Home Torna alle Puntate Oggetti Protagonisti Informazioni sui links Ricerca
PUNTATE
OGGETTI
PROTAGONISTI
INFORMAZIONI
RICERCA

INTERVISTA IMPOSSIBILE
PUNTATA N.21

 

DALLO STILE AL PROGETTO: ACHILLE E PIERGIACOMO CASTIGLIONI


MARCEL DUCHAMP

GREGORETTI - LEI SI È MERITATO IL TITOLO DI CREATORE PIÙ ORIGINALE DEL SECOLO PUR NON AVENDO CREATO NULLA. ANDRÉ BRETON L'HA DEFINITA COME UOMO PIÙ INTELLIGENTE DEL XX SECOLO.

ALDO - NON È LEI MAESTRO?

GREGORETTI - COSA?

ALDO - L’UOMO PIÙ INTELLIGENTE DEL XX SECOLO?

GREGORETTI - MA CHE DICI? TI RINGRAZIO MA NON CREDO...

ALDO - INVECE NO! PER ME È LEI!

GREGORETTI - BEH, SE LO DICI TU... (INSOSPETTITO) DI, NON VORRAI MICA UN AUMENTO?

ALDO - NO, PER CHI MI PRENDE? PIUTTOSTO VOLEVO UN PERMESSO PER DOMANI...

GREGORETTI - AH, ECCO MI SEMBRAVA STRANO...

ALDO - SA, DOVREI ACCOMPAGNARE MIA CUGINA...

GREGORETTI - E SEMPRE CON QUESTA CUGINA! BASTA! MI SA CHE NON ESISTE NEPPURE, LA CUGINA!

DUCHAMP - AVETE FINITO, SIGNORI?

GREGORETTI - HA RAGIONE, CI SCUSI. RIPETO LA DOMANDA: LEI SI È MERITATO IL TITOLO DI CREATORE PIÙ ORIGINALE DEL SECOLO...

DUCHAMP - SULLA QUESTIONE DELLA CREAZIONE IO NON HO MAI VOLUTO IMPORRE UN LINGUAGGIO NUOVO, RIVOLUZIONARIO MA IMPOSSESSARMI DI UNO APPROCCIO DELLO SPIRITO. PER QUESTO HO SEGUITO DIVERSI MOVIMENTI MA LI HO SEMPRE SUPERATI, EVITANDO DI IDENTIFICARMI E DI ESPORRE. PER QUANTO RIGUARDA BRETON FORSE INTENDEVA RIFERIRSI PIUTTOSTO ALLA MIA FOGA. INVESTIGATIVA DELLE COSE.

GREGORETTI - LA SUA VITA SEMBRA UN CONTINUO CAMMINO VERSO LA LIBERAZIONE: PRIMA DALLA FAMIGLIA, POI DAL SUO AMBIENTE, DALLA SUA EPOCA E INFINE DALL'ARTE... PERCHÉ?

DUCHAMP - DA QUANDO I GENERALI NON MUOIONO PIÙ A CAVALLO I PITTORI NON SONO OBBLIGATI A MORIRE AL CAVALLETTO.

ALDO - AH AH AH, BUONA QUESTA! È FORTE STO SCHAMPO!

GREGORETTI - DUCHAMP...

ALDO - SIGNOR DUCHAMP, LA SA QUELLA DEL COLONNELLO CHE ERA STATO FERITO SUL CARSO?

GREGORETTI - BASTA! C’È CHI HA DETTO DI LEI, DUCHAMP, CHE LA SUA OPERA PIÙ BELLA È L’IMPIEGO DEL SUO TEMPO...

DUCHAMP - IN REALTÀ IO NON FACCIO NIENTE. SONO FORTUNATO PERCHÉ NON HO MAI DOVUTO LAVORARE PER VIVERE, ANZI, RITENGO IL LAVORARE PER VIVERE UN PO' IMBECILLE DAL PUNTO DI VISTA ECONOMICO. SPERO CHE ARRIVI IL GIORNO IN CUI SI POSSA VIVERE SENZA ESSERE OBBLIGATI A LAVORARE.

ALDO - APPROVO INCONDIZIONATAMENTE!

GREGORETTI - PARLI DIFFICILE ANCHE TU, ADESSO?

ALDO - A SUON DI FREQUENTARE QUESTI MORTI SAPIENTONI...

GREGORETTI - QUESTA SUA DICHIARATA IGNAVIA NON È IN CONTRADDIZIONE CON LA SUA IDEA DI ARTE DIRETTAMENTE DISCENDENTE DAL ‘FARE’ CON LA CREAZIONE ARTISTICA?

DUCHAMP - LO NON CREDO NELLA FUNZIONE CREATRICE DELL'ARTISTA. E' UN UOMO COME UN ALTRO. LA SUA ATTIVITÀ CONSISTE NEL FARE CERTE COSE, MA ANCHE IL MANAGER LE FA. QUELLO CHE MI HA SEMPRE INTERESSATO È LA PAROLA ARTE, CHE, COME INTESO DIRE, DERIVA DAL SANSCRITO E SIGNIFICA ‘FARE’. ALLORA TUTTI FANNO QUALCOSA E COLORO CHE FANNO DELLE COSE SU UNA TELA, CON UNA CORNICE, SI CHIAMANO ARTISTI O MEGLIO ARTIGIANI... TUTTI NOI SIAMO ARTIGIANI.

GREGORETTI - E DOPO VENTICINQUE ANNI DI VITA DA ARTISTA, PARDON, DA ‘ARTIGIANO’ LEI HA LASCIATO L'ATTIVITÀ CON UNA ROTTURA TIPICA DEL SUO MODO D'AGIRE. COME MAI?

DUCHAMP - QUESTA ROTTURA FU MOTIVATA DA MOLTE COSE. PRIMA DI TUTTO IL RAPPORTO QUOTIDIANO CON GLI ARTISTI, IL FATTO DI VIVERE E PARLARE CON ARTISTI... MI INFASTIDIVA MOLTO! LA REAZIONE NEL 1912 AL MIO ‘NUDO CHE SCENDE LE SCALE’, UN'OPERA NON PROPRIO NELLA SCIA DELLA MODA CUBISTA MI FECE RICREDERE SU ARTISTI CHE RITENEVO LIBERI, COSÌ LASCIAI TUTTO E MI IMPIEGAI COME BIBLIOTECARIO. IN REALI NON SI È TRATTATO DI UN BRUSCO ABBANDONO, MA DI UNA PROGRESSIVA RINUNCIA DEI TRADIZIONALE MEZZI D'ESPRESSIONE.

GREGORETTI - PERÒ IL NUDO CHE SCENDE LE SCALE LA RESE CELEBRE IN AMERICA. A 28 ANNI LEI SBARCÒ A NEW YORK...

DUCHAMP - SÌ, AVEVO UN AMMIRATORE, W.C ARENSBERG, CHE AVREBBE POI RACCOLTO LA MIA OPERA NEL N4USEO DI PHILADELPHIA. MA QUELLO CHE RICORDO CON PIACERE, DI QUEGLI ANNI, È CHE, PUR DANDO LEZIONI DI FRANCESE PER POTER VIVERE, FREQUENTAVO SALOTTI IMPORTANTI, ERO SEMPRE BEN ACCOLTO COME AUTORE DEI ‘NUDO’... INSOMMA AVEVO VISSUTO PIÙ AI MARGINI A PARIGI DI QUANTO NON FACESSI IN TERRA STRANIERA.

ALDO - MA ERA UN NUDO DI FEMMINA O UN DI MASCHIO?

DUCHAMP - CHI È QUELL’IGNORANTELLO?

GREGORETTI - LO PERDONI, LO PERDONI...POI LEI RIENTRERÀ A PARIGI...

ALDO - ERA UOMO O DONNA? NON LO SA NEMMENO LEI!

GREGORETTI - LO SO MA NON TE LO DICO.

ALDO - NON LO SA!

GREGORETTI - POI IL RIENTRO A PARIGIE DI NUOVO A NEWYORK, CON LE MACCHINE OTTICHE, IL CINEMA.

DUCHAMP - MI OSSESSIONAVA IL MOVIMENTO. POI DA QUESTE MACCHINE AL CINEMA IL PASSAGGIO È STATO BREVE. NON MI INTERESSAVA FARE DEL CINEMA IN QUANTO TALE, MA COME MEZZO PRATICO PER RAGGIUNGERE RISULTATI OTTICI. LO IN REALTÀ NON HO FATTO DEL CINEMA, ERA PIUTTOSTO UNA MANIERA COMODA PER ARRIVARE A QUEL CHE VOLEVO.

GREGORETTI - LEI HA SEMPRE CONFERMO MOLTO VALORE ALLO SPETTATORE E ALLA SUA INTERPRETAZIONE QUALE PARTE INTEGRANTE DELL’OPERA. NONDIMENO HA SPESSO ESPRESSO MOLTA ATTENZIONE PER IL GIUDIZIO DEI POSTERI. PER QUALE MOTIVO?

ALDO - CHI SONO I POSTERI?

GREGORETTI - POI TE LO SPIEGO...

DUCHAMP - LA POSTERITÀ É UNO SPETTATORE AUTOREVOLE, CHE CONSENTE AD UN'OPERA DI VIVERE

GREGORETTI - AD UN CERTO PUNTO NELLA SUA OPERA ENTRA L'EROTISMO, CON I SENI DI GOMMA, I SESSI FEMMINILI. CHE SIGNIFICATO HA PER LEI?

ALDO - E CHE SIGNIFICATO VUOLE CHE ABBIA? E’ UN PORNO SHOP...

DUCHAMP - L'EROTISMO STA ALLA BASE DI TUTTO MA NON SE NE PARLA MAI A CAUSA DI ALCUNE IMPOSIZIONI RELIGIOSE E PER ALTRI MOTIVI. IN TUTTA LA MIA OPERA LATENTE O APPARENTE, ENTRA L'EROTISMO.

GREGORETTI - QUALCHE RIMPIANTO?

DUCHAMP - NESSUNO, HO UNA VITA ASSOLUTAMENTE MERAVIGLIOSA!

ALDO - CI CREDO! HA INVENTATO LA BAMBOLA GONFIABILE!


[HOME ][PUNTATE ][OGGETTI ][PROTAGONISTI ][INFORMAZIONI ][RICERCA]