Home Torna alle puntate Oggetti Protagonisti Informazioni sui links Ricerca
PUNTATE
OGGETTI
PROTAGONISTI
INFORMAZIONI
RICERCA

25

GRAFICA E GRAPHIC DESIGN


CALENDARIO FORMOSA
LEGATA AL FILONE DELL’EDITORIA E DELLA PUBBLICITÀ FINO ALLA SECONDA METÀ DELL’OTTOCENTO, CON IL SECOLO DELLA MODERNITÀ LA PROGETTAZIONE GRAFICA O “COMUNICAZIONE VISIVA”, TROVA LA SUA VERA E PROPRIA FONDAZIONE DISCIPLINARE, NASCONO LE PRIME SCUOLE GRAFICHE NAZIONALI ED UNA PRECISA SPECIFICITÀ PROFESSIONALE. NEL 1933 LO STUDIO BOGGERI, È IL PRIMO A FORNIRE A GRANDI AZIENDE COME L’OLIVETTI NON SOLO UNA CONSULENZA GRAFICA, MA LA PROGETTAZIONE DI UN PRODOTTO COMUNICATIVO FINITO. DA QUELLO STUDIO, CHE CONTRIBUÌ CON IL SUO LAVORO A FORMARE LA TRADIZIONE DELLA GRAFICA ITALIANA, PASSARONO I PIÙ GRANDI PROFESSIONISTI DEL SETTORE DA MARCELLO NIZZOLI A BRUNO MUNARI, DA MAX HUBER A BOB NOORDA, FINO FRANCO GRIGNANI E ALBE STEINER. ANALOGAMENTE AL CASO DELL’AEG, CHE IN GERMANIA GIÀ DAGLI ANNI ’10 IMPOSTA ORGANICAMENTE LA SUA IMMAGINE SOTTO LA “DIREZIONE ARTISTICA” DI PETER BEHERENS, DAGLI ANNI ‘30 L’OLIVETTI E LA PIRELLI SONO LE PRIME AZIENDE ITALIANE CHE AFFIDANO LA PROGETTAZIONE DELLA PROPRIA IMMAGINE COORDINATA AD IMPORTANTI PROFESSIONISTI COME GIOVANNI PINTORI, ALBE STEINER E PINO TOVAGLIA. IN SEGUITO, NEGLI ANNI DELLO SVILUPPO DELLE GRANDI INFRASTRUTTURE DI TRASPORTO, IL CAMPO DELLA SEGNALETICA SU COMMITTENZA PUBBLICA DIVENTA L’OCCASIONE DI NUOVE ED IMPORTANTI ESPERIENZE PROGETTUALI: LO STUDIO UNIMARK, DI BOB NOORDA, PROGETTA NEL 1964 L’IMMAGINE GRAFICA COMPLESSIVA PER LA METROPOLITANA MILANESE, INTRECCIANDO LE SUE COMPETENZE CON QUELLE DEI PROGETTISTI DELLO STUDIO ALBINI - HELG. A QUESTA ESPERIENZA SEGUIRANNO CON SUCCESSO I PROGETTI GRAFICI DELLO STUDIO PER LA METROPOLITANA DI NEW YORK E PER QUELLA DI SAN PAOLO IN BRASILE. IN QUESTO PERIODO SI DIFFONDONO IN ITALIA MOLTEPLICI INIZIATIVE NEL CAMPO DELLA GRAFICA DI “PUBBLICA UTILITÀ”, VANNO RICORDATE L’IMMAGINE MUNICIPALE PER LA CITTÀ DI URBINO DI ALBE STEINER 1969, QUELLA PER LA PINACOTECA DI BRERA DI BRUNO MONGUZZI 1976 E PIÙ TARDI LA TRIENNALE DI MILANO DI ITALO LUPI NEL 1979. CON LA DEFINITIVA INSTAURAZIONE MONDIALE DEL MODELLO CONSUMISTICO, HA UN’ENORME SVILUPPO LA COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA, IMMENSO APPARATO DI MECCANISMI DI PERSUASIONE PIÙ O MENO OCCULTA, CHE PERÒ CARICANO DI NUOVE VALENZE MEDIATICHE E CULTURALI OGNI PRODOTTO INDUSTRIALE. 

INTERVISTA IMPOSSIBILE:

TESTIMONIANZE:

OGGETTI DELLA PUNTATA:

LIBRI:

  • PROGETTAZIONE GRAFICA, GIANCARLO ILLIPRANDI 1945/1995
  • FOTOGRAFIA: ALBE STEINER, LICA STEINER E MARIO CRESCI, LATERZA
  • RIVISTA RASSEGNA, IL CAMPO DELLA GRAFICA ITALIANA
  • LA GRAFICA IN ITALIA, GIORGIO FIORAVANTI/ LEONARDO PASSARELLI, LEONARDO ARTE
  • RODCENKO-GRAFICO DESIGNER FOTOGRAFO, MAZZOTTA, 1992
  • IL MESTIERE DI GRAFICO, ALBE STEINER, EINAUDI, 1978
  • IL DIZIONARIO DEL GRAFICO, GIORGIO FIORAVANTI, ZANICHELLI, 1993
  • IL MANUALE DEL DESIGNER GRAFICO, LONGANESI, 1999
  • ALBE STEINER: COMUNICAZIONE VISIVA, FRATELLI CELINARI

INTERNET:


[HOME ][PUNTATE ][OGGETTI ][PROTAGONISTI ][INFORMAZIONI ][RICERCA]