Home Puntate Oggetti Torna ai Protagonisti Informazioni sui links Ricerca
PUNTATE
OGGETTI
PROTAGONISTI
INFORMAZIONI
RICERCA

PAOLO LOMAZZI

 

BIOGRAFIA

ARCHITETTO E DESIGNER
NEL 1966 APRE CON DONATO D’URBINO E JONATHAN DE PAZ UNO STUDIO DI ARCHITETTURA, URBANISTICA E DESIGN. DAL 1967 PROGETTANO MOBILI GONFIABILI E COMPONIBILI. NEL 1970 PARTECIPANO ALLA PROGETTAZIONE DEL PADIGLIONE ITALIANO PER L'EXPO DI OSAKA. NEL 1972 PARTECIPANO ALLA MOSTRA ‘ITALY. THE NEW DOMESTIC LANDSCAPE’, MOMA, NEW YORK. PROGETTANO PER NUMEROSE AZIENDE, TRA LE QUALI ACERBIS, ARTEMIDE, CASSINA, POLTRONOVA, ZANOTTA. NEL 1980 RICEVONO IL COMPASSO D'ORO PER L'APPENDIABITI SCIANGAI.

INTERVISTA


D: QUALE SARÀ IL FUTURO DEL DESIGN?


R: IL FUTURO DEL DESIGN È SICURAMENTE LEGGIBILE NEI GRANDI CAMBIAMENTI CHE CI SONO IN ATTO IN QUESTO FINE MILLENNIO, LEGATI ALLA COMUNICAZIONE, A TUTTI QUESTI OGGETTI CHE CI CIRCONDANO E CHE ORMAI SONO ENTRATI NELLA VITA NOSTRA DOMESTICA, IL COMPUTER, IL TELEFONINO. IL PROSSIMO MILLENNIO SARÀ PROBABILMENTE UN MILLENNIO DI COMUNICAZIONE. CREDO ANCHE CHE SIA MOLTO IMPORTANTE CHE SI RISCOPRA UN PO’ LA TRADIZIONE… E QUINDI UN MIX DI BUONSENSO E PROGRESSO.


D: COME CAMBIERÀ IL MODO DI VIVERE, L'ABITARE?


R: GRANDI CAMBIAMENTI NON CE NE SARANNO, PENSO, PERCHÉ L'EVOLUZIONE È SEMPRE PIÙ LENTA DI QUELLO CHE SI POSSA IMMAGINARE. IL PROBLEMA FONDAMENTALE È UN PROBLEMA DI LINGUAGGIO. OGGI IL LINGUAGGIO DEL DESIGN SI È MOLTO APPIATTITO E FORSE C’È BISOGNO UN’ALTRA VOLTA DI UNO SCOSSONE. MI RIFERISCO AL FATTO CHE NOI IN PASSATO ABBIAMO FATTO DEGLI OGGETTI CHE SUL PIANO DEL LINGUAGGIO SONO STATI DETERMINANTI DI UN'EPOCA. MI RIFERISCO ALLA POLTRONA GONFIABILE, AL ‘JOE’, AD ALTRI OGGETTI CHE FORSE NON SONO ENTRATI NELL'USO DEL QUOTIDIANO, MA CHE SONO STATI COMUNQUE IMPORTANTI PER QUANTO CONCERNE LO SPEZZARE, - COME POSSO DIRE - IL RINNOVARE SUL PIANO DEL LINGUAGGIO GLI OGGETTI.


D: CHE COSA PENSA DEI MATERIALI INTELLIGENTI?


R: MA, PENSO CHE LA COSA PIÙ IMPORTANTE È CHE CI SIANO DEGLI UOMINI INTELLIGENTI...
GLI OGGETTI INTELLIGENTI INNANZITUTTO SONO DEGLI OGGETTI DOMESTICI, QUINDI CHE SIANO IN GRADO DI AVERE UN RAPPORTO DI SIMPATIA CON L'UOMO, QUINDI DEGLI OGGETTI NON DURI, DEGLI OGGETTI CHE ABBIANO... CHE ABBIANO VOGLIA DI COMUNICARE CON L'UOMO. PER QUANTO RIGUARDA I MATERIALI INTELLIGENTI, C'È TUTTA UNA SERIE DI STUDI E DI RICERCHE IN QUESTO MOMENTO CHE NON SO DOVE PORTERANNO, MI AUGURO CHE PORTERANNO A UN’INNOVAZIONE ANCHE SUL PIANO DEL DESIGN.
(…)
CERTAMENTE È MOLTO IMPORTANTE CHE CI SIANO DEGLI UOMINI INTELLIGENTI, CHE USINO DEGLI OGGETTI MAGARI ANCHE NON INTELLIGENTISSIMI, MA CHE COMUNQUE SIANO OGGETTI FACILI DA USARE, OGGETTI DI USO QUOTIDIANO, OGGETTI DOMESTICI E, POSSO DIRE, DEGLI OGGETTI AFFETTUOSI.

PAOLO LOMAZZI

 

[HOME ][PUNTATE ][OGGETTI ][PROTAGONISTI ][INFORMAZIONI ][RICERCA]