Home Torna alle puntate Oggetti Protagonisti Informazioni sui links Ricerca
PUNTATE
OGGETTI
PROTAGONISTI
INFORMAZIONI
RICERCA

TESTIMONI
Puntata n.9

 

VERSO UN DISEGNO INDUSTRIALE: LA TRIENNALE E LE RIVISTE


OMAR CALABRESE
SEMIOLOGO


ERA LA CASABELLA DI TOMAS MALDONADO ED AVEVA UN IMPIANTO NEORAZIONALISTA QUANDO CAPITAVA DI ANALIZZARE IL DESIGN (PERCHÉ PERLOPIÙ LA RIVISTA ERA DI ARCHITETTURA), IL PROBLEMA ERA DI COLLEGARE IL DESIGN, CIOÈ LA PROGETTAZIONE DEGLI OGGETTI, ALLA COSIDDETTA CULTURA MATERIALE. CULTURA MATERIALE È QUELL'INSIEME DI FATTI COSTITUITI DA OGGETTI, MA ANCHE DA COMPORTAMENTI E OGGETTI DI TUTTE LE DIMENSIONI CHE COSTITUISCONO IL NOSTRO AMBIENTE QUOTIDIANO, IL MICROAMBIENTE DI CIASCUNA PERSONA E DI CIASCUN GRUPPO. QUANTO A IDEOLOGIA, C'ERA UNA IDEOLOGIA (IN SENSO POSITIVO, IN SENSO ANTROPOLOGICO DEL TERMINE), C'ERA UNA IDEOLOGIA CHE ERA CHIARAMENTE QUELLA DEL FUNZIONALISMO. CIOÈ SI ANALIZZANO LE FUNZIONI A CUI GLI OGGETTI SONO DEDICATI E, SU QUELLA BASE, SI DANNO DELLE INDICAZIONI DI PROGETTO. QUESTO NON SIGNIFICAVA, PERÒ, L'ABBANDONO DELLA PARTE ESTETICA DEL DESIGN. IN QUELL'EPOCA, INFATTI, TRA IL '76 E LA METÀ DEGLI ANNI OTTANTA C'È STATA UN PO' DI POLEMICA TRA I FAUTORI DEL COSIDDETTO MOVIMENTO MODERNO, DAGLI ANNI TRENTA IN AVANTI, E QUELLI CHE GIÀ POTEVANO QUASI CHIAMARSI I POSTMODERNI, ANCHE SE IL TERMINE NASCE NEL '79.


[HOME ][PUNTATE ][OGGETTI ][PROTAGONISTI ][INFORMAZIONI ][RICERCA]