Home Puntate Oggetti Torna ai Protagonisti Informazioni sui links Ricerca
PUNTATE
OGGETTI
PROTAGONISTI
INFORMAZIONI
RICERCA

DOTT. LOMBARDO

 

BIOGRAFIA

DIRETTORE ANSALDO

INTERVISTA


D: DOTT: LOMBARDO PER FAVORE MI PUÒ ACCENNARE LA STORIA DELL'ANSALDO, COME NASCE L'ANSALDO?


R: LA STORIA DELL'ANSALDO È UNA STORIA PARTICOLARMENTE COMPLESSA. BASTI PENSARE CHE VIENE FONDATA NEL 1853 A SAMPIERDARENA (OGGI È UNA PARTE DI GENOVA), CIOÈ PRIMA DELL'UNITÀ D'ITALIA. SONO QUASI 150 ANNI DI ATTIVITÀ LEGATA ALLA MECCANICA, ALLA CANTIERISTICA, ALLA SIDERURGIA, ALLA NAVALMECCANICA. CENTOCINQUANT'ANNI MOLTO INTESSUTI DI TRASFORMAZIONI SOCIETARIE, DI CONCENTRAZIONI INDUSTRIALI, FINANZIARIE, LE PIÙ VARIE.
È DIFFICILE, QUINDI, UNA SINTESI DELLA STORIA DELL'ANSALDO, CHE OGGI È UNA GRANDE IMPRESA ELETTROMECCANICA. POSSIAMO FORSE RICORDARE CHE L'ANSALDO È L'ARSENALE DEI GARIBALDINI, INTORNO AL 1860; È LA FUCINA DELLA VITTORIA DEL '17; È, DA SUBITO, LA PIÙ GRANDE OFFICINA DEL REGNO; È L'IMPRESA, LA SOCIETÀ CHE VARA IL FAMOSO REX (UN PO' MITICO QUESTO REX QUANDO È STATO RIPRESO POI DA FELLINI IN UN SUO FILM); È ANCHE L'IMPRESA CHE HA PRODOTTO QUEGLI AEROPLANI CON CUI D'ANNUNZIO VOLA SU VIENNA O CHE PER PRIMI ARRIVANO IN GIAPPONE.


D: DAL PUNTO DI VISTA DELLA PROGETTAZIONE, DICIAMO CHE L'ANSALDO È UN'INDUSTRIA CHE NASCE PRIMA DEL DESIGN; PERÒ HA UNA PROGETTAZIONE MOLTO VASTA.


R: L'ANSALDO HA UN'ATTIVITÀ PROGETTUALE E REALIZZATIVA MOLTO VASTA E VARIEGATA NEL TEMPO. NASCE, INFATTI, PER MODERNIZZARE IL REGNO DI SARDEGNA, PER DARE LOCOMOTIVE E FERROVIE AI DISEGNI DI CAVOUR. E, INFATTI, VENGONO LETTERALMENTE PROGETTATE E COSTRUITE, PROPRIO LÌ A SAMPIERDARENA, LE PRIME DUE LOCOMOTIVE ITALIANE: SONO LA ‘SAMPIERDARENA’, APPUNTO, E L' ‘ALESSANDRIA’. SIAMO NEL 1854.
MA DA LÌ POI PASSA ALLA PROPULSIONE NAVALE, ALLE STESSE NAVI (CHE FINO AL 1965 VENGONO PRODOTTE), ALL'AVIAZIONE STESSA. ABBIAMO DOCUMENTI DEL 1908, DOVE UN INGEGNER BUZZATI DA PARIGI SCRIVE DI UNA NUOVA COSA CHE SI CHIAMA AEROPLANO. SIAMO NEL 1908 E L'ESPERIMENTO DEI FRATELLI WRIGHT IN AMERICA È ANCORA MISTERIOSO. VERRANNO DA LÌ A POCO IN EUROPA A DIMOSTRARE COS'È QUESTA NUOVA COSA CHE SI CHIAMA AEROPLANO.
L'ING. BUZZATI CHIEDE ALL'ANSALDO DI POTER SEGUIRE QUESTA NUOVA COSA, QUESTO NUOVO MODO DI VOLARE PIÙ PESANTE DELL'ARIA, DIVERSO DAL DIRIGIBILE. E DIECI ANNI DOPO L'ANSALDO, NELL'ARCO DEL 1917, RIESCE A COSTRUIRE 3.800 AEROPLANI PER LA PRIMA GUERRA MONDIALE.
FORSE ANCORA PIÙ SORPRENDENTE È IL FATTO CHE, IN REALTÀ, SESSANT'ANNI DOPO QUESTA LETTERA RIESCONO AD ANDARE SULLA LUNA.


D: PER L'INDUSTRIA BELLICA DEGLI ANNI '14/'18 QUAL È LA PRODUZIONE DELL'ANSALDO?


R: L'ANSALDO È STATA A LUNGO SEGNATA DALLA PRODUZIONE BELLICA. È STATA IN PARTE LA SUA FORTUNA, MA IN PARTE LA SUA ROVINA.
L'ANSALDO PRODUCE QUASI DA SUBITO ARMI. GIÀ NELLA GUERRA DI LIBIA DEL '12 L'ANSALDO FORNISCE MATERIALI D'ARTIGLIERIA E PROIETTILI. CON LA PRIMA GUERRA MONDIALE DIVENTA DECISIVO L'APPORTO DI ANSALDO. È FAMOSO IL CONTRIBUTO DI ANSALDO - FIN TROPPO ENFATIZZATO DA ANSALDO STESSA - DELLE ARTIGLIERIE RESE DISPONIBILI PER L'ESERCITO ITALIANO DOPO LA DISFATTA DI CAPORETTO. L'ANSALDO CONTINUA A PRODURRE ARTIGLIERIE E QUINDI, NONOSTANTE LO SFONDAMENTO AUSTROUNGARICO, L'ITALIA RIUSCIRÀ A COSTITUIRE UNA SECONDA LINEA, QUELLA DEL PIAVE, PER RESPINGERE POI... È UNA VICENDA CHE SAPPIAMO.
POI, HA GRANDI DIFFICOLTÀ DI RICONVERSIONE L'ANSALDO DOPO LA GRANDE GUERRA; PERÒ POI, DI NUOVO, IL FASCISMO E IL RIARMO RIPORTANO ANSALDO, COSÌ, A LIVELLI DI ECCELLENZA PRODUTTIVA E TECNOLOGICA, PERCHÉ FARE ARMI VUOL DIRE ANCHE GRANDE E CONTINUA INNOVAZIONE. QUINDI UN CONTRIBUTO SICURAMENTE FORTISSIMO ALLA SECONDA GUERRA MONDIALE. VIENE DICHIARATA DI PREMINENTE INTERESSE NAZIONALE. VIENE CONSIDERATA UNA DELLE PUPILLE DEL REGIME.
PERÒ NEL '45 ABBIAMO, DI NUOVO, PROBLEMI GRANDI, PROBLEMI DI RICONVERSIONE PRODUTTIVA E ABBIAMO ANCHE GRANDI PROBLEMI, QUINDI, SOCIALI, OCCUPAZIONALI. MAESTRANZE CAPACISSIME DI LAVORARE QUALSIASI PRODOTTO, QUALSIASI MANUFATTO SI RITROVANO SENZA LAVORO.


D: MI SCUSI, LEI MI HA DETTO CHE LA RICONVERSIONE DOPO LA PRIMA GUERRA È DIFFICILE ALL'ANSALDO. PERÒ, IN EFFETTI, CI SONO PROGETTAZIONI, AD ESEMPIO, DI AUTOMOBILI, FORSE ANCHE DEGLI APPARECCHI AGRICOLI. MI PUÒ SPIEGARE UN MOMENTO?


R: SÌ. DICIAMO CHE, PER CAPIRE QUESTA DIFFICOLTÀ DI RICONVERSIONE, BISOGNEREBBE COLLOCARLA NELLO SCENARIO DELL'EPOCA. IN REALTÀ RIGUARDA TUTTE LE IMPRESE ITALIANE. FORSE L'ANSALDO PIÙ DI ALTRE PERCHÉ L'ANSALDO, DA SUBITO - DICEVAMO - LA PIÙ GRANDE OFFICINA DEL REGNO (DAL '61 VIENE DEFINITA COSÌ DALL'ESPOSIZIONE DI FIRENZE), SUBITO L'ANSALDO SI INGRANDISCE. TENDE A DIVENTARE UN GRUPPO VERTICALE, A VERTICALIZZARSI E POI ORIZZONTALIZZARSI. NEL SENSO CHE DALLE MATERIE PRIME AI MANUFATTI, AL TRASPORTO DEGLI STESSI, L'ANSALDO TENDE A FARE DA SOLA. QUINDI, DI FATTO, POI DIVENTA COME UN GRUPPO POLISETTORIALE. NON È COME LA FIAT CHE È CENTRATA IN QUEGLI ANNI SULLE QUATTRO RUOTE.
L'ANSALDO HA I CANTIERI, HA LE MINIERE, HA TUTTA L'ATTIVITÀ SIDERURGICA DI TRASFORMAZIONE. QUINDI HA MILLE COSE. PRODUCE LE ARTIGLIERIE, PRODUCE LE VARIE ARMI DI OGNI TIPO, LE PRODUZIONI DURANTE LA GUERRA. DOPO LA PRIMA GUERRA CERCA DI RICONVERTIRE. LA CAPACITÀ MOTORISTICA, AD ESEMPIO, LA VOGLIONO SFRUTTARE PER LE AUTOMOBILI. FANNO DELLE AUTOMOBILI CHE SONO POTENTISSIME E BELLISSIME. SONO OGGETTO DI UNA SPECULAZIONE DI COLLEZIONISTI FAVOLOSA IN GIRO PER IL MONDO LE AUTOVETTURE ANSALDO. VERI E PROPRI SALOTTI AMBULANTI.
PROVA A CONVERTIRE A USO CIVILE, A PROPORRE UN USO CIVILE DELL'AEROPLANO PER IL TRASPORTO DI PASSEGGERI, PER IL TRASPORTO DELLA POSTA. PROVA QUINDI A DARE UNO SBOCCO PRODUTTIVO E DI MERCATO A QUELLE STESSE MAESTRANZE, A QUELLE STESSE CAPACITÀ PROGETTUALI E COSTRUTTIVE CHE ERANO SERVITE PER L'INDUSTRIA BELLICA. MA LE COSE SONO MOLTO PIÙ COMPLESSE E NON SEMPRE RIESCONO. QUINDI, RIMARRÀ DECISAMENTE DELIMITATA L'ANSALDO NEL DOPOGUERRA, NELLE SUE PRODUZIONI.


D: C'È QUALCOSA CHE CARATTERIZZA L'ANSALDO, C'È UNA PROGETTAZIONE PIÙ A CARATTERE TECNOLOGICO O PIÙ ESTETICO?


R: A MIO AVVISO (CHE POI NON È LA MIA PERSONALE CONOSCENZA E GIUDIZIO, MA È PROPRIO QUELLA CHE SENTO DAGLI ADDETTI AI LAVORI, DAGLI STORICI), LA CAPACITÀ FINO ADESSO DIMOSTRATA DALL'ANSALDO E FORSE ANCHE L'IMMAGINE CHE LE PREMEVA DIMOSTRARE È QUELLA DI ESSERE RIUSCITA A STARE IN FASE CON LO SVILUPPO TECNOLOGICO E INDUSTRIALE.
L'ELETTROMECCANICA, L'ELETTRICITÀ È UNA COSA CHE VIENE CINQUANT'ANNI DOPO LA FONDAZIONE DELL'ANSALDO. L'ANSALDO GIÀ NEL 1899 HA DEGLI STABILIMENTI ELETTROTECNICI. NE INTUISCE L'IMPORTANZA, ECCO. QUINDI, DIREI, È LA CAPACITÀ DI COGLIERE L'INNOVAZIONE TECNOLOGICA, OLTRE AD AVERNE ANCHE PRODOTTA SENZ'ALTRO IN PROPRIO. ANCORA OGGI CI SONO MIGLIAIA DI BREVETTI ANSALDO.
HA SEMPRE COLTO, PRIMA, NELLE LOCOMOTIVE, POI NELLE COSTRUZIONI NAVALI, POI NELL'ELETTRICITÀ, NELLA PRODUZIONE E NELLA TRASMISSIONE E NELLA CONSERVAZIONE DI ELETTRICITÀ, QUINDI L'ELETTRIFICAZIONE, L'ELETTROMECCANICA (POI RIPARA LA CENTRALE NUCLEARE DI CAORSO CHE È UN PO' IL SIMBOLO DI UNA STAGIONE ANCHE NUCLEARE ITALIANA), QUINDI, OGNI VOLTA CHE SI AFFACCIA NELLA STORIA DELLA TECNOLOGIA, DELLO SVILUPPO TECNOLOGICO INDUSTRIALE UN QUALCOSA, UN SETTORE NUOVO, L'ANSALDO L'HA SEMPRE COLTO, L'HA SEMPRE TRASFORMATO IN PRODOTTO E IN MERCATO.


D: E QUELLO CHE RIGUARDA PIÙ LA SFERA PRIVATA, CIVILE (ELETTRODOMESTICI OPPURE RADIO) - CI SONO ALCUNI ESEMPI DI LÀ - IN QUALE ANNI È STATO FATTO?


R: CITARLI PUÒ PORTARE A VALUTARE ERRONEAMENTE, NEL COMPLESSO, LA PRODUZIONE ANSALDO. IN REALTÀ, SÌ, UNO PUÒ RISPONDERE: L'ANSALDO HA FATTO ANCHE DELLE RADIO INSIEME ALLA LORENZ DI MILANO. L'ANSALDO HA FATTO ANCHE DEGLI AUTOCARRI ELETTRICI, A BATTERIA NEL '17. CREDO CHE ABBIA IN QUALCHE MOMENTO ANCHE FATTO, SICURAMENTE, BILANCE O QUALCHE COSA DEL GENERE. PERÒ, IN REALTÀ, LA PRODUZIONE ANSALDO È CARATTERIZZATA PROPRIO DA PRODOTTI CHE NON SONO DI SERIE, COSÌ COME COMUNEMENTE LI INTENDIAMO. NON SONO AUTOMOBILI DI SERIE; NON SONO ELETTRODOMESTICI, NEGLI ANNI CINQUANTA E SESSANTA, MA SONO GRANDI MANUFATTI, SONO GRANDI CENTRALI CHE SERVONO PER MODERNIZZARE IL NOSTRO PAESE O ALTRI PAESI. L'ANSALDO HA INSTALLATO NEL MONDO QUALCOSA COME 200.000 MEGAWATT DI POTENZA.
LE NAVI STESSE, CHE NON SONO PRODOTTE IN SERIE, I GRANDI TRANSATLANTICI NEGLI ANNI VENTI E TRENTA, LE NAVI DI LINEA, COME ‘MICHELANGELO’ O ‘RAFFAELLO’, SONO TUTTI PRODOTTI CHE HANNO UNA LORO UNICITÀ.
È CHIARO CHE DI PRODOTTO IN PRODOTTO C'È UN’EVOLUZIONE, C'È UNA TRASMISSIONE DI CONOSCENZA. NULLA NASCE DAL NULLA E DALL'IMPROVVISO. PERÒ, IN REALTÀ, QUESTA SPECIFICA TIPOLOGIA PRODUTTIVA SI RIFLETTE ANCHE SUGLI OPERAI. GLI OPERAI ANSALDO ERANO OPERAI CON FORTE DISCREZIONALITÀ.
IO HO INTERVISTATO FIGLI DI FONDITORI, A LORO VOLTA FIGLI DI FONDITORI, CHE RICORDANO BENISSIMO (NE ABBIAMO RISCONTRO ANCHE SU DOCUMENTI CONSERVATI NELL'ARCHIVIO STORICO DELL'ANSALDO), DI MAESTRI DI FONDERIA, DI MECCANICI CHE GUADAGNAVANO PIÙ DI INGEGNERI, DI CAPIREPARTO, DI DIRETTORI DI OFFICINA. PERCHÉ IN LORO POI, IN REALTÀ, RISEDEVA QUELLA CAPACITÀ DI TRASFORMARE IL DISEGNO E IL METALLO IN QUALCOSA DI CONCRETO.
(…)
QUESTO MODO DI PRODURRE GRANDI PRODOTTI, QUESTA ASSENZA DI CATENA DI MONTAGGIO, DI LAVORAZIONE SISTEMATICA E STANDARD SI RIFLETTE ANCHE NELLA COMPOSIZIONE DELLA MANODOPERA E QUINDI, SE VOGLIAMO, ANCHE NELLA COMPOSIZIONE SOCIALE DELLA CITTÀ.
GLI OPERAI DELL'ANSALDO SONO SEMPRE STATI CARATTERIZZATI DA UNA FORTE PROFESSIONALITÀ. QUESTA VARIA NEL TEMPO, A SECONDA DELL'EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI PRODUZIONE, DELL'ORGANIZZAZIONE STESSA DEL LAVORO. MA SICURAMENTE, DAGLI INIZI PER ARRIVARE QUASI AI GIORNI NOSTRI E, IN ALCUNI CASI, ANCORA OGGI, GLI OPERAI DI ANSALDO SONO OPERAI DI MESTIERE, PERSONE CHE SANNO UTILIZZARE APPARECCHIATURE, SANNO UTILIZZARE LE MANI, SANNO TRASFORMARE.


D: ADESSO LE CHIEDO UN'ULTIMA COSA PER QUELLO CHE RIGUARDA L'ARREDO DEI GRANDI TRANSATLANTICI. SE LEI PENSA O SENTE CHE CI FOSSE ADDIRITTURA UN CONFRONTO IN QUESTI AMBIENTI CON IL GUSTO MODERNO, CON LE PRIME CORRENTI RAZIONALISTICHE?


R: PARLARE COSÌ PUBBLICAMENTE DI QUESTE COSE MI VIENE UNA SORTA DI PERPLESSITÀ. INSOMMA, SICURAMENTE FINO AGLI ANNI VENTI E TRENTA NON CI SONO GROSSE INNOVAZIONI DAL PUNTO DI VISTA DELL'ARREDO DA NAVE.
PIUTTOSTO, QUESTI ARREDI SONTUOSI, MOLTO RICCHI DI QUESTE NAVI, CHE FANNO DIMENTICARE DI ESSERE SU UNA NAVE, RICORDANO IL CASTELLO DELL'ALTA BORGHESIA O DELLA NOBILTÀ, INSOMMA. QUINDI, HANNO UN MESSAGGIO PIÙ RASSICURANTE, DI COMFORT, DI TIPO TRADIZIONALE.
NON SAPREI NEGLI ANNI CINQUANTA E SESSANTA PER ‘MICHELANGELO’, ‘RAFFAELLO’, ‘LEONARDO DA VINCI’ O ‘ANDREA DORIA’ CHE SCELTE SIANO STATE FATTE. SICURAMENTE SI SARÀ MOLTO SCRITTO IN QUESTO SENSO, MA TENGA PRESENTE CHE SONO UNO CHE HA RACCOLTO DIECI PAGINE DI BIBLIOGRAFIA SULLA STORIA ANSALDO, DIECI PAGINE FITTE DI INDICAZIONI E DI PUBBLICAZIONI. E NOI STESSI, PER METTERE ORDINE IN TUTTO QUESTO, PER TRARRE IN QUALCHE MODO DELLE CONCLUSIONI UN PO' PIÙ COMPLESSIVE, ABBIAMO AVVIATO UNA STORIA DELL'ANSALDO (SIAMO AL QUARTO VOLUME; IL PROSSIMO È IL QUINTO E DOVREMO ARRIVARE A UNA DECINA DI VOLUMI), UNA STORIA CHE È STATA CURATA A LIVELLO SCIENTIFICO DA NOMI DEL CALIBRO DI DE ROSA, CASTELNOVO, MORI.

 

[HOME ][PUNTATE ][OGGETTI ][PROTAGONISTI ][INFORMAZIONI ][RICERCA]