FORMA MODERNA, MOLTO TESA VERSO LA MODERNIT└.
NATURALMENTE LUI NON VIENE MAI PRODOTTO INDUSTRIALMENTE, COME AVVERR└ POI PER UN ALTRO GRANDE DESIGNER ITALIANO, COME PONTI, IL QUALE COLLABORER└ POI CON GINORI, CON ĹLA RINASCENTEĺ, UNA GENERAZIONE DOPO. PERCH╔ CAMBELLOTTI ╚ NATO NEL '75 O NEL '76. PONTI ╚ NATO NEL '90. QUINDI PROPRIO UNO SCARTO GENERAZIONALE. PERĎ PONTI STA A MILANO E HA L'INDUSTRIA DALLA SUA. QUINDI, INTERLOQUISCE CON L'IDEA DELLA RIPRODUCIBILIT└. MENTRE, INVECE QUI C'╚ PIUTTOSTO L'IDEA DELLA CURA DEL PEZZO. L'IDEALE ╚ ANCORA IL PEZZO UNICO. ╚ COME SE SI FACESSERO TANTI PEZZI UNICI, IN QUANTO VALUTARE IL PEZZO UNICO ARTIGIANALMENTE.
QUINDI CAMBELLOTTI ╚ MOLTO IMPORTANTE NELLA STORIA DEL DESIGN ITALIANO, MA NON DAL PUNTO DI VISTA DEL DESIGN RIPRODOTTO INDUSTRIALMENTE, QUANTO PROPRIO DELLA STORIA DELL'ARTE. QUINDI, ╚ UN FENOMENO A S╔, DICIAMO.
(ů)
QUI CI SONO UN GRUPPO DI CERAMICHE PRODOTTE A ROMA IN QUEI PRIMI ANNI VENTI. UNA PARTE SONO DEGLI ALLIEVI DI CAMBELLOTTI. ABBIAMO DETTO CHE CAMBELLOTTI ╚ STATO UN GRANDE MAESTRO. A ROMA ERA STATA FONDATA UNA SCUOLA DI ARTI E MESTIERI, CHE SI CHIAMAVA MUSEO ARTISTICO INDUSTRIALE.
CAMBELLOTTI HA INSEGNATO MOLTO IN QUESTA SCUOLA E HA CREATO DEI CERAMISTI CHE HANNO IMPARATO INSIEME A LUI. QUESTI CERAMISTI SONO, POI, QUELLI CHE HANNO PRODOTTO MOLTI DI QUESTI VASI ROMANI. QUI C'╚ ANCHE UN PICCOLO FAUNO CHE ╚ UN DISEGNO DI BIAGINI, CHE ╚ UN ALTRO SCULTORE ROMANO IMPORTANTE, IL QUALE POI LAVORER└ MOLTISSIMO CON L'ALTRO IMPORTANTE CENTRO DI ARTE E DECORAZIONE ROMANA CHE SAR└ MARCELLO PIACENTINI, IL GRANDE ARCHITETTO, CHIAMATO LO SVENTRATORE DI ROMA, CHE PERĎ INVECE, NEGLI ANNI VENTI SOPRATTUTTO, ╚ UN GRANDE PROMOTORE DELLE ARTI DECORATIVE PERCH╔ COLLABORA NEI PALAZZI, NEI CINEMA, NEI TEATRI, NEGLI ALBERGHI CON MOLTI ARTISTI, SOPRATTUTTO QUESTO BIAGINI, IL QUALE AVEVA UNA GRANDE MANO ANCHE PER LA MODELLAZIONE DEGLI STUCCHI. E, QUINDI, LUI ╚ STATO UN GRANDE CERAMISTA IN QUEGLI ANNI VENTI. ANCHE L╠ POCO NOTO PERCH╔ SI TRATTA SEMPRE DI PICCOLI NUMERI.
QUESTO PICCOLO PIERROT CHE SUONA ╚ OPERA DI GIOVANNI PRINI, CHE ╚ UN ALTRO SCULTORE. SI EVINCE POI CHE TUTTI QUESTI ARTISTI CHE SI SONO DEDICATI ALLA DECORAZIONE PARTONO COME SCULTORI, PERCH╔ HANNO IL CORPO, LA MATERIA PI┘ VICINA ALLE MANI.
GIOVANNI PRINI ╚ QUELLO CHE HA FATTO IL GRANDE FREGIO DELLA GALLERIA NAZIONALE D'ARTE MODERNA. E LUI PER SOPRAVVIVERE, PENSO, DURANTE LA GUERRA, HA DIRETTO UNA FABBRICA DI GIOCATTOLI. E QUINDI HA DISEGNATO TUTTA UNA SERIE DI GIOCATTOLI, TRA L'ALTRO, MOLTO BELLI, MOLTO COMMOVENTI, CARINI. UNO ╚ QUESTO. UNO DI QUESTI ╚ PROPRIO IL GIOCATTOLO DI PRINI. IL QUALE PRINI, ANCHE LUI, HA FATTO I MOBILI, I GIOCATTOLI, I VASI. INSOMMA ANCHE LUI ╚ UN ARTISTA, DI QUESTA GENERAZIONE DI ARTISTI, COMPLETI IN QUESTO SENSO.
POI QUI C'╚ UN PICCOLO PORTA INCHIOSTRO, CHE ╚ UN PEZZO DI CAMBELLOTTI, CHE ╚ PROPRIO UN PEZZO SIMBOLISTA, SI PUĎ DIRE. IL PORTA INCHIOSTRO ╚ FORMATO DA UN PIPISTRELLO CHE STA SU UN QUADRATINO. IL PIPISTRELLO, COME SI SA, ╚ IL SIMBOLO DELLA NOTTE E LA NOTTE, COME SI SA, ╚ NERA COME L'INCHIOSTRO. QUINDI TUTTO TORNA.
QUESTE CERAMICHE A ROMA, IN REALT└, USUFRUISCONO DI VARI ARTISTI CHE VI COLLABORANO. SONO UN FENOMENO LEGATO MOLTO ALLA CITT└ E AI PICCOLI NUMERI.

 

[HOME ][PUNTATE ][OGGETTI ][PROTAGONISTI ][INFORMAZIONI ][RICERCA]