Home Torna alle Puntate Oggetti Protagonisti Informazioni sui links Ricerca
PUNTATE
OGGETTI
PROTAGONISTI
INFORMAZIONI
RICERCA

INTERVISTA IMPOSSIBILE
PUNTATA N.12

 

CARLO MOLLINO: UN CASO UNICO


ANTONI GAUDÌ

GAUDÌ - MI CHIAMO ANTONI GAUDÌ, CON L'ACCENTO SULL'ULTIMA VOCALE.

GREGORETTI LO SO BENE, MAESTRO.

GAUDÌ - LEI FORSE SÌ, MA L'OPERAIO CHE LE SIEDE ACCANTO HA TUTTA L'ARIA DI SAPERNE POCO, DI ME...

ALDO - BEH, IN EFFETTI...

GREGORETTI SE TU FOSSI STATO A BARCELLONA CONOSCERESTI LE SUE MERAVIGLIOSE ARCHITETTURE.

ALDO - MA SONO STATO A BARCELLONA! IN AUTO-STOP, PER LE OLIMPIADI.

GREGORETTI E AVRAI NOTATO QUEI PALAZZI FANTASTICI, QUELLA CHIESA CON LE TORRI ALTISSIME, UN PARCO FAVOLOSO...

ALDO - SÌ! IL PARCO ME LO RICORDO.

GREGORETTI IL PARCO GUELL, PIENO DI PORTICATI...

ALDO - UN PO' GENERE DISNEYLAND.

GREGORETTI MA CHE DICI!

ALDO - A PROPOSITO SIGNOR GAUDÌ, PERCHÉ HA FATTO I PONTI CON LE COLONNE STORTE?

GAUDÌ - ALMENO DICA: INCLINATE...

ALDO - VA BÈ, STORTE, INCLINATE...

GAUDÌ - PERCHÈ SOSTENGONO MEGLIO IL PESO.

GREGORETTI PER QUALE RAGIONE?

GAUDÌ - PER LA STESSA RAGIONE PER CUI IL VIANDANTE STANCO, QUANDO SI FERMA, SI APPOGGIA SUL BASTONE INCLINATO, DATO CHE SE LO METTESSE IN SENSO VERTICALE NON RIPOSEREBBE!

ALDO - MAH...

GREGORETTI QUALCHE ALTRO CENNO BIOGRAFICO, MAESTRO?

GAUDÌ - SONO NATO DA FRANCESCO GAUDÌ I SIERRA, CALDERAIO, E DA ANTONIA CORNET I BERTRAN, IL 25 GIUGNO 1852.

GREGORETTI SO CHE È NATO IN POVERTÀ...

GAUDÌ - SONO ANCHE VISSUTO IN POVERTÀ, E MORTO IN POVERTÀ.

ALDO - (FRA SE, COMPATENDOLO) POVERO!...

GAUDÌ - MA NON BISOGNA CONFONDERE LA POVERTÀ CON LA MISERIA. LA POVERTÀ GENERA ELEGANZA, LA RICCHEZZA GENERA OPULENZA E SOVRABBONDANZA. L'ELEGANZA È SORELLA DELLA POVERTÀ!

ALDO - (ECCITATO) SA CHE LO HA DETTO ANCHE BENIGNI, QUANDO HA PRESO L'OSCAR?

GREGORETTI GIÀ!

GAUDÌ - CHI LO HA DETTO?

GREGORETTI BENIGNI, UN NOSTRO ARTISTA... PIÙ O MENO HA DETTO: 'RINGRAZIO MIO PADRE PERCHÉ MI HA FATTO IL DONO DELLA POVERTÀ'... (CAMBIANDO TONO) LEI PERÒ DI DENARI NE HA SPESI...

GAUDÌ - NON MIEI PERÒ, CHE NON AVEVO. GLI ARCHITETTI IN GENERE SPENDONO IL DENARO ALTRUI, E PER QUESTO MOTIVO HANNO UN SICURO QUADRO PSICOLOGICO DEI CLIENTI.

ALDO - E QUANTO GLIENE HA FATTO SPENDERE AI CLIENTI?

GAUDÌ - CASA MILA' È COSTATA 400.000 DUROS, CASA CALVET 100.000, CASA BATTLO' 80.000.

ALDO - DUROS

GAUDÌ - DUROS, DEI PRIMI DEL NOVECENTO.

ALDO - E QUANTO VALEVA UN DUROS?

GAUDÌ - CIRCA 5 PESATAS?

GREGORETTI MA CHE TE NE IMPORTA!? PARLIAMO DI COSE PIÙ ELEVATE. QUAL'È IL SEGRETO DELLA SUA ARCHITETTURA, GAUDÌ?

GAUDÌ - IL RAPPORTO CON LA LUCE, COME PER OGNI BUONA ARCHITETTURA MEDITERRANEA. LE MIE ARCHITETTURE VIVONO DI LUCE, DI SOLE...

GREGORETTI ANCHE DI OMBRA...

GAUDÌ - OVVIO. NELLA SAGRADA FAMILLIA VOLEVO RENDERE POLICROME SOLO LE PARTI BASSE, QUELLE DOVE NON BATTE IL SOLE. LE PARTI ALTE SI SAREBBERO COLORATE DA SE, IN QUANTO IL SOLE È UN ECCELLENTE PITTORE.

GREGORETTI LEI VISSE GLI ULTIMI ANNI DELLA SUA VITA NEL SOTTERRANEO DELLA SAGRADA FAMILIA, LA SUA OPERA PIÙ AUDACE E APPASSIONANTE, E MORÌ NEL 1926, USCENDO DA QUELLA CHIESA...

GAUDÌ - INVESTITO DA UN TRAM.

GREGORETTI IN OSPEDALE NON LA RICONOBBERO. ERA VESTITO MOLTO POVERAMENTE...

GAUDÌ - MORÌ LÌ, NEL GIRO DI TRE GIORNI, NEL POMERIGGIO. DISSI SOLTANTO 'AMEN!', RISPONDENDO ALLA PREGHIERA DI UN SACERDOTE, E DISSI ANCHE 'DIO MIO!'.

GREGORETTI (A PARTE, AD ALDO) DI FRONTE AD UN UOMO DEL SUO GENIO CI SI SENTE... INSIGNIFICANTI, INUTILI...

GAUDÌ - (INASPETTATO) NESSUNO È INUTILE! CHIUNQUE SERVE; IL PROBLEMA STA NEL CAPIRE A COSA SERVE. ADDIO.

GREGORETTI (SI GUARDANO PER UN ISTANTE, INTERDETTI, SENZA PARLARE)

GREGORETTI GIÀ... (POI AD ALDO) TU L'HAI CAPITO A COSA SERVI?

ALDO - IO NO, E LEI?

GREGORETTI (UN PO' DEPRESSO) IO NEMMENO...


[HOME ][PUNTATE ][OGGETTI ][PROTAGONISTI ][INFORMAZIONI ][RICERCA]