Home Torna alle puntate Oggetti Protagonisti Informazioni sui links Ricerca
PUNTATE
OGGETTI
PROTAGONISTI
INFORMAZIONI
RICERCA

TESTIMONI
Puntata n.1

 

IL FUTURO POSSIBILE: LA VERIFICA DELLA PROFEZIA


OMAR CALABRESE
SEMIOLOGO


LEI PENSA CHE LA TECNOLOGIA INFORMATICA, LA REALTÀ VIRTUALE MODIFICANO I COMPORTAMENTI PIÙ DEL PROGETTO, DEL DESIGN? NO, PERCHÉ SONO LA STESSA COSA. LA REALTÀ VIRTUALE NON È NIENT'ALTRO CHE UNA CERTA APPLICAZIONE DI CARATTERE TOPOLOGICO DI TECNOLOGIE, DI PRODUZIONE PROGETTUALE. SI POTREBBE QUASI DIRE CHE LO STESSO PROGETTO SIA REALTÀ VIRTUALE, NEL SENSO CHE IMMAGINA DEGLI ELEMENTI CHE ANCORA NON CI SONO E, PER L'APPUNTO, LI FA ANCHE VEDERE PERCHÉ LI DISEGNA. QUINDI, DIREI CHE NON CI SIA NESSUNA DIFFERENZA. COME PUÒ ALLORA IL DESIGN AFFERMARE I SUOI TRADIZIONALI VALORI , PROGRESSIVI, CONCRETI, DENTRO QUESTA SPINTA VERSO UNA REALTÀ IMMAGINARIA? ANCHE QUESTA È UNA DOMANDA CURIOSA PERCHÉ, SE LA REALTÀ È VIRTUALE, NON LA RITENIAMO AFFATTO COME REALTÀ IMMAGINARIA. È SEMPLICEMENTE UNA REALTÀ NON ANCORA MATERIALIZZATA, NON ANCORA MATERIALE. MA NON PER QUESTO È PRIVA DI ESISTENZA. DIFATTI, CON IL MIO COMPUTER IO NON CAMMINO IN UNA STANZA CON I MIEI SENSI, MA COMUNQUE CAMMINO IN UNO SPAZIO, MI MUOVO IN UN CERTO SPAZIO, CHE È VIRTUALE SOLO IN QUESTO SENSO, CHE TECNICAMENTE È REALIZZATO IN UN ALTRO MODO SENSORIALE. PERTANTO QUESTI VALORI DEL DESIGN RIMANGONO ASSOLUTAMENTE PROIETTATI VERSO IL FUTURO, PERCHÉ CON LA REALTÀ VIRTUALE IO FACCIO COSE CHE POTREI FARE. QUALI TEORIE PROGETTUALI, QUALI AUTORI A SUO GIUDIZIO “ VEDONO MEGLIO” NEL FUTURO? DI IDEE PROGETTUALI, AHIMÉ, FORSE NON CE NE SONO MOLTISSIME, OGGI. TROVO UN CERTO INTERESSE PERÒ, AL DI FUORI DELLA VULGATA, PER LA COSIDDETTA BIOARCHITETTURA, CHE TENTA DI INQUADRARE IL PROBLEMA DELLA PROGETTAZIONE ALL'INTERNO DEL COSIDDETTO SVILUPPO COMPATIBILE. PER ESEMPIO, ECCO, DIVENTA UN FATTO DI BIOARCHITETTURA ANCHE LA RIDUZIONE DEL PARCO DEGLI OGGETTI, CHE È ESAGERATO. DIVENTA BIOARCHITETTURA PENSARE A COME SI SMALTISCONO GLI OGGETTI, PERCHÉ NOI NON SAPPIAMO COME SMALTIRE CIÒ CHE BUTTIAMO VIA. CHE NON È SOLO LA SPAZZATURA: SONO GLI OGGETTI CHE NON FUNZIONANO PIÙ. E POI È BIOARCHITETTURA ANCHE L'INSERIMENTO DI MATERIALI E PROGETTI ALL'INTERNO DI UN AMBIENTE CHE NON È SOLO QUELLO COSTRUITO, MA È ANCHE QUELLO NATURALE. ECCO, QUESTO MI PARE CHE SIA UN ORIZZONTE ABBASTANZA INTERESSANTE.


[HOME ][PUNTATE ][OGGETTI ][PROTAGONISTI ][INFORMAZIONI ][RICERCA]