Home Torna alle Puntate Oggetti Protagonisti Informazioni sui links Ricerca
PUNTATE
OGGETTI
PROTAGONISTI
INFORMAZIONI
RICERCA

INTERVISTA IMPOSSIBILE
PUNTATA N.29

 

LA CRISI ENERGETICA E LE AVANGUARDIE RADICALI


ROI UBŲ

GREGORETTI: PADRE UBŲ? MADRE UBŲ? (FA CENNO A GIUSEPPE DI CHIAMARE)

GIUSEPPE: PADRE UBŲ? MADRE UBŲ?

GREGORETTI: VUOI SAPERE CHI SONO?

GIUSEPPE: BEH,SE Č POSSIBILE...

GREGORETTI: I PROTAGONISTI DI UNA PIECE TEATRALE CHE PROVOCŌ UNO SCANDALO ENORME A PARIGI NEL 1896: RE UBU’, DI ALFRED JARRY.

GIUSEPPE: PIŲ DI UN SECOLO FA...

GREGORETTI: SI, MA ANCORA VITALISSIMA

GIUSEPPE: E CHE C’ENTRANO COL DESIGN?

GREGORETTI: MAH.. COL DESIGN FORSE POCO, CON LE AVANGUARDIE PERŌ MOLTISSIMO. PERCHÉ IL TEATRO CONTEMPORANEO DI AVANGUARDIA NASCE PROPRIO COL RE E LA REGINA UBŲ, IN QUELLA FAMOSA SERA DEL 1896. PENSA SI APRIVA IL SIPARIO E I PARIGINI ASCOLTAVANO QUESTO NOBILE DIALOGO: PADRE UBŲ- MERDRE! (PAUSA).

GREGORETTI: (SOTTOVOCE A GIUSEPPE). PADRE UBŲ NON DICE MERDE, MA MERDRE, CON UNA SECONDA R-

GIUSEPPE: PERCHÉ?

GREGORETTI: BEH... PERCHÉ Č PIŲ DIVERTENTE.

PADRE UBŲ: MERDRE!

MADRE UBŲ: OH! COMPLIMENTI PADRE UBŲ, SIETE UN GRANDE FIGLIO DI PUTTANA.

PADRE UBŲ: MA PERCHÉ NON V’ACCOPPO , MADRE UBŲ?

MADRE UBŲ: MICA ME PADRE UBŲ, UN ALTRO DOVETE FARE FUORI, IL RE DI POLONIA!

PADRE UBŲ: PER LA MIA CANDELA VERDE!

GIUSEPPE: (A GREGORETTI) COSA VUOL DIRE?

GREGORETTI: E’ UN SUO MODO DI DIRE.

MADRE UBŲ: MERDRE! POTRESTE METTERE SULLA ZUCCA, AL POSTO DI QUELLA D’ARAGONA, LA CORONA DI POLONIA!

PADRE UBŲ: PER LA MIA CANDELA VERDE! MERDRE, MADAMA!

MADRE UBŲ: CHI TI IMPEDISCE DI MASSACRARE TUTTA LA FAMIGLIA REALE E PRENDERE IL SUO POSTO?

PADRE UBŲ: AH, MADRE UBŲ, VOI MI OFFENDETE E FINIRETE PER LASCIARCI LE CUOIA

MADRE UBŲ: E SE CI LASCIO LE CUOIA, CHI AGGIUSTA IL FONDO DELLE TUE BRAGHE?

PADRE UBŲ: NON HO UN CULO COME TUTTI GLI ALTRI?

MADRE UBŲ: AL TUO POSTO QUEL CULO VORREI PIAZZARLO SU UN TRONO! POTRESTI AUMENTARE ENORMEMENTE LE TUE RICHIESTE, MANGIARE SALSICCIA QUASI TUTTI I GIORNI, ANDARE IN CARROZZA PER LE STRADE ...

PADRE UBŲ: AH, LA COSA MI TENTA, MI TENTA! ACCIDENTIDI MERDRE! MERDE GLI ACCIDENTI!

GIUSEPPE: (PIANO A GREGORETTI) ALLORA SI Č DECISO A SPODESTARE IL RE DI POLONIA?

GREGORETTI: NO, CAMBIA PARERE OGNI MOMENTO-(A UBŲ)ALLORA CHE HA DECISO, PADRE UBŲ?

PADRE UBŲ: NO! NO! NO! IO , CAPITANO DEI DRAGONI, MASSACRARE IL RE DI POLONIA!? PIUTTOSTO LA MORTE!

MADRE UBŲ: OH! MERDRE! COSĖ RESTERAI SPIANTATO COME UN SORCIO, PADRE UBŲ!

PADRE UBŲ: (GRIDA) PER LA MIA CANDELA VERDE! PREFERISCO ESSERE SPIANTATO COME UN MAGRO, MAGRO SORCIO, PIUTTOSTO CHE RICCO COME UN CATTIVO GATTACCCIO!

MADRE UBŲ: (GRIDA ): MERDRE! MERDRE!

GREGORETTI: (A GIUSEPPE) UBŲ E LA MOGLIE ASPETTANO GENTE A CENA. C’Č UN BOUFFET PREPARATO.

PADRE UBŲ: ACCIDENTI HO FAME - (A PARTE) VOGLIO ADDENTARE QUESTO UCCELLO. UN POLLO CREDO. BUONO! - (CON LA BOCCA PIENA).

MADRE UBŲ: CHE FAI DISGRAZIATO! CHE COSA MANGERANNO I NOSTRI OSPITI? CHE COSA STAI ROSICCHIANDO?

PADRE UBŲ: NIENTE , UN PEZZETTO DI POLLASTRO.

MADRE UBŲ: AIUTO! AIUTO! AIUTO! HA MANGIATO IL POLLASTRO, AIUTO.

PADRE UBŲ: PER LA MIA CANDELA VERDE, TI STRAPPERŌ GLI OCCHI!

GREGORETTI: (VOLENDO METTERE PACE) SUVVIA SIGNORI!- (A GIUSEPPE)- DOMANDA QUALCOSA ALLA MADRE UBŲ, PER CALMARLA...

GIUSEPPE: MADRE UBŲ, LEI Č UNA BRAVA CUOCA?

MADRE UBŲ: LA PIŲ BRAVA DEL REAME!

GIUSEPPE: E COSA HA FATTO PER CENA, OLTRE IL POLLASTRO?

MADRE UBŲ: ZUPPA POLACCA, BRACIOLE DI AVANZI, POLLASTRO, PASTICCIO DI CANE, BOCCONI DEL PRETE DI TACCHINO, CHARLOTTE RUSSA...

PADRE UBŲ: (PREOCCUPATO) OHIBŌ, BASTA COSĖ, IMMAGINO! C’Č DELL’ALTRO?

MADRE UBŲ: (VELOCISSIMA) GELATO, INSALATA, FRUTTA, DOLCE, BOLLITO, TOPINAMBUR, CAVOLFIORI ALLA MERDRE...

PADRE UBŲ: (ARRABBIATISSIMO) EHI, MI CREDI L’IMPERATORE D’ORIENTE PER FARE SIMILI SPESE?

MADRE UBŲ: NON LO ASCOLTARE GIUSEPPE, Č UN IMBECILLE!

PADRE UBŲ: (FUORI DI SE) AH, VOGLIO AFFILARMI I DENTI NEI TUOI POLPACCI!

MADRE UBŲ: MERDRE! MERDRE!

GREGORETTI: (A GIUSEPPE) E COSĖ VANNO AVANTI PER CINQUE ATTI.

GIUSEPPE: E POI LO CONQUISTANO IL TRONO DI POLONIA?

GREGORETTI: SI, MA LO PERDONO SUBITO.

GIUSEPPE: E CHE FINE FANNO?

GREGORETTI: JARRY, L’AUTORE, COSĖ CONCLUDE: ‘ORDUNQUE IL PADRE UBŲ SCOSSE LA PERA, SICCHČ DAGLI INGLESI F U POI CHIAMATO SHAKESPEARE, E DI LUI, SOTTO TAL NOME, RESTANO MOLTE BELLE TRAGEDIE SCRITTE.


[HOME ][PUNTATE ][OGGETTI ][PROTAGONISTI ][INFORMAZIONI ][RICERCA]