Home Torna alle puntate Oggetti Protagonisti Informazioni sui links Ricerca
PUNTATE
OGGETTI
PROTAGONISTI
INFORMAZIONI
RICERCA

24

IL POP DA MATERIA A STILE: PLASTICA E OLTRE
OSPITE : GIULIO CASTELLI


APPENDIABITI CACTUS
NATO GIÀ NELL’OTTOCENTO COME MATERIALE ECONOMICO CHE IMITA ALTRI BEN PIÙ PREZIOSI (COME L’AVORIO O LA TARTARUGA) LA PLASTICA INIZIA A TROVARE UNA SUA IDENTITÀ NEGLI IMPIEGHI ORIGINALI, A PARTIRE DAGLI ANNI TRENTA, IN EUROPA E NEGLI STATI UNITI: APPARECCHI RADIO, CASALINGHI, CARROZZERIE D’AUTOMOBILE ASSUMONO NUOVE FISIONOMIE GRAZIE PROPRIO ALL’UTILIZZO DI UN MATERIALE ESTREMAMENTE INNOVATIVO NEI COLORI, E SOPRATTUTTO NELLE POSSIBILITÀ FORMALI. IN ITALIA GIÀ PRIMA DELLA GUERRA I FRATELLI CASTIGLIONI CONDUCONO UNA SPERIMENTAZIONE D’AVANGUARDIA SULL’USO DELLA BAKELITE IN ALCUNI RADIORICEVITORI, MA SOLO ALLA FINE DEGLI ANNI QUARANTA INIZIA PER LA PLASTICA L’ETÀ DELL’ORO. DAVVERO RIVOLUZIONARIO È L’APPROCCIO DEI PRODUTTORI PER L’ARREDAMENTO, CHE INTUISCONO LE STRAORDINARIE POSSIBILITÀ DI APPLICAZIONE DEL MATERIALE IN UN MERCATO TUTTO ANCORA DA INVENTARE: NEL 1949 NASCE LA KARTELL, LA PRIMA INDUSTRIA ITALIANA A CONCENTRARSI ESCLUSIVAMENTE SULL’IMPIEGO DI MATERIE PLASTICHE PER LA PRODUZIONE DI OGGETTI D’USO: TRA I SUOI DESIGNER PIÙ PROLIFICI GINO COLOMBINI, CUI SI AFFIANCANO IN SEGUITO ACHILLE E PIERGIACOMO CASTIGLIONI, ANNA CASTELLI FERRIERI, MARCO ZANUSO, RICHARD SAPPER E JOE COLOMBO: QUESTI È IL PRIMO PROGETTISTA A REALIZZARE CON KARTELL UNA SEDIA INTERAMENTE IN MATERIALE PLASTICO, IL MODELLO “UNIVERSALE”. LE ALTRE DUE INDUSTRIE CHE SI DEDICANO AD UN USO RAFFINATO DELLA PLASTICA IN OGGETTI SEMPLICI MA ESTREMAMENTE CURATI SONO DANESE (FONDATA DA BRUNO DANESE E JACQUELINE VODOZ NEL 1955) E ARTEMIDE (FONDATA DA ERNESTO GISMONDI NEL 1959): LA PRIMA SVILUPPA UN’INTENSA RICERCA CON ENZO MARI E BRUNO MUNARI, LA SECONDA COLLABORA CON GIULIANA GRAMIGNA, SERGIO MAZZA, VICO MAGISTRETTI A FRONTE DEL DILAGARE QUASI INCONTROLLATO DELLE MATERIE PLASTICHE, IMPIEGATE SOPRATTUTTO PER IL LORO BASSO COSTO, LE AZIENDE ITALIANE RAPPRESENTANO NEGLI ANNI SESSANTA UNA SORTA DI SOFISTICATO LABORATORIO DI SPERIMENTAZIONE, CHE CONTRIBUISCE A FARE DELL’USO DELLA PLASTICA UNA FORMA DI STILE, ESTREMAMENTE DINAMICO E AGGIORNATO IN CONTINUAZIONE DA NUOVE FORME, COLORI, POSSIBILITÀ DI APPLICAZIONE RINNOVATE COSTANTEMENTE DALLA SCOPERTA DI NUOVE FORMULE. 

INTERVISTA IMPOSSIBILE:

TESTIMONIANZE:

OGGETTI DELLA PUNTATA:

LIBRI:

  • POP ART RUSCONI EDITORE
  • IN PLASTICA ELECTA NAPOLI
  • DANESE 1976
  • DAL PROGETTO AL PRODOTTO PLASTICHE E DESIGN A.MORELLO - A.CASTELLI FERRIERI ARCADIA EDIZIONI
  • PLASTICS DESIGNS AND MATERIALS SYLVIA KATZ
  • F.F.F. ALESSI EDIZIONI
  • JOE COLOMBO IGNAZIA FAVATA IDEA BOOKS
  • LA SEDIA IN MATERIALE PLASTICO 1975
  • SIXTIES DESIGN PHILIPPE GARNER TASCHEN
  • ALBE STEINER: COMUNICAZIONE VISIVA, FRATELLI CELINARI

INTERNET:


[HOME ][PUNTATE ][OGGETTI ][PROTAGONISTI ][INFORMAZIONI ][RICERCA]