Home Torna alle Puntate Oggetti Protagonisti Informazioni sui links Ricerca
PUNTATE
OGGETTI
PROTAGONISTI
INFORMAZIONI
RICERCA

INTERVISTA IMPOSSIBILE
PUNTATA N.8

 

ARCHETIPI E PROTOTIPI: L’INVENZIONE DELLA RADIO


GUGLIELMO MARCONI 1874 - 1937

GREGORETTI - EGREGIO SIGNOR MARCONI...

MARCONI - MARCHESE, SE CREDE, MARCHESE MARCONI...

GREGORETTI - MARCHESE, CERTO... ANCHE SE È UN TITOLO UN PO' RECENTE: GLIELO HA DATO MUSSOLINI...

MARCONI - OOOOH! SEMPRE QUESTO MUSSOLINI, TIRATE IN BALLO! IL 'NOBEL PER LA FISICA' NON ME LO HA DATO CERTO MUSSOLINI!

GREGORETTI - AH, NO; GLIELO HA DATO L'ACCADEMIA DI SVEZIA, NEL 1909.

MARCONI - APPUNTO!

GREGORETTI - LEI È CONSIDERATO, CON I SUOI ESPERIMENTI SU LA TELEGRAFIA SENZA FILI, L'INVENTORE DELLA RADIO. AVREBBE MAI IMMAGINATO UNO SBOCCO DI QUESTO TIPO PER LE SUE SOFISTICATISSIME RICERCHE?

MARCONI - MA, GUARDI, LA RADIO È STATA SOLO UN'APPLICAZIONE PRATICA DELLE MIE RICERCHE, CHE IN UN PRIMO TEMPO ERANO TESE AD ATTUARE COMUNICAZIONI A DISTANZA, SENZA L'AUSILIO DI FILI. PERÒ L'AVEVO PREVISTA, LA RADIO, GIÀ NEI PRIMI ANNI, PER ESEMPIO NELLE COMUNICAZIONI TRA LE NAVI...

GREGORETTI - VEDI IL TITANIC!

MARCONI - GIÀ: I SUPERSTITI FURONO SOCCORSI E SALVATI GRAZIE ALLA MIA 'INVENZIONE'.

ALDO - ANCHE DI CAPRIO?

GREGORETTI - NEL 1985, LEI, A PONTECCHIO, VICINO A BOLOGNA, FECE UN FAMOSO ESPERIMENTO: DAL GIARDINO DELLA SUA VILLA IRRADIÒ ONDE ELETTROMAGNETICHE CHE VENNERO CAPTATE A DUE KM. DI DISTANZA, DA UN RICEVITORE CHE STAVA DIETRO UNA COLLINA. FU L'INVENZIONE DELLA RADIO. LO ABBIAMO STUDIATO A SCUOLA. POI, CHE FECE?

MARCONI - INNANZITUTTO BREVETTAI QUESTA MIA SCOPERTA E CREAI IN INGHILTERRA UNA SOCIETÀ PER LO SFRUTTAMENTO ECONOMICO DELLA TELEGRAFIA SENZA FILI...

GREGORETTI - COME MAI LEI, COSÌ ABILE NEL BREVETTARE LA SUA SCOPERTA, NELLO SFRUTTARE LE SUE INTUIZIONI, NEL RICAVARE ANCHE QUATTRINI DALLE APPLICAZIONI DEI SUOI SISTEMI, NEL GESTIRE LE FORNITURE A TUTTO IL MONDO, NON SI È PREOCCUPATO DI PROGETTARE APPARECCHI RADIO? NON SAREBBE STATO UN BUON AFFARE? O I TEMPI NON ERANO MATURI?

MARCONI - NO, IN REALTÀ LO ERANO. LA RADIO ERA DIVENTATA IN BREVE TEMPO UN ELETTRODOMESTICO INDISPENSABILE: CHI NON POTEVA PERMETTERSI UNA RADIO, ALLORA ANCORA MOLTO COSTOSA, TENTAVA DI ASSEMBLARE QUALCOSA DI SIMILE, PUR DI RICEVERE IL SEGNALE.

GREGORETTI - LA RADIO A GALENA, RICORDO IO, CON LA CUFFIA; DA RAGAZZI CE LA FABBRICAVAMO DA SOLI!

MARCONI - GIÀ. MA LA PROGETTAZIONE DELL'APPARECCHIO RICEVENTE NON HA MAI SUSCITATO IL MIO INTERESSE.

GREGORETTI - MA NON VEDE QUANTI MODELLI DI RADIO SONO VENUTI AL MONDO DOPO IL SUO PROTOTIPO. CHISSÀ QUALI UTILI NE AVREBBE RICAVATO...

MARCONI - E' VERO. HO VISTO NEL TEMPO APPLICARSI A QUESTO TEMA MOLTI FAMOSI PROGETTISTI, AUTORI DI INVOLUCRI ESTERNI VARI ED ATTRAENTI CHE, HANNO RESO QUESTO OGGETTO ASSAI PIÙ DESIDERABILE DI QUANTO IO POTESSI MAI IMMAGINARE...

GREGORETTI - PECCATO NON AVERCI PENSATO, EH?

MARCONI - EH, SI, PECCATO!

ALDO - DAVVERO CHE SFIGA! MAGARI CI METTEVAMO IN SOCIETÀ...


[HOME ][PUNTATE ][OGGETTI ][PROTAGONISTI ][INFORMAZIONI ][RICERCA]